Un Napolitano insolito

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 772
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

Un Napolitano insolito

Messaggio da Lillo sei uno » 30/09/2011, 19:32

Durissimo attacco del presidente della Repubblica alla Lega dopo i recenti riferimenti alla secessione: "Non esiste un popolo padano", ha detto il capo dello Stato, rilevando che al momento si tratta di "grida su un prato", ma che se dalle parole si dovesse passare a qualcosa di diverso, lo Stato non tarderebbe a intervenire: "In passato", ha ricordato, "un leader secessionista è stato arrestato". :oo:

Napolitano ha liquidato le richieste dei militanti leghisti nelle manifestazioni di partito: "Quello che si sente è spesso un incoraggiamento ridotto al minimo anche dal punto di vista dell'espressione verbale, grida che si elevano in quei prati in cui non c'è il popolo padano, ma una certa parte del corpo elettorale. Che ha scarsa conoscenza di alcune cose, tra cui l'articolo 1 della Costituzione", dice il presidente, che aggiunge: "La sovranità appartiene al popolo, ma si dimentica quello che viene dopo la virgola, e cioè che si esercita nelle forme e nei limiti previsti dalla Costituzione. Non esiste una via democratica alla secessione". Un riferimento indiretto ma chiaro alle parole del capogruppo della Lega alla Camera, Marco Reguzzoni, che la settimana scorsa aveva ricordato come, secondo la Carta, il popolo sovrano conti più del presidente della Repubblica. :D

Napolitano sottolinea:"Ho avuto modo di dire che la secessione è fuori dalla realtà e fuori dal mondo d'oggi, e appare grottesco oggi pensare a uno stato Lombardo-Veneto che competa con la Cina, la Russia, gli Stati Uniti. Mi pare che il livello di grottesco sia tale da fare capire che si può strillare in un prato ma non si può cambiare il corso della storia". Il presidente ha poi aggiunto che "in passato, un leader separatista fu arrestato. Nel '43-'44 l'appena rinato Stato italiano, di fronte a un tentativo di organizzazione armata separatista, non esitò a intervenire in modo piuttosto pesante con la detenzione di Finocchiaro Aprile". Il riferimento è al leader degli indipendentisti siciliani, fondatore del Mis. :o.o:

Minchia che Napolitano abbia così voluto dare lui una spallata a questo ignominioso governo, visto che nessuno ci riesce :scratch
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.

Avatar utente
spiny79
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 906
Iscritto il: 11/05/2011, 13:56

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da spiny79 » 30/09/2011, 20:29

ma penso che la lega con questa boiata della secessione abbia stancato anche una parte del proprio elettorato, sarebbe ora che la finissero, comunque ha fatto bene napolitano a cantargliele...

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Mariotta » 30/09/2011, 20:57

Lillo sei uno ha scritto:Durissimo attacco del presidente della Repubblica alla Lega dopo i recenti riferimenti alla secessione: "Non esiste un popolo padano", ha detto il capo dello Stato, rilevando che al momento si tratta di "grida su un prato", ma che se dalle parole si dovesse passare a qualcosa di diverso, lo Stato non tarderebbe a intervenire: "In passato", ha ricordato, "un leader secessionista è stato arrestato". :oo:

Napolitano ha liquidato le richieste dei militanti leghisti nelle manifestazioni di partito: "Quello che si sente è spesso un incoraggiamento ridotto al minimo anche dal punto di vista dell'espressione verbale, grida che si elevano in quei prati in cui non c'è il popolo padano, ma una certa parte del corpo elettorale. Che ha scarsa conoscenza di alcune cose, tra cui l'articolo 1 della Costituzione", dice il presidente, che aggiunge: "La sovranità appartiene al popolo, ma si dimentica quello che viene dopo la virgola, e cioè che si esercita nelle forme e nei limiti previsti dalla Costituzione. Non esiste una via democratica alla secessione". Un riferimento indiretto ma chiaro alle parole del capogruppo della Lega alla Camera, Marco Reguzzoni, che la settimana scorsa aveva ricordato come, secondo la Carta, il popolo sovrano conti più del presidente della Repubblica. :D

Napolitano sottolinea:"Ho avuto modo di dire che la secessione è fuori dalla realtà e fuori dal mondo d'oggi, e appare grottesco oggi pensare a uno stato Lombardo-Veneto che competa con la Cina, la Russia, gli Stati Uniti. Mi pare che il livello di grottesco sia tale da fare capire che si può strillare in un prato ma non si può cambiare il corso della storia". Il presidente ha poi aggiunto che "in passato, un leader separatista fu arrestato. Nel '43-'44 l'appena rinato Stato italiano, di fronte a un tentativo di organizzazione armata separatista, non esitò a intervenire in modo piuttosto pesante con la detenzione di Finocchiaro Aprile". Il riferimento è al leader degli indipendentisti siciliani, fondatore del Mis. :o.o:

Minchia che Napolitano abbia così voluto dare lui una spallata a questo ignominioso governo, visto che nessuno ci riesce :scratch




si aspetta e spera che queste parole bastino a dare spallate.
...dalle dichiarazioni conseguenti non mi pare che i leghisti si siano impressionati più di tanto
E poi comunque perchè insolito??? Cosa altro avrebbe dovuto dire il Presidente della Repubblica Italiana di fronte a minacce di secessione?
Non mi aspettavo niente di meno da lui. :cheers
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.

Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da CALABRESE » 30/09/2011, 23:02

Penso che non finirà un bel niente.Il presidente della Repubblica ricorda i rischi a cui vanno incontro i leghisti nel gridare alla secessione,ma loro non hanno paura di nulla,anche perchè fino ad ora hanno parlato anche di marciare su Roma con i fucili padani pronti.In altri Stati gente del genere sarebbe stata subito arrestata,ma evidentemente in Italia è tutto normale,se aggiungiamo anche giornalisti accomodanti a certe uscite della Lega,a giornali del Centro-Sud che non rispondono per nulla a queste provocazioni,a politici del Sud che sono del tutto assenti da queste discussioni ed il quadro è completo.Qualcuno però mi deve spiegare come un partito che ha il 7%(e presente solo in una determinata area del paese) sia presente in tutti i dibattiti politici in Tv,e forze con 8-9% non vengono mai invitate,dico mai.Segno che il vento del nord viene alimentato anche da chi dovrebbe fortemente combatterlo.
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."

Avatar utente
Demy182rc
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:03

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Demy182rc » 01/10/2011, 1:17

dichiarazioni fin troppo morbide, in altri paesi bossi & co. sarebbero dentro al gabbio da un bel po di tempo
Un Mito Non Muore Mai!

Foti su Tedesco: “Nessuna umiliazione, pensi di meno al ritorno economico”

dove c***o sta la vostra fantomatica rivoluzione liberale? la verità è che da 17 anni siete stati solo ed esclusivamente tanti M'BUCCALAPUNI

Avatar utente
unico
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 789
Iscritto il: 21/05/2011, 14:43

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da unico » 01/10/2011, 9:02

Il vero problema è la gente che li vota
NOI SIAMO REGGIO CALABRIA !!!

Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da CALABRESE » 01/10/2011, 9:21

La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da onlyamaranto » 01/10/2011, 9:34

Grande Napolitano, è ora che lo Stato si svegli e metta fuori legge queste pagliacciate, in effetti non ci sarebbe bisogno perchè pagliacci sono e pagliacci resteranno a vita, ma sono fastidiosi come le zanzare di notte...

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

ethan
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1604
Iscritto il: 11/05/2011, 13:44

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da ethan » 01/10/2011, 9:40

doveva andarci più duro

suonatore Jones

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da suonatore Jones » 01/10/2011, 11:36

CALABRESE ha scritto:La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.



gibelli è la sintesi strema della lega nord: italiano stentato, idee grottesche malamente scoccate tramite imprecisi slogan anni '90

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Mariotta » 01/10/2011, 13:58

CALABRESE ha scritto:La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.




ma quando mai...hanno una fetta di elettorato di figli di emigrati che li votano per sentirsi integrati magari...ma lo zoccolo duro e la maggioranza dei loro elettori sono gli abitanti delle valli e dei paesi in pianura padana, che non sono mai andati in vita loro al di là del Po. PIù una serie di moti perpetui che hanno capito i sentimenti di questa gente e sanno come manipolarli...e così girano intorno a Bossi e co.
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da reggino » 01/10/2011, 14:35

CALABRESE ha scritto:La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.


io penso che un buon 70% dei loro voti,derivi da gente con origini meridionali.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Unonessunocentomila
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 43
Iscritto il: 10/08/2011, 10:33

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Unonessunocentomila » 01/10/2011, 17:57

grande Presidente :cheers


ma in fondo l' art. 5 della costituzione è molto chiaro : la Repubblica, una e indivisibile, riconosce ecc. ecc. ....................

Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1144
Iscritto il: 13/05/2011, 14:12

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da CALABRESE » 01/10/2011, 19:54

Mariotta ha scritto:
CALABRESE ha scritto:La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.




ma quando mai...hanno una fetta di elettorato di figli di emigrati che li votano per sentirsi integrati magari...ma lo zoccolo duro e la maggioranza dei loro elettori sono gli abitanti delle valli e dei paesi in pianura padana, che non sono mai andati in vita loro al di là del Po. PIù una serie di moti perpetui che hanno capito i sentimenti di questa gente e sanno come manipolarli...e così girano intorno a Bossi e co.


Io conosco gente che è emigrata li' e vota convinta Lega Nord.Il motivo sicuramente è quello che hai detto tu,per sentirsi integrati.
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."

tito
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 242
Iscritto il: 15/05/2011, 22:51
Località: Casteddu

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da tito » 02/10/2011, 11:08

tanto ovvio quanto tardivo.

ora si scoprono tutti contro l'attuale legge elettorale.

promemoria: questa legge, firmata da Calderoli, fu fortemente voluta dal nano a pochi mesi dalle elezioni del 2006 con lo scopo di scegliere le persone da mettere in parlamento e provare a vincere delle elezioni che tutti i sondaggi davano perdenti. L'ennesima legge fatta senza pensare al "bene comune".
Pochi giorni dopo lo stesso Calderoli la defì PORCATA. Non trovo difficoltà a capire il perché.

Il presidente, come del resto il paese intero, è in ritardo di diversi anni.

Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da pab397 » 03/10/2011, 15:12

ALESSANDRO ROBECCHI – La Padania esiste e ho le prove
Titolo su La Padania: «Io esisto e sono padano». Ecco, se uno comincia a ripetersi, «Io esisto, io esisto, io esisto…», è il momento di chiamare lo psichiatra. Ma dire che il popolo padano non esiste è un’esagerazione. Esiste Maga Magò? Certo che sì. E lo yeti? Forse. Ecco qui di seguito alcune prove inconfutabili di esistenza in vita della Padania, del suo popolo e dei suoi illuminati dirigenti.
Le ronde. Le famose ronde non esistono. Pigrizia padana. Eppure in Italia (che esiste) si è parlato di ronde tutti i giorni su tutte le prime pagine, per mesi e mesi, anche con densi e dotti interventi di pensatori (?) della sinistra (?) che dicevano «perché no…».
Malpensa. L’aeroporto di Malpensa esiste. È un lungo campo di bocce vicino a Varese che paga alcuni milioni di euro ai suoi incapaci dirigenti padani. Per essere una cosa che non esiste, la Padania ci costa parecchio.
Il pacchetto sicurezza. Affossato dalla Corte Costituzionale, il grottesco insieme di leggine e regolamenti e ordinanze per sindaci mitomani non esiste più. Eppure, con gran strepito del padano Maroni, l’Italia intera ne parlò per mesi e mesi come se fosse una cosa reale.
Il porcellum. Pur avendo le ore contate, la legge elettorale più schifosa del mondo l’ha scritta Calderoli. Per essere una cosa che non esiste, la Padania produce cazzate notevoli.
Il reato di clandestinità. Esiste, riempie le galere di innocenti ed è il più clamoroso esempio di esistenza della barbarie padana.
Sono solo alcuni casi, ma forse bastano per dire che il popolo padano, i suoi politici, i suoi ministri, esistono. Purtroppo. Per fortuna, invece, si stanno estinguendo da soli e speriamo facciano in fretta. Solo, una volta estinti i padani, dovremmo affrettarci a cancellare anche i segni che hanno lasciato tra noi. Andiamo, chi vivrebbe in un posto dove i dinosauri sono spariti ma restano a terra enormi, gigantesche, cacche di dinosauro?
Alessandro Robecchi – da “il manifesto”
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da reggino » 03/10/2011, 18:25

Ah se c'èra Pertini...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Ninco Nanco
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 260
Iscritto il: 11/05/2011, 13:52

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Ninco Nanco » 03/10/2011, 21:41

http://www.beppegrillo.it/2011/10/napol ... index.html

I discorsi di Napolitano non vanno capiti, ma interpretati, quando ci si riesce. I suoi moniti sono spesso imperscrutabili e fuori tempo massimo. A Napoli ha detto, insieme a cose ovvie, frasi da non sottovalutare. Che la Padania non esiste è vero. Lo sa anche Bossi. Uno Stato Lombardo Veneto invece non è grottesco, infatti è già esistito in passato, come la Repubblica di Venezia è esistita per mille anni e potrebbe in futuro ritornare a esistere. Se ci fosse un referendum indetto dalla Regione Veneto per la secessione la stragrande maggioranza voterebbe per il si. E poi? Dopo il plebiscito si bombarderebbe il Veneto, come è avvenuto per la Libia, o Maroni lo militarizzerebbe come la Val di Susa? E' evidente che sono reazioni impossibili. Il Veneto, semplicemente, se ne andrebbe per la sua strada. Per evitarlo le minacce non servono, ma è necessario che questa classe politica si tolga dai coglioni al più presto. I politici sono i veri istigatori alla secessione.
"Nell' ambito della Costituzione e delle leggi non c' è spazio per una via democratica alla secessione". E allora? La Costituzione e le leggi dei vari Paesi non hanno mai impedito che avvenissero secessioni sanguinose, come nei Balcani, o morbide come la separazione condivisa tra Repubblica Ceca e Slovacchia. Bisogna intervenire in tempo sulle cause che portano alle divisioni, non condannare gli effetti. Perché siamo arrivati a questo punto? Di chi sono le responsabilità politiche? "Nel 1943-44 l' appena rinato Stato italiano, di fronte a un tentativo di organizzazione armata separatista, non esitò a intervenire in modo piuttosto pesante con la detenzione di Finocchiaro Aprile". Queste parole, minacciose, a chi sono rivolte? Non sono dette a caso. Ma non siamo nel 1943 e dubito che si possa, ad esempio, bloccare l'autodeterminazione del Sud Tirolo. Se questo dovesse avvenire dichiareremmo guerra all'Austria?
'Nell' era della globalizzazione la Padania sarebbe costretta a calcare "la scena mondiale competendo poi con la Cina, con l' India, con il Brasile, con gli Stati Uniti, con la Russia... "'. Quindi l'Unità d'Italia avrebbe la finalità di competere economicamente in un mondo globalizzato? Se lo sentisse Lenin o anche solo Mazzini... Il mondo va in una direzione diversa da quella ostinata e contraria (e centralista) di Napolitano. Le nazioni decentrano sempre più la gestione del territorio, persino l'applicazione delle leggi. Negli Stati Uniti, ad esempio, la prima potenza economica mondiale, ogni Stato ha le sue leggi: si può applicare la pena di morte in uno Stato, mentre in quello confinante non è in vigore. L'Olanda ha le dimensioni grosso modo del Lombardo Veneto e compete in modo egregio nello scenario mondiale con titoli di Stato da tripla A, nel frattempo l'Italia, unita dal Monte Bianco a Capo Passero, sta scivolando verso il default.
L'Unità d'Italia è avvenuta con una feroce guerra di occupazione del Sud da parte dell'esercito sabaudo con un milione di morti e milioni di emigranti. La cassa dei Borboni, uno Stato legittimo, venne trasferita a Torino. Le mafie si svilupparono dopo l'Unità. Perchè Napolitano non lo ricorda? L'annessione del Sud avvenne nel sangue di patrioti chiamati briganti. E' Storia, forse è meglio ricordarla se vogliamo veramente guardare avanti.

belle le ultime tre righe :salut
"I mafiosi non avrebbero cittadinanza in Italia se non ci fosse il potere politico e finanziario che gli permette di esistere."
Giuseppe Fava, ucciso il 5 gennaio 1984.
http://www.regno.fm" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2476
Iscritto il: 11/05/2011, 13:57
Località: MedazZalaNd

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da DoubleD » 04/10/2011, 9:53

reggino ha scritto:
io penso che un buon 70% dei loro voti,derivi da gente con origini meridionali.

i cosìdetti "CULI RINISCIUTI"

quelli che in meridione non avevano nemmeno una mosca da mangiare (tanto per intenderci)
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: Un Napolitano insolito

Messaggio da Mariotta » 04/10/2011, 14:32

reggino ha scritto:
CALABRESE ha scritto:La Lega giustamente risponde che a votarli sono soprattutto meridionali.E personalmente non riesco a dare torto ai politici leghisti,l'odio del meridionale verso la terra dove è nato è veramente forte.Ho appena assistito ad un comizio del leghista Gibelli su la7,è incredibile come i giornalisti davanti ad un leghista si mettono in ginocchio senza dire no.


io penso che un buon 70% dei loro voti,derivi da gente con origini meridionali.




bum!
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.

Rispondi