Omicidio stradale

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Rispondi
Avatar utente
Miranda
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 485
Iscritto il: 11/05/2011, 13:34

Omicidio stradale

Messaggio da Miranda » 01/06/2011, 20:51

Il progetto prevede di passare dagli attuali 3-10 anni (spesso meno di due con sconti e riduzioni) a 8-18, in pratica per escludere questo reato dalla cerchia dei patteggiamenti e dei riti abbreviati


Omicidio stradale al via inizia la raccolta di firme


Entra nel vivo il progetto di istituire il reato di "omicidio stradale": inizia la raccolta di firme ( su http://www.omicidiostradale.it" onclick="window.open(this.href);return false; o http://www.occhioallastrada.it" onclick="window.open(this.href);return false; ). Lo scopo è quello di inasprire le pene per chi guida in stato di alterazione e uccide o ferisce gravemente qualcuno. Ossia passare dagli attuali 3-10 anni (spesso meno di due con sconti e riduzioni) a 8-18, in pratica per escludere questo reato dalla cerchia dei patteggiamenti e dei riti abbreviati.

"Ma questo - spiegano all'Asaps, associazione amici polizia stradale, che hanno coniato il termine e che collaborano al progetto - non significa solo inasprire, ma rendere più consapevoli le persone: dunque, prevenire".

Il progetto è stato lanciato dallo stesso sindaco di Firenze Matteo Renzi ad un anno esatto dall'omicidio di Lorenzo Guarnieri, ucciso da una persona che guidava sotto l'effetto di alcol e stupefacenti. E non è un caso: l'obiettivo è strappare alla morte 58 persone, nella sola Firenze, da qui ai prossimi dieci anni, e di risparmiare un migliaio di feriti, riducendo del 50% i decessi e le lesioni gravi causati da incidenti stradali.

Così - tenendo fede alla parola data in occasione della nascita dell'associazione Lorenzo Guarnieri - Renzi sta lavorando, sul fronte politico, anche per trovare una corsia preferenziale bipartisan e favorire anche la strada della legge parlamentare. Vedremo. Per adesso, oltre all'Asaps, al progetto lavorano anche l'associazione Gabriele Borgogni, la Generazione Contatti, l'Università
di Firenze, la multinazionale Eli Lilly, e poi Carabinieri, Polizia Stradale e Polizia Municipale.


http://www.repubblica.it/motori/sicurez ... -17089335/" onclick="window.open(this.href);return false;
Immagine

L’arte tutta reggina di glorificare ciò che non fu, obliando quello che è realmente stato.[cit.]