Nuovi scenari all'orizzonte

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Cosa prevedi per il Governo?

Sondaggio concluso il 09/11/2011, 12:03

1 - Ci sarà l'ennesima fiducia
7
32%
2 - Passo indietro prima del voto e cambio al timone con : (specificare)
1
5%
3 - Sfiducia in aula e passaggio del testimone a Gianni Letta o Alfano per cercare di formare una nuova maggioranza parlamentare e nuovo governo con il terzo polo.
3
14%
4 - Governo tecnico con Monti premier (se avrà i numeri).
6
27%
5 - Elezioni anticipate
4
18%
6 - Altro
1
5%
 
Voti totali: 22
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 12:03

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:
reggino ha scritto:
Un governo tecnico sostenuto da Monti non lo vuole nè il pdl nè la lega,quindi non si farà.
Un nuovo governo sostenuto da Dini o Alfano, non lo sosteranno nè terzo polo,nè pd, nè una parte del pdl.
Quindi si andrà al voto,se le cose stanno così.
Queste semplificazioni sono fantastiche!
Berlusconi a quanto leggo vuole Alfano non Monti.[/quote]

http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,44 ... ibile.aspx" onclick="window.open(this.href);return false;

10/11/2011 12.37 Commenti - Piazza Affari

Berlusconi: Monti scelta ineludibile


FTA Online News

Dopo aver confermato le proprie dimissioni subito dopo il varo della legge di stabilità e aver nominato Angelino Alfano come possibile successore nel Pdl, il premier Silvio Berlusconi ha giudicato ineludibile la scelta di affidare un governo tecnico a Mario Monti come implicitamente indicato ieri sera dal presidente della Repubblica Napolitano. Dichiarazioni che infiammano ulteriormente i contrasti tra gli schieramenti nella maggioranza e in particolare tra Pdl e Lega, che si dice da tempo assolutamente contraria a un nuovo governo guidato da Monti.

(GD)
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 12:05

doddi ha scritto:[quote

http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,44 ... ibile.aspx" onclick="window.open(this.href);return false;

10/11/2011 12.37 Commenti - Piazza Affari

Berlusconi: Monti scelta ineludibile


FTA Online News

Dopo aver confermato le proprie dimissioni subito dopo il varo della legge di stabilità e aver nominato Angelino Alfano come possibile successore nel Pdl, il premier Silvio Berlusconi ha giudicato ineludibile la scelta di affidare un governo tecnico a Mario Monti come implicitamente indicato ieri sera dal presidente della Repubblica Napolitano. Dichiarazioni che infiammano ulteriormente i contrasti tra gli schieramenti nella maggioranza e in particolare tra Pdl e Lega, che si dice da tempo assolutamente contraria a un nuovo governo guidato da Monti.

(GD)
Doddi oggi non abbiamo 10.
Ti posto una news fresca di giornata:



Sul governo Monti il Pdl va in frantumi
L’Fmi chiede all’Italia di fare in fretta
Berlusconi ora gioca la carta dell'orgoglio e rilancia sull'opzione Alfano al quale dare un mandato esplorativo. Oggi, intanto, la legge della Stabilità arriva alla Camera. Dopo l'approvazione il Cavaliere salirà al Colle per rassegnare la dimissioni
Licenziato dal Senato il maxiemendamento, Silvio Berlusconi, dopo l’approvazione della legge di stabilità a Montecitorio, si recherà oggi al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Domani il capo dello Stato procederà con le consultazioni per arrivare, probabilmente entro domenica, ad assegnare il nuovo incarico. Per il Colle il nome è uno solo, quello di Mario Monti, ieri al debutto al palazzo Madama come senatore a vita. L’ex commissario europeo resta anche il candidato di tutte le opposizioni, a sorpresa anche dell’Idv disponibile a dare il suo appoggio a determinate condizioni. Ma, almeno al momento, non più del Cavaliere, alle prese con una vera e propria rivolta nel suo partito contro un esecutivo tutto tecnico. tant’è che rilancia con Angelino Alfano e Lamberto Dini. Per quanto riguarda, invece, la road map di Monti l’obiettivo è stilare una lista di tecnici da portare a palazzo Chigi. In sostanza un governo non più di larghe intese, ma una sorta di governo della protezione civile per traghettare, nel più breve tempo possibile, l’Italia fuori dalla crisi. L’idea, ormai chiara a tutti, è che fallire l’idea Monti e andare subito a elezioni significherebbe default per l’Italia.

Intanto, dopo la nomina di Monti a senatore a vita e la presa posizione di Napolitano su un governo tecnico, il Fondo monetario internazionale riconosce i “progressi significativi” delle ultime ore in Italia. Dopodiché, però, si attende “entro pochi giorni” la nomina di un nuovo presidente del Consiglio. Questa la posizione nettissima di Christine Lagarde, direttore del Fondo, arrivata in Giappone accompagnata dalle preoccupazioni per l’evolversi del quadro europeo, segnato in questi giorni dalla designazione di Lucas Papademos alla guida di un nuovo governo ad Atene, dalle dimissioni di Silvio Berlusconi e dal passaggio della legge di stabilita’ nel Parlamento italiano. “Ciò che vogliamo al Fondo monetario e’ chiarezza e stabilita’ politica. Credo che siano stati fatti progressi significativi”, ha detto Lagarde, che ha lodato sia il banchiere greco appena sbarcato in politica sia Mario Monti, nominato senatore a vita e da molti analisti indicato come il prossimo presidente del Consiglio incaricato. “Stimo Mario Monti, lo conosco bene ed è estremamente competente”, ha detto a Sky Tg 24 il direttore del Fondo. “Conosco bene Lucas Papademos, con lui saremo in gradi di far ripartire il lavoro”. “Quanto all’Italia, mi compiaccio che il Senato abbia approvato il piano di riforme” e “suppongo che, dopo le dimissioni di Berlusconi, un incarico sara’ dato entro pochi giorni, e sara’ un nuovo segnale di chiarezza e credibilita’ politica, cruciale per stabilizzare la situazione”.

Alla luce della giornata di ieri (leggi la cronaca ora per ora), nella maggioranza regna però il caos più completo. La Lega Nord ribadisce la sua contrarietà a Monti, così come una parte del Pdl. L’ennesimo giro di consultazioni che il premier ha tenuto a palazzo Grazioli ha registrato l’ennesima fumata nera. Lo stallo è totale. La situazione viene tenuta sotto stretta osservazione dal Quirinale. Giorgio Napolitano aspetterà di concludere il giro di consultazioni prima di prendere una decisione sull’incarico anche se, sottolineano fonti parlamentari, la vicenda appare già decisa. Anche di fronte alla contrarietà del Pdl il Colle potrebbe decidere di conferire lo stesso l’incarico all’ex commissario europeo. A quel punto la partita si sposterebbe in Parlamento. Nel caso il governo non ottenesse la fiducia si aprirebbe la strada delle elezioni anticipate ma potrebbe essere il neo senatore a vita a gestire l’esecutivo fino al voto. L’attesa è ora per la decisione ufficiale che il Cavaliere ed il Pdl prenderanno entro oggi nel corso dell’ufficio di presidenza. La linea che emergerà da questa riunione sarà poi illustrata al Capo dello Stato. Nonostante nessuno nel partito si senta pronto a scommettere su uno scenario diverso rispetto a quello di un governo Monti, la tensione è alle stelle.

Quello che emerge sopra a tutto è un Berlusconi rabbioso e pronto a far valere fino in fondo il proprio con orgoglio. Quasi certa l’opzione Alfano al quale, il prmier, vorrebbe affidare un mandato esplorativo. Il punto per Berlusconi è chiaro. “Tutto posso accettare ma non di essere umiliato”. Tradotto: il Cavaliere è convinto che le consultazioni Napolitano le stia già facendo con Monti e facendo sponda con i leader europei.

Una confusione che investe il capo del governo, costretto a dover mediare per evitare rotture, ma al contempo, fortemente irritato per la gestione ‘dell’affairè . Il premier, raccontano i fedelissimi, si sente tagliato fuori dalle trattative per la formazione del nuovo esecutivo e, soprattutto, non accetta di essere tenuto all’oscuro sul programma che il Pdl dovrebbe votare. Un ragionamento condiviso dallo stato maggiore del partito e che mette d’accordo sia i fan del governo tecnico che il fronte pro elezioni. Questo, a detta di molti nel partito, giustificherebbe l’ipotesi di lanciare come candidatura alternativa quella del segretario del Pdl Angelino Alfano sponsorizzato anche dai lumbard (l’altra ipotesi circolata è quella di Lamberto Dini, nome che incontrerebbe il gradimento della Lega, sondata dagli ambasciatori pidiellini). In realtà, la controproposta che il Cavaliere starebbe valutando rappresenta l’arma con cui minacciare di far saltare il banco in caso di esclusione dalle decisioni su programma e squadra del nuovo esecutivo.

L’opposizione resta in attesa. Nelle ultime ore, dopo l’apertura di Antonio di Pietro, ha ritrovato la compattezza nell’appoggiare un esecutivo guidato dal presidente della Bocconi: “Siamo pronti a sostenere un governo guidato da Monti”, dice il leader del Pd Pier Luigi Bersani che definisce anche le caratteristiche del nuovo esecutivo: “Non stiamo parlando di grandi coalizioni, nè di unità nazionale ma di un governo di emergenza e di transizione, su indicazione del Capo dello Stato”.

L’Italia dei Valori, dopo le resistenze iniziali, si mostra dunque disponibile a dare il suo appoggio: “a Monti come persona ed economista do e darò tutto l’appoggio possibile”, spiega Di Pietro che però si riserva l’ok definitivo solo dopo aver chiari il programma, la squadra di governo e la durata temporale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 12:12

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:[quote

http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,44 ... ibile.aspx" onclick="window.open(this.href);return false;

10/11/2011 12.37 Commenti - Piazza Affari

Berlusconi: Monti scelta ineludibile


FTA Online News

Dopo aver confermato le proprie dimissioni subito dopo il varo della legge di stabilità e aver nominato Angelino Alfano come possibile successore nel Pdl, il premier Silvio Berlusconi ha giudicato ineludibile la scelta di affidare un governo tecnico a Mario Monti come implicitamente indicato ieri sera dal presidente della Repubblica Napolitano. Dichiarazioni che infiammano ulteriormente i contrasti tra gli schieramenti nella maggioranza e in particolare tra Pdl e Lega, che si dice da tempo assolutamente contraria a un nuovo governo guidato da Monti.

(GD)
Doddi oggi non abbiamo 10.
Ti posto una news fresca di giornata:



Sul governo Monti il Pdl va in frantumi
L’Fmi chiede all’Italia di fare in fretta
Berlusconi ora gioca la carta dell'orgoglio e rilancia sull'opzione Alfano al quale dare un mandato esplorativo. Oggi, intanto, la legge della Stabilità arriva alla Camera. Dopo l'approvazione il Cavaliere salirà al Colle per rassegnare la dimissioni
Licenziato dal Senato il maxiemendamento, Silvio Berlusconi, dopo l’approvazione della legge di stabilità a Montecitorio, si recherà oggi al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Domani il capo dello Stato procederà con le consultazioni per arrivare, probabilmente entro domenica, ad assegnare il nuovo incarico. Per il Colle il nome è uno solo, quello di Mario Monti, ieri al debutto al palazzo Madama come senatore a vita. L’ex commissario europeo resta anche il candidato di tutte le opposizioni, a sorpresa anche dell’Idv disponibile a dare il suo appoggio a determinate condizioni. Ma, almeno al momento, non più del Cavaliere, alle prese con una vera e propria rivolta nel suo partito contro un esecutivo tutto tecnico. tant’è che rilancia con Angelino Alfano e Lamberto Dini. Per quanto riguarda, invece, la road map di Monti l’obiettivo è stilare una lista di tecnici da portare a palazzo Chigi. In sostanza un governo non più di larghe intese, ma una sorta di governo della protezione civile per traghettare, nel più breve tempo possibile, l’Italia fuori dalla crisi. L’idea, ormai chiara a tutti, è che fallire l’idea Monti e andare subito a elezioni significherebbe default per l’Italia.

Intanto, dopo la nomina di Monti a senatore a vita e la presa posizione di Napolitano su un governo tecnico, il Fondo monetario internazionale riconosce i “progressi significativi” delle ultime ore in Italia. Dopodiché, però, si attende “entro pochi giorni” la nomina di un nuovo presidente del Consiglio. Questa la posizione nettissima di Christine Lagarde, direttore del Fondo, arrivata in Giappone accompagnata dalle preoccupazioni per l’evolversi del quadro europeo, segnato in questi giorni dalla designazione di Lucas Papademos alla guida di un nuovo governo ad Atene, dalle dimissioni di Silvio Berlusconi e dal passaggio della legge di stabilita’ nel Parlamento italiano. “Ciò che vogliamo al Fondo monetario e’ chiarezza e stabilita’ politica. Credo che siano stati fatti progressi significativi”, ha detto Lagarde, che ha lodato sia il banchiere greco appena sbarcato in politica sia Mario Monti, nominato senatore a vita e da molti analisti indicato come il prossimo presidente del Consiglio incaricato. “Stimo Mario Monti, lo conosco bene ed è estremamente competente”, ha detto a Sky Tg 24 il direttore del Fondo. “Conosco bene Lucas Papademos, con lui saremo in gradi di far ripartire il lavoro”. “Quanto all’Italia, mi compiaccio che il Senato abbia approvato il piano di riforme” e “suppongo che, dopo le dimissioni di Berlusconi, un incarico sara’ dato entro pochi giorni, e sara’ un nuovo segnale di chiarezza e credibilita’ politica, cruciale per stabilizzare la situazione”.

Alla luce della giornata di ieri (leggi la cronaca ora per ora), nella maggioranza regna però il caos più completo. La Lega Nord ribadisce la sua contrarietà a Monti, così come una parte del Pdl. L’ennesimo giro di consultazioni che il premier ha tenuto a palazzo Grazioli ha registrato l’ennesima fumata nera. Lo stallo è totale. La situazione viene tenuta sotto stretta osservazione dal Quirinale. Giorgio Napolitano aspetterà di concludere il giro di consultazioni prima di prendere una decisione sull’incarico anche se, sottolineano fonti parlamentari, la vicenda appare già decisa. Anche di fronte alla contrarietà del Pdl il Colle potrebbe decidere di conferire lo stesso l’incarico all’ex commissario europeo. A quel punto la partita si sposterebbe in Parlamento. Nel caso il governo non ottenesse la fiducia si aprirebbe la strada delle elezioni anticipate ma potrebbe essere il neo senatore a vita a gestire l’esecutivo fino al voto. L’attesa è ora per la decisione ufficiale che il Cavaliere ed il Pdl prenderanno entro oggi nel corso dell’ufficio di presidenza. La linea che emergerà da questa riunione sarà poi illustrata al Capo dello Stato. Nonostante nessuno nel partito si senta pronto a scommettere su uno scenario diverso rispetto a quello di un governo Monti, la tensione è alle stelle.

Quello che emerge sopra a tutto è un Berlusconi rabbioso e pronto a far valere fino in fondo il proprio con orgoglio. Quasi certa l’opzione Alfano al quale, il prmier, vorrebbe affidare un mandato esplorativo. Il punto per Berlusconi è chiaro. “Tutto posso accettare ma non di essere umiliato”. Tradotto: il Cavaliere è convinto che le consultazioni Napolitano le stia già facendo con Monti e facendo sponda con i leader europei.

Una confusione che investe il capo del governo, costretto a dover mediare per evitare rotture, ma al contempo, fortemente irritato per la gestione ‘dell’affairè . Il premier, raccontano i fedelissimi, si sente tagliato fuori dalle trattative per la formazione del nuovo esecutivo e, soprattutto, non accetta di essere tenuto all’oscuro sul programma che il Pdl dovrebbe votare. Un ragionamento condiviso dallo stato maggiore del partito e che mette d’accordo sia i fan del governo tecnico che il fronte pro elezioni. Questo, a detta di molti nel partito, giustificherebbe l’ipotesi di lanciare come candidatura alternativa quella del segretario del Pdl Angelino Alfano sponsorizzato anche dai lumbard (l’altra ipotesi circolata è quella di Lamberto Dini, nome che incontrerebbe il gradimento della Lega, sondata dagli ambasciatori pidiellini). In realtà, la controproposta che il Cavaliere starebbe valutando rappresenta l’arma con cui minacciare di far saltare il banco in caso di esclusione dalle decisioni su programma e squadra del nuovo esecutivo.

L’opposizione resta in attesa. Nelle ultime ore, dopo l’apertura di Antonio di Pietro, ha ritrovato la compattezza nell’appoggiare un esecutivo guidato dal presidente della Bocconi: “Siamo pronti a sostenere un governo guidato da Monti”, dice il leader del Pd Pier Luigi Bersani che definisce anche le caratteristiche del nuovo esecutivo: “Non stiamo parlando di grandi coalizioni, nè di unità nazionale ma di un governo di emergenza e di transizione, su indicazione del Capo dello Stato”.

L’Italia dei Valori, dopo le resistenze iniziali, si mostra dunque disponibile a dare il suo appoggio: “a Monti come persona ed economista do e darò tutto l’appoggio possibile”, spiega Di Pietro che però si riserva l’ok definitivo solo dopo aver chiari il programma, la squadra di governo e la durata temporale.
Il PDL è un grande partito e ci sono posizioni contrastanti e diverse.
Ci sarà una riunione che deciderà se riuscirà a falro.
Ci potrebbero anche essere delle spaccature interne e qualche ulteriore fuoriuscita.
Berlusconi è favorevole, Napolitano senza il suo consenso non avrebbe messo in atto tutto ciò, ma ora la decisione la prenderà il partito ed a seconda dei numeri che verranno fuori si capirà se questo governo tecnico-ambulanza-montalbano potrà farsi o meno.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 12:16

doddi ha scritto:[quote

Il PDL è un grande partito e ci sono posizioni contrastanti e diverse.
Ci sarà una riunione che deciderà se riuscirà a falro.
Ci potrebbero anche essere delle spaccature interne e qualche ulteriore fuoriuscita.Berlusconi è favorevole, Napolitano senza il suo consenso non avrebbe messo in atto tutto ciò, ma ora la decisione la prenderà il partito ed a seconda dei numeri che verranno fuori si capirà se questo governo tecnico-ambulanza-montalbano potrà farsi o meno.
Se ci sarà la fuoriuscita,dal pdl,di quei parlamentari che saranno disposti a sostenere Monti è un altro discorso.
Ma che il pdl,vista la volontà di Berlusconi,appoggi Monti,non ci penso minimamente.
Perchè con Monti,Berlusconi sa benissimo che leggi ad personam se le può scordare.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 12:36

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:[quote

Il PDL è un grande partito e ci sono posizioni contrastanti e diverse.
Ci sarà una riunione che deciderà se riuscirà a falro.
Ci potrebbero anche essere delle spaccature interne e qualche ulteriore fuoriuscita.Berlusconi è favorevole, Napolitano senza il suo consenso non avrebbe messo in atto tutto ciò, ma ora la decisione la prenderà il partito ed a seconda dei numeri che verranno fuori si capirà se questo governo tecnico-ambulanza-montalbano potrà farsi o meno.
Se ci sarà la fuoriuscita,dal pdl,di quei parlamentari che saranno disposti a sostenere Monti è un altro discorso.
Ma che il pdl,vista la volontà di Berlusconi,appoggi Monti,non ci penso minimamente.
Perchè con Monti,Berlusconi sa benissimo che leggi ad personam se le può scordare.
Tu pensi che Berlusconi non abbia avuto un qualche tipo di "garanzia" da parte di Napolitano? :scrolleye:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AaBNxGKE" onclick="window.open(this.href);return false;
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
suonatore Jones

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da suonatore Jones » 12/11/2011, 12:56

doddi ha scritto:
Tu pensi che Berlusconi non abbia avuto un qualche tipo di "garanzia" da parte di Napolitano? :scrolleye:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AaBNxGKE" onclick="window.open(this.href);return false;

siete troppo furbi.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 13:17

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:
doddi ha scritto:[quote

Il PDL è un grande partito e ci sono posizioni contrastanti e diverse.
Ci sarà una riunione che deciderà se riuscirà a falro.
Ci potrebbero anche essere delle spaccature interne e qualche ulteriore fuoriuscita.Berlusconi è favorevole, Napolitano senza il suo consenso non avrebbe messo in atto tutto ciò, ma ora la decisione la prenderà il partito ed a seconda dei numeri che verranno fuori si capirà se questo governo tecnico-ambulanza-montalbano potrà farsi o meno.
Se ci sarà la fuoriuscita,dal pdl,di quei parlamentari che saranno disposti a sostenere Monti è un altro discorso.
Ma che il pdl,vista la volontà di Berlusconi,appoggi Monti,non ci penso minimamente.
Perchè con Monti,Berlusconi sa benissimo che leggi ad personam se le può scordare.
Tu pensi che Berlusconi non abbia avuto un qualche tipo di "garanzia" da parte di Napolitano? :scrolleye:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AaBNxGKE" onclick="window.open(this.href);return false;
Monti ha detto che farà un governo di soli tecnici,per la giustizia gira il nome di un ex giudice della corte Costituzionale.
Proprio per questo Silvio non lo vuole,e preferirebbe invece Alfano o Letta alla presidenze del Consiglio.
Lascia perdere quello che dicevano i giornali del 10,leggiti quelli di oggi.
Due giorni fa l'idv era contro l'esecutivo tecnico e oggi lo appoggia.
Tieniti aggiornato. :mrgreen:
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2752
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da io2 » 12/11/2011, 13:26

reggino ha scritto: Monti ha detto che farà un governo di soli tecnici,per la giustizia gira il nome di un ex giudice della corte Costituzionale.
Proprio per questo Silvio non lo vuole,e preferirebbe invece Alfano o Letta alla presidenze del Consiglio.
Lascia perdere quello che dicevano i giornali del 10,leggiti quelli di oggi.
Due giorni fa l'idv era contro l'esecutivo tecnico e oggi lo appoggia.
Tieniti aggiornato. :mrgreen:
Di Pietro ha detto che potrebbe appoggiarlo se c'è certezza di durata, ma l'intenzione di Napolitano e di arrivare a fine legislatura quindi Di Pietro non accetterà mai questo.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 13:31

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:
reggino ha scritto: Se ci sarà la fuoriuscita,dal pdl,di quei parlamentari che saranno disposti a sostenere Monti è un altro discorso.
Ma che il pdl,vista la volontà di Berlusconi,appoggi Monti,non ci penso minimamente.
Perchè con Monti,Berlusconi sa benissimo che leggi ad personam se le può scordare.
Tu pensi che Berlusconi non abbia avuto un qualche tipo di "garanzia" da parte di Napolitano? :scrolleye:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AaBNxGKE" onclick="window.open(this.href);return false;
Monti ha detto che farà un governo di soli tecnici,per la giustizia gira il nome di un ex giudice della corte Costituzionale.
Proprio per questo Silvio non lo vuole,e preferirebbe invece Alfano o Letta alla presidenze del Consiglio.
Lascia perdere quello che dicevano i giornali del 10,leggiti quelli di oggi.
Due giorni fa l'idv era contro l'esecutivo tecnico e oggi lo appoggia.
Tieniti aggiornato. :mrgreen:
Per me possono pure rompergli il filetto se se lo merita, figurati.
Io ti parlo di cose che dovrebbero essere ovvie, per chiunque.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 13:34

doddi ha scritto:[quote=

Per me possono pure rompergli il filetto se se lo merita, figurati.
Io ti parlo di cose che dovrebbero essere ovvie, per chiunque.
Io penso che Sacajola,Pisanu e Frattini si faranno un gruppo autonomo e sosterrano Monti.
Mentre PDl e Lega faranno opposizione.
Perchè se è come dici tu, tutte queste discussioni e liti-penso a quelle tra frattini e la russa-non ci sarebbero state.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 13:36

io2 ha scritto:
reggino ha scritto: Monti ha detto che farà un governo di soli tecnici,per la giustizia gira il nome di un ex giudice della corte Costituzionale.
Proprio per questo Silvio non lo vuole,e preferirebbe invece Alfano o Letta alla presidenze del Consiglio.
Lascia perdere quello che dicevano i giornali del 10,leggiti quelli di oggi.
Due giorni fa l'idv era contro l'esecutivo tecnico e oggi lo appoggia.
Tieniti aggiornato. :mrgreen:
Di Pietro ha detto che potrebbe appoggiarlo se c'è certezza di durata, ma l'intenzione di Napolitano e di arrivare a fine legislatura quindi Di Pietro non accetterà mai questo.
Ma io non penso che arrivi fino a fine legislatura, credo che in Primavera si tornerà a votare.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 13:39

reggino ha scritto:
io2 ha scritto:
reggino ha scritto: Monti ha detto che farà un governo di soli tecnici,per la giustizia gira il nome di un ex giudice della corte Costituzionale.
Proprio per questo Silvio non lo vuole,e preferirebbe invece Alfano o Letta alla presidenze del Consiglio.
Lascia perdere quello che dicevano i giornali del 10,leggiti quelli di oggi.
Due giorni fa l'idv era contro l'esecutivo tecnico e oggi lo appoggia.
Tieniti aggiornato. :mrgreen:
Di Pietro ha detto che potrebbe appoggiarlo se c'è certezza di durata, ma l'intenzione di Napolitano e di arrivare a fine legislatura quindi Di Pietro non accetterà mai questo.
Ma io non penso che arrivi fino a fine legislatura, credo che in Primavera si tornerà a votare.
Da qui alla primavera ci sarà almeno un'altra manovra... non pensarci :thumright
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da aquamoon » 12/11/2011, 14:04

Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da Mariotta » 12/11/2011, 15:31

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:
doddi ha scritto:[quote

Il PDL è un grande partito e ci sono posizioni contrastanti e diverse.
Ci sarà una riunione che deciderà se riuscirà a falro.
Ci potrebbero anche essere delle spaccature interne e qualche ulteriore fuoriuscita.Berlusconi è favorevole, Napolitano senza il suo consenso non avrebbe messo in atto tutto ciò, ma ora la decisione la prenderà il partito ed a seconda dei numeri che verranno fuori si capirà se questo governo tecnico-ambulanza-montalbano potrà farsi o meno.
Se ci sarà la fuoriuscita,dal pdl,di quei parlamentari che saranno disposti a sostenere Monti è un altro discorso.
Ma che il pdl,vista la volontà di Berlusconi,appoggi Monti,non ci penso minimamente.
Perchè con Monti,Berlusconi sa benissimo che leggi ad personam se le può scordare.
Tu pensi che Berlusconi non abbia avuto un qualche tipo di "garanzia" da parte di Napolitano? :scrolleye:


a parte l'impunità cosa?


in generale rifletto qui:
stanno dando il peggio di sè, tutti ...e rappresentano degnamente la parte peggiore del paese.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AaBNxGKE" onclick="window.open(this.href);return false;
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 17:59

aquamoon ha scritto:Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Se è possibile volevo farti una domanda:
secondo te il pdl, allora, questo governo Monti lo sosterrà,rischiando di indebolire la leadership di Alfano,e di perdere gli alleati leghisti?
oppure si andrà al voto?
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2322
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da aquamoon » 12/11/2011, 18:13

reggino ha scritto:
aquamoon ha scritto:Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Se è possibile volevo farti una domanda:
secondo te il pdl, allora, questo governo Monti lo sosterrà,rischiando di indebolire la leadership di Alfano,e di perdere gli alleati leghisti?
oppure si andrà al voto?
Secondo me non si andrà al voto.
Cosa farà il Pdl non è cosa che mi interessi particolarmente... buttare nel cesso una comoda pensioncina per fare un favore a chi probabilmente nemmeno lo vuole, credo sia inconcepibile e conoscendo i soggetti, non me li immagino (esclusi ovviamente quelli che l'hanno già maturata) con le valige in mano.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
io2
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 2752
Iscritto il: 30/04/2011, 12:08
Località: Catona (RC)
Contatta:

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da io2 » 12/11/2011, 18:15

reggino ha scritto:
aquamoon ha scritto:Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Se è possibile volevo farti una domanda:
secondo te il pdl, allora, questo governo Monti lo sosterrà,rischiando di indebolire la leadership di Alfano,e di perdere gli alleati leghisti?
oppure si andrà al voto?
oggi su sky hanno detto che Alfano non avrebbe voglia di presiedere un governo ora visto che si brucerebbe politicamente visto che dovrebbe fare molte cose impopolari.
Io credo che Monti sarà sostenuto.
L'importante non è vincere ma partecipare, con onore, alla sconfitta dell'avversario.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da doddi » 12/11/2011, 18:21

aquamoon ha scritto:
reggino ha scritto:
aquamoon ha scritto:Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Se è possibile volevo farti una domanda:
secondo te il pdl, allora, questo governo Monti lo sosterrà,rischiando di indebolire la leadership di Alfano,e di perdere gli alleati leghisti?
oppure si andrà al voto?
Secondo me non si andrà al voto.
Cosa farà il Pdl non è cosa che mi interessi particolarmente... buttare nel cesso una comoda pensioncina per fare un favore a chi probabilmente nemmeno lo vuole, credo sia inconcepibile e conoscendo i soggetti, non me li immagino (esclusi ovviamente quelli che l'hanno già maturata) con le valige in mano.
:salut
Dipende tutto da loro, se non ti è chiaro, i numeri parlano chiaro.
L'interesse supremo della nazione sarà anteposto a tutto, con percorsi chiari da intraprendere.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 18:22

aquamoon ha scritto:[quote="


Secondo me non si andrà al voto.
Cosa farà il Pdl non è cosa che mi interessi particolarmente... buttare nel cesso una comoda pensioncina per fare un favore a chi probabilmente nemmeno lo vuole, credo sia inconcepibile e conoscendo i soggetti, non me li immagino (esclusi ovviamente quelli che l'hanno già maturata) con le valige in mano.
:salut
Ti ringrazio per la risposta.
Sto leggendo che sta nascendo un nuovo gruppo, il pli, composto da ex parlamentari del pdl che sosterrano Monti,non so se questo basterà.
Ma è chiaro che se il pdl deciderà di appoggiare il nuovo esecutivo tecnico,perderà come alleato la lega,trovandosi i soli Storace e Scilipoti come alleati alle prossime elezioni.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Nuovi scenari all'orizzonte

Messaggio da reggino » 12/11/2011, 18:25

io2 ha scritto:
reggino ha scritto:
aquamoon ha scritto:Se, come già scritto, berlusconi non si metterà di traverso, Monti traghetterà il Paese verso la scadenza naturale della legislatura che è nel 2013,
tale e quale Dini nel 1994.
Essere sicuri che sia necessario fare un'altra manovra dovrebbe AUTOMATICAMENTE convincere che l'unica cosa da fare è licenziare IMMEDIATAMENTE chi,
da agosto in poi, ha già fatto quattro manovre (tre prima e la quarta con la legge di stabilità), dimostrando, ove ancora, pervicacemente, si sostenesse altro,
l'assoluta INEGUADEZZA dell'ormai FU berlusconi IV
That's all folks.
:salut
Se è possibile volevo farti una domanda:
secondo te il pdl, allora, questo governo Monti lo sosterrà,rischiando di indebolire la leadership di Alfano,e di perdere gli alleati leghisti?
oppure si andrà al voto?
oggi su sky hanno detto che Alfano non avrebbe voglia di presiedere un governo ora visto che si brucerebbe politicamente visto che dovrebbe fare molte cose impopolari.
Io credo che Monti sarà sostenuto.



Speriamo...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;
Rispondi