REDDITOMETRO E ANIMUS POSSESSIONIS!

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Rispondi
Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

REDDITOMETRO E ANIMUS POSSESSIONIS!

Messaggio da ERIK LARSSON © » 18/11/2011, 21:50

Le prime prove del nuovo redditometro: le indicazioni dalle Entrate in risposta alle simulazioni del Sole 24 Ore


A piccoli passi verso il nuovo redditometro, passando attraverso le prove dei numeri. L'Agenzia delle Entrate ha infatti replicato alle sperimentazioni presentate dal Sole 24 Ore il 17 novembre e ha integrato le previsioni per quanto riguarda l'utilizzo attuale e futuro dello strumento di accertamento.

Sul Sole 24 Ore di giovedì 17 novembre è stato condotto un esperimento per testare il funzionamento del redditometro: sono stati messi a confronto i primi (quasi unici) esempi forniti sulla base del nuovo programma con i risultati che si potevano invece ottenere utilizzando il vecchio redditometro. In pratica, lavorando sui pochi casi finora presentati dalle Entrate per illustrare il nuovo strumento, si è offerto un possibile sviluppo di quegli stessi casi, basato sul vecchio redditometro.

Il risultato che ne è uscito è stato piuttosto sorprendente: i redditi stimati dal vecchio sistema si sono attestati su valori decisamente superiori rispetto a quelli indicati con il nuovo sistema di calcolo. Un risultato che Il Sole 24 Ore ha messo a disposizione dei lettori, per avviare una riflessione su questo punto.

Le indicazioni dell'Agenzia

E tra i lettori c'era proprio l'agenzia delle Entrate, che ha replicato fornendo un'applicazione differente per quanto riguarda il vecchio redditometro.


Nella documentazione delle Entrate, in due casi su tre il nuovo redditometro risulta più severo (i casi delle famiglie con uno e con tre figli), mentre nel caso del single attribuisce un reddito inferiore.

Il confronto tra il vecchio e il nuovo sistema fa inoltre emergere alcune differenze terminologiche e di approccio tra il vecchio e nuovo redditometro, differenze che in gran parte giustificano la differenza dei risultati.

Va in ogni caso sempre ricordato che il nuovo redditometro ha appena avviato la fase di sperimentazione - con la collaborazione di associazioni, Ordini e organizzazioni sindacali - e quindi tutte queste prove costituiscono solo passi di avvicinamento al software definitivo che dal prossimo anno sarà a disposizione dei contribuenti.


http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e- ... d=AaGBkiME" onclick="window.open(this.href);return false;

Interessante quindi chi ha più figli sarà punito. Uno stimolo alla crescita del paese.......E Dio disse: "Andate e moltiplicatevi....ma attenti all'Agenzia delle Entrate...."


Invece io credo che il nuovo redditometro sia l'imposta patrimoniale del futuro. Ovvero da parte dei contribuenti la distinzione giuridica tra proprietà e possesso......

La proprietà è un concetto pacifico, che rende il contribuente ricco in base agli occhi di tutti ormai (se acquisto una automobile la devo registrare, perciò tutti sanno che io sono il proprietario), ma il possesso....l'animus possidendi e soprattutto l'animus possessionis.....non è un concetto altrettanto pacifico. Ed è difficile perseguire chi possiede rispetto a chi è proprietario.....
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi