Le scalinate di Sales

Non si vive di solo calcio...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Rispondi
chimmafocu
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 121
Iscritto il: 11/05/2011, 20:40
Contatta:

Le scalinate di Sales

Messaggio da chimmafocu » 01/06/2011, 12:05

Le scalinate di Sales,per chi nonl o sapesse,sono quelle scale che,partendo dalla via Reggio campi scendono fino a via Possidonea e talvolta si spingono fino a via Filippini o via Aschenez.

Queste scalinate prendono il nome dall'antico Monastero della visitazione di Santa Maria nato per l'impegno delle 3 sorelle Musitano nel 1754 aderendo all'ordine fondato da San Francesco di Sales.

Il monastero conobbe diverse sedi e ,una di queste,dal 1908 fino al 2005 - anno in cui il monastero si trasferì presso i campi di San Nicola a Ortì - fu quella sita in via Reggio Campi.

E' da quella sede che prendono il nome le scalinate di Sales.

Sono indubbiamente tra le strtture architettoniche più belle di Reggio,ma ,a dispetto della loro bellezza e della loro posizione,vengono poco curate e poco sfruttate.

Sono dei piccoli angoli di paradiso,con prospettive degne di un quadro di De chirico,dalla loro sommità ,e scendendo poi verso il basso,si possono apprezzare scorci di Reggio,del mare che la bagna,dello stretto e del suo cielo e inoltre negli "interpiani" delle scalinate ci sono dei piccoli spiazzali su cui soffermarsi a riflettere a godere dell'aria che spira ,specie nelle giornate di tarda primavera o nelle serate estive.

Queste peculiarita' Reggine hanno spesso portato i viaggiatori piu' esperti al paragone con la città californiana di San Francisco,fatta anch'essa di lunghe discese che terminano al mare.

Purtroppo,come scrivevo prima,sono ben poco considerate ,e da chi le dovrebbe gestire e dagli stessi cittadini che non hanno imparato ad aprrezzare l'unicità di queste strutture.

Cosa fare?

Bisogna ridare vita a quanto di buono abbiamo,illuminarle e valorizzarle,abbellirle con fiori durante la primavera (un po' come a Roma si fa con le azalee e sulle scalinate di trinità dei monti),rendere le panchine "abitabili",mettere qualche fontana qua e la',magari arricchirle con una rete wireless in modo che i giovani,con i loro i-pad,possano andare a giocherellare coi loro laptop e con la scusa scambiare qualche chiacchiera mentre godono dello splendido paesaggio,architettonico e naturalistico,di cui siamo dotati.

Bisognerebbe inoltre dotarle di strutture per i disabili cosicchè anche i meno fortunati possano usufruire di queste bellissime scalinate.

E invece,al momento,pochissimo si fa,le panchine sono ricche di erbacce e queste non sono certo l'ideale per gli allergici,poi a distruggerle ci pensa il solito vandalo,incivile,di turno,con scritte o addirittura demolizioni e questo perchè rimane territorio franco.

Pensiamo invece che potrebbe essere un trait d'union ideale tra la via marina e la zona alta del centro di Reggio allargando la vivibilità della città fino all'alto passando per il corso,via Tripepi,via Torrione,via Aschenez,via Filippini,via Possidonea arrivando a via Reggio campi magari rendendolo anche un percorso turistico.

Allora dopo avere letto questa nota fate una passeggiata su una di queste scalinate,magari arrivandoci dalla via marina tramite tapis roulant e raggiungete la loro sommità,poi fateci delle foto e immaginatele ricche di fiori,con qualche fontana o scultura mentre godete dell'aria che si incanala attraverso le strade che tagliano Reggio Da "munti a mbasciu".

E se proprio non ci potete andare perchè siete fuori Reggio o per qualsivoglia altro motivo date un'occhiata alle foto che sono pubblicate insieme alla nota,a come sono deturpate e pensate a quello che potrebbero essere anche se queste foto non rendono giustizia rispetto a un contatto "live".


Per le foto ecco il link:

http://www.facebook.com/note.php?saved& ... 7345354104
Immagine

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da onlyamaranto » 01/06/2011, 12:13

Splendida idea quella di valorizzare le nostre scalinate, bellissime in quanto tali e soprattutto per gli scorci stupendi che si ammirano tra i palazzi, verso il mare, un patrimonio bellissimo e letteralmente buttato...quindi speriamo che la nuova amministrazione vada anche in questa direzione, non credo ci vogliano grandi risorse, è una questione di grandi idee, piccole cose e forti idee.
Ultima modifica di onlyamaranto il 01/06/2011, 12:14, modificato 1 volta in totale.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

chimmafocu
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 121
Iscritto il: 11/05/2011, 20:40
Contatta:

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da chimmafocu » 01/06/2011, 12:14

onlyamaranto ha scritto:Splendida idea quella di valorizzare le nostre scalinate, bellissime in quanto tali e soprattutto per gli scorci stupendi che si ammirano tra i palazzi, verso il mare...quindi speriamo che la nuova amministrazione vada anche in questa direzione, non credo ci vogliano grandi risorse, è una questione di grandi idee, piccole cose e forti idee.

Infatti basta poco anche se l'abbattimento delle strutture architettoniche costa,ma per renderle vivibili non ci vuole molto.
Ovviamente quanto scritto è tutto pensato da me,se dovessi fare parte di questa amministrazione tenterò di rendere quest'idea una realtà.
Immagine

Avatar utente
Miranda
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 485
Iscritto il: 11/05/2011, 13:34

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Miranda » 01/06/2011, 12:35

Molto interessante, bella scheda! :okok:
Immagine

L’arte tutta reggina di glorificare ciò che non fu, obliando quello che è realmente stato.[cit.]

Avatar utente
Pickwick
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 433
Iscritto il: 11/05/2011, 15:46

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Pickwick » 02/06/2011, 12:52

In cima alle scale (tre fontane) lo scorso anno hanno creato una nuova panchina con
relativa illuminazione che non è male.
Adesso dalle scalinate non si può scendere a causa dei lavori del tapiro,
ma anche io sono dell'idea che bisognorebbe riqualificarle.
Credo anche che questa idea sia venuta anche a Scopellitti ed hai suoi
progettisti, non credo che si possa far vedere questo degrado appena metti piede
fuori dal tapiro.
Bell'Idea.

Avatar utente
Wilson
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 35
Iscritto il: 11/05/2011, 21:53
Località: Peddhuru

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Wilson » 05/06/2011, 13:00

Hai ragionissima. Abitavo da quelle parti e devo ammettere che già da molto tempo avevo pensato a queste scale come "ritrovo" per i giovani studenti. Che poi lì è un combaciarsi di tante scuole. Quest'opera servirebbe. Inoltre accanto alle scale c'è una villa, che non so se è disabitata, ma non è tenuta in ottime condizioni :roll: Il comune potrebbe aiutare e farla diventare un piccolo "patrimonio" per la città, anche perchè è moolto grande.
E.... finchè ci sei TU....non la guardo più! Non la guardo più, finchè ci sei TUUU!!

army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da army » 09/06/2011, 22:40

quella porcheria che hanno messo alle 3 fontane è orribile e non c'entra nulla col posto dove è stata messa...dovevano mettere qualcosa in stile liberty ossia lo stile del nostro centro città

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da onlyamaranto » 10/06/2011, 13:42

army ha scritto:quella porcheria che hanno messo alle 3 fontane è orribile e non c'entra nulla col posto dove è stata messa...dovevano mettere qualcosa in stile liberty ossia lo stile del nostro centro città



infatti...non so come si è potuta concepire una mostruosità simile

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

Avatar utente
Pickwick
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 433
Iscritto il: 11/05/2011, 15:46

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Pickwick » 10/06/2011, 23:30

Il Liberty è uno spaccato della ricostruzione del post terremoto, ma sono passati anche 100 anni.
In nessun posto al mondo si costruisce ancora in liberty neanche dove è nato.
Non capisco perchè stare al passo coi tempi vi faccia tanto schifo.

suonatore Jones

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da suonatore Jones » 11/06/2011, 1:53

Pickwick ha scritto:Il Liberty è uno spaccato della ricostruzione del post terremoto, ma sono passati anche 100 anni.
In nessun posto al mondo si costruisce ancora in liberty neanche dove è nato.
Non capisco perchè stare al passo coi tempi vi faccia tanto schifo.



il punto non è stare al passo con i tempi. nell'architettura, ci sono delle regole formali non scritte (o non sempre, quantomeno) che andrebbero rispettate.

se in una foto manca un soggetto, te ne accorgi.

se in un assolo si stona, te ne accorgi.

allo stesso modo, ti accorgi se metti un sedano fotonico luminescente in cima ad una scalinata liberty.

Avatar utente
Pickwick
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 433
Iscritto il: 11/05/2011, 15:46

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Pickwick » 11/06/2011, 16:03

Ok. Parliamo delle regole non scritte a cui ti riferisci.
Cosa c'è di sbagliato in quanto fatto e cosa andrebbe fatto.
Argomentare please, in maniera particolareggiata e anche tecnica se vuoi, visto che sono del settore.

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da onlyamaranto » 11/06/2011, 21:40

suonatore Jones ha scritto:
Pickwick ha scritto:Il Liberty è uno spaccato della ricostruzione del post terremoto, ma sono passati anche 100 anni.
In nessun posto al mondo si costruisce ancora in liberty neanche dove è nato.
Non capisco perchè stare al passo coi tempi vi faccia tanto schifo.



il punto non è stare al passo con i tempi. nell'architettura, ci sono delle regole formali non scritte (o non sempre, quantomeno) che andrebbero rispettate.

se in una foto manca un soggetto, te ne accorgi.

se in un assolo si stona, te ne accorgi.

allo stesso modo, ti accorgi se metti un sedano fotonico luminescente in cima ad una scalinata liberty.



Perfetto.
Non è che non mi piaccia lo stile della costruzione in questione, in un determinato ambiente ci starebbe benissimo,
ma lì no.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

army
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 745
Iscritto il: 17/05/2011, 0:08

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da army » 11/06/2011, 21:56

non è una solo una questione di stile...puoi anche mettere qualcosa di moderno in un contesto antico ma quella navicella spaziale li non ci sta bene e copre anche la vista...

Avatar utente
Guitin
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 254
Iscritto il: 11/05/2011, 15:10
Località: nuvola

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da Guitin » 19/06/2011, 21:52

chimmafocu ha scritto:Le scalinate di Sales,per chi nonl o sapesse,sono quelle scale che,partendo dalla via Reggio campi scendono fino a via Possidonea e talvolta si spingono fino a via Filippini o via Aschenez.

Queste scalinate prendono il nome dall'antico Monastero della visitazione di Santa Maria nato per l'impegno delle 3 sorelle Musitano nel 1754 aderendo all'ordine fondato da San Francesco di Sales.

Il monastero conobbe diverse sedi e ,una di queste,dal 1908 fino al 2005 - anno in cui il monastero si trasferì presso i campi di San Nicola a Ortì - fu quella sita in via Reggio Campi.

E' da quella sede che prendono il nome le scalinate di Sales.

Sono indubbiamente tra le strtture architettoniche più belle di Reggio,ma ,a dispetto della loro bellezza e della loro posizione,vengono poco curate e poco sfruttate.

Sono dei piccoli angoli di paradiso,con prospettive degne di un quadro di De chirico,dalla loro sommità ,e scendendo poi verso il basso,si possono apprezzare scorci di Reggio,del mare che la bagna,dello stretto e del suo cielo e inoltre negli "interpiani" delle scalinate ci sono dei piccoli spiazzali su cui soffermarsi a riflettere a godere dell'aria che spira ,specie nelle giornate di tarda primavera o nelle serate estive.Queste peculiarita' Reggine hanno spesso portato i viaggiatori piu' esperti al paragone con la città californiana di San Francisco,fatta anch'essa di lunghe discese che terminano al mare.

Purtroppo,come scrivevo prima,sono ben poco considerate ,e da chi le dovrebbe gestire e dagli stessi cittadini che non hanno imparato ad aprrezzare l'unicità di queste strutture.

Cosa fare?

Bisogna ridare vita a quanto di buono abbiamo,illuminarle e valorizzarle,abbellirle con fiori durante la primavera (un po' come a Roma si fa con le azalee e sulle scalinate di trinità dei monti),rendere le panchine "abitabili",mettere qualche fontana qua e la',magari arricchirle con una rete wireless in modo che i giovani,con i loro i-pad,possano andare a giocherellare coi loro laptop e con la scusa scambiare qualche chiacchiera mentre godono dello splendido paesaggio,architettonico e naturalistico,di cui siamo dotati.

Bisognerebbe inoltre dotarle di strutture per i disabili cosicchè anche i meno fortunati possano usufruire di queste bellissime scalinate.

E invece,al momento,pochissimo si fa,le panchine sono ricche di erbacce e queste non sono certo l'ideale per gli allergici,poi a distruggerle ci pensa il solito vandalo,incivile,di turno,con scritte o addirittura demolizioni e questo perchè rimane territorio franco.

Pensiamo invece che potrebbe essere un trait d'union ideale tra la via marina e la zona alta del centro di Reggio allargando la vivibilità della città fino all'alto passando per il corso,via Tripepi,via Torrione,via Aschenez,via Filippini,via Possidonea arrivando a via Reggio campi magari rendendolo anche un percorso turistico.

Allora dopo avere letto questa nota fate una passeggiata su una di queste scalinate,magari arrivandoci dalla via marina tramite tapis roulant e raggiungete la loro sommità,poi fateci delle foto e immaginatele ricche di fiori,con qualche fontana o scultura mentre godete dell'aria che si incanala attraverso le strade che tagliano Reggio Da "munti a mbasciu".

E se proprio non ci potete andare perchè siete fuori Reggio o per qualsivoglia altro motivo date un'occhiata alle foto che sono pubblicate insieme alla nota,a come sono deturpate e pensate a quello che potrebbero essere anche se queste foto non rendono giustizia rispetto a un contatto "live".


Per le foto ecco il link:

http://www.facebook.com/note.php?saved& ... 7345354104


caro Chimma :okok: topc eccellente!!
Fin da ragazza ho immaginato le cose da te descritte, per tutto il tempo delle scuole superiori ho fatto le scalinate di sales al mattino ,in discesa..un'immaginazione galoppante..per superare la triste realtà dell'abbandono, dell'inciviltà e dell'incuria.
Ancora oggi mi delude sempre pensare come non ci si accorga del tesoro che si ha sotto gli occhi.. :sad:
Sogno, qualcosa di buono
che mi illumini il mondo
buono come te…
Che ho bisogno, di qualcosa di vero
che illumini il cielo
proprio come te!!!

chimmafocu
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 121
Iscritto il: 11/05/2011, 20:40
Contatta:

Re: Le scalinate di Sales

Messaggio da chimmafocu » 21/06/2011, 17:53

Guitin ha scritto:
chimmafocu ha scritto:Le scalinate di Sales,per chi nonl o sapesse,sono quelle scale che,partendo dalla via Reggio campi scendono fino a via Possidonea e talvolta si spingono fino a via Filippini o via Aschenez.

Queste scalinate prendono il nome dall'antico Monastero della visitazione di Santa Maria nato per l'impegno delle 3 sorelle Musitano nel 1754 aderendo all'ordine fondato da San Francesco di Sales.

Il monastero conobbe diverse sedi e ,una di queste,dal 1908 fino al 2005 - anno in cui il monastero si trasferì presso i campi di San Nicola a Ortì - fu quella sita in via Reggio Campi.

E' da quella sede che prendono il nome le scalinate di Sales.

Sono indubbiamente tra le strtture architettoniche più belle di Reggio,ma ,a dispetto della loro bellezza e della loro posizione,vengono poco curate e poco sfruttate.

Sono dei piccoli angoli di paradiso,con prospettive degne di un quadro di De chirico,dalla loro sommità ,e scendendo poi verso il basso,si possono apprezzare scorci di Reggio,del mare che la bagna,dello stretto e del suo cielo e inoltre negli "interpiani" delle scalinate ci sono dei piccoli spiazzali su cui soffermarsi a riflettere a godere dell'aria che spira ,specie nelle giornate di tarda primavera o nelle serate estive.Queste peculiarita' Reggine hanno spesso portato i viaggiatori piu' esperti al paragone con la città californiana di San Francisco,fatta anch'essa di lunghe discese che terminano al mare.

Purtroppo,come scrivevo prima,sono ben poco considerate ,e da chi le dovrebbe gestire e dagli stessi cittadini che non hanno imparato ad aprrezzare l'unicità di queste strutture.

Cosa fare?

Bisogna ridare vita a quanto di buono abbiamo,illuminarle e valorizzarle,abbellirle con fiori durante la primavera (un po' come a Roma si fa con le azalee e sulle scalinate di trinità dei monti),rendere le panchine "abitabili",mettere qualche fontana qua e la',magari arricchirle con una rete wireless in modo che i giovani,con i loro i-pad,possano andare a giocherellare coi loro laptop e con la scusa scambiare qualche chiacchiera mentre godono dello splendido paesaggio,architettonico e naturalistico,di cui siamo dotati.

Bisognerebbe inoltre dotarle di strutture per i disabili cosicchè anche i meno fortunati possano usufruire di queste bellissime scalinate.

E invece,al momento,pochissimo si fa,le panchine sono ricche di erbacce e queste non sono certo l'ideale per gli allergici,poi a distruggerle ci pensa il solito vandalo,incivile,di turno,con scritte o addirittura demolizioni e questo perchè rimane territorio franco.

Pensiamo invece che potrebbe essere un trait d'union ideale tra la via marina e la zona alta del centro di Reggio allargando la vivibilità della città fino all'alto passando per il corso,via Tripepi,via Torrione,via Aschenez,via Filippini,via Possidonea arrivando a via Reggio campi magari rendendolo anche un percorso turistico.

Allora dopo avere letto questa nota fate una passeggiata su una di queste scalinate,magari arrivandoci dalla via marina tramite tapis roulant e raggiungete la loro sommità,poi fateci delle foto e immaginatele ricche di fiori,con qualche fontana o scultura mentre godete dell'aria che si incanala attraverso le strade che tagliano Reggio Da "munti a mbasciu".

E se proprio non ci potete andare perchè siete fuori Reggio o per qualsivoglia altro motivo date un'occhiata alle foto che sono pubblicate insieme alla nota,a come sono deturpate e pensate a quello che potrebbero essere anche se queste foto non rendono giustizia rispetto a un contatto "live".


Per le foto ecco il link:

http://www.facebook.com/note.php?saved& ... 7345354104


caro Chimma :okok: topc eccellente!!
Fin da ragazza ho immaginato le cose da te descritte, per tutto il tempo delle scuole superiori ho fatto le scalinate di sales al mattino ,in discesa..un'immaginazione galoppante..per superare la triste realtà dell'abbandono, dell'inciviltà e dell'incuria.
Ancora oggi mi delude sempre pensare come non ci si accorga del tesoro che si ha sotto gli occhi.. :sad:

Grazie Guitin,semmai dovessi arrivare a occuparmi in qualche modo della cosa pubblica,se dobvesse essere una cosa attinenti a questa,faro' il possibile per mettere in pratica queste idee.
Immagine

Rispondi