La purezza e la mescolanza

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Rispondi
Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3254
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

La purezza e la mescolanza

Messaggio da onlyamaranto » 24/07/2011, 23:33

Questo è per me un bellissimo pezzo di Michele Serra, non l'unico per la verità, sono spessissimo d'accordo con quello che scrive, e comunque trovo sempre nelle sue amache spunti molto stimolanti...spacialmente l'ultima frase, l'ultimo concetto, lo trovo stupendo.


L’AMACA del 24/07/2011 (Michele Serra).

I fanatici di tutte le latitudini e di tutte le religioni si assomigliano. Sono malati della stessa malattia, la paranoia di chi si sente chiamato da Dio a purificare il mondo, e vede nella morte degli altri lo strumento di questa purificazione. Per estremo paradosso proprio loro, che si considerano testimoni dell’Unica Verità, realizzano una sorta di ecumenismo perfetto: i loro dei sono lo stesso dio violento e odioso, nemico dell’umanità, e il biondo nazi-cristiano di Oslo è uguale all’attentatore islamista che è uguale all’ultrà sionista assassino di Rabin.
Se leggete un po’ di siti (anche italiani) legati al fondamentalismo cristiano, scoprite che l’odio per gli “impuri” (gli omosessuali e gli ebrei in primo luogo) è la farina con la quale questi poveretti impastano la loro follia. Questa follia, fortunatamente, è in genere disarmata, ma alimenta goccia dopo goccia il vaso della paranoia fino a degenerare come ieri in Norvegia. Se lavorassi alla Digos o nelle forze di sicurezza di tutti i paesi della Terra, digiterei come parola chiave “purezza”, perché la purezza è la grande ossessione del fanatico e il suo viatico di morte. Mentre l’impurità, la contaminazione, la mescolanza sono, come sa ogni genetista, la sola fonte della vita.

Da la Repubblica del 24/07/2011.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "