Oggi è 22/05/2018, 20:17
Modifica la dimensione del carattere

Attualità


  • Pubblicità

La Grande Depressione di Reggio

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78


   

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda DoubleD » 12/10/2011, 12:56

Motociclista ha scritto:
DoubleD ha scritto:
Motociclista ha scritto:

Non penso che la sera la sfilata di Audi TT,Porsche,ML,X5,ecc parcheggiate al Bart siano di ingegneri,medici,ecc..basta vedere l'età media di chi scende da tale auto..
C'è chi se la può permettere con un onesto lavoro(e si vede)ma non sono la maggioranza..

vero, ma è pur vero che in mezzo a quelli ci sono anche quei ragazzi che prendono la macchina del padre :salut

si,però molti la usano 7 giorni su 7..cavolo sti padri non le usano mai.. :lol:
A mio avviso ci sono quelli che la prendono in prestito,ma sono contati secondo me...dato che alcuni poi li vedi in giro tutti i giorni su tali auto..


infatti non tutti ma ce ne stanno in larga maggioranza che la prendono dai genitori...

poi ci sono i ragazzi come mio cugino Alessandro (che tu conosci), lui si manteneva la TT (poi venduta per comprare casa, ora gira con una fortwo) ma è pur vero che è ispettore per tutta la calabria del patronato... ci sono casi e casi
:salut
Ultima modifica di DoubleD il 12/10/2011, 13:18, modificato 1 volta in totale.
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2476
Likes: 4 posts
Liked in: 11 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57
Località: MedazZalaNd

  • Pubblicità

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda pellarorc » 12/10/2011, 13:04

un mio amico che lavora alla provincia aveva preso un audi TT usata. L'ha tenuta esattamente 1 anno dopo di che l'ha venduta e ha continuato a girare con la 600 della madre. In quel periodo tutti pensavano fosse ricchissimo!quando invece si dissanguava a benzina visto il suo stipendio normalissimo.
Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2224
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 13:22

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda Motociclista » 12/10/2011, 14:22

fatto sta che son pochi quelli che comprano certe auto/moto per passione..
Lo si fa più per apparire..grave malattia di molti concittadini..
Avatar utente
Motociclista
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 1795
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 18:51

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda DoubleD » 12/10/2011, 20:23

e intaNto ELDO presso la "perla dello stretto"
ieri ha chiuso dando il benservito a ben 24 persone!


:muro:
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2476
Likes: 4 posts
Liked in: 11 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57
Località: MedazZalaNd

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda CALABRESE » 12/10/2011, 20:32

Eldo mi sa che fallisce tutta la catena,ha chiuso in vari posti,Perugia,Campobasso e altri posti.Ma alla Perla dello Stretto che negozi sono rimasti,l'ultima volta che sono andato la maggior parte erano chiusi. :salut
"Preferisco che ci si abbracci quando si fa gol, evitando certe cose."
Avatar utente
CALABRESE
Forumino Malato
Forumino Malato
 
Messaggi: 1144
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 13/05/2011, 13:12

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda DoubleD » 12/10/2011, 20:47

CALABRESE ha scritto:Eldo mi sa che fallisce tutta la catena,ha chiuso in vari posti,Perugia,Campobasso e altri posti.Ma alla Perla dello Stretto che negozi sono rimasti,l'ultima volta che sono andato la maggior parte erano chiusi. :salut


non ho idea di cosa sia rimasto, non ci vado da almeno 2 anni

Eldo si è ritirata da molte città
rimarrà quasi esclusivamente in campania
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2476
Likes: 4 posts
Liked in: 11 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57
Località: MedazZalaNd

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda Lucianeddux » 13/10/2011, 13:58

CALABRESE ha scritto:Eldo mi sa che fallisce tutta la catena,ha chiuso in vari posti,Perugia,Campobasso e altri posti.Ma alla Perla dello Stretto che negozi sono rimasti,l'ultima volta che sono andato la maggior parte erano chiusi. :salut

Alla perla la penalizza moltissimo il fatto che non ci sia un grande supermercato alimentare...come in ogni grande centro commerciale !
Lucianeddux
Forumino Praticante
Forumino Praticante
 
Messaggi: 174
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/06/2011, 17:19

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda OronzoPugliese » 18/10/2011, 11:31

Reggio: ispettori rilevano disavanzo di 170 mln e segnalano gravi elusioni contabili. Al Comune, ora, le controdeduzioni
Martedì 18 Ottobre 2011 09:36


di Giusva Branca - Quasi un mese di ispezione ed un resoconto pesante: la relazione degli ispettori inviati presso l’Amministrazione comunale di Reggio dal Ministero delle Finanze indica una serie di irregolarità contabili rilevate dall’esame dei bilanci comunali nel periodo 2006-2010 che muovono, in primis, da uno sbilancio tra bilancio di previsione e bilancio consuntivo, con questo che “ha presentato sempre grosse differenze rispetto alle previsioni iniziali in tutti gli anni esaminati”, per la qual cosa, si legge nel documento “l’ente non ha rispettato il raggiungimento dell’equilibrio di parte corrente negli anni 2007 e 2008, in relazione ai bilanci di previsione inizialmente approvati”.

Il dato contabile è fortemente contestato dagli ispettori Logoteto e Tatò che sottolineano che, con riferimento al bilancio di previsione per il 2010, “sono stati adottati artifici contabili al fine di occultare la reale situazione finanziaria dell’ente…celando in realtà, un disavanzo di amministrazione al 31.12.09 superiore ai 140 milioni di euro, situazione ulteriormente peggiorata nel 2010 con disavanzo di oltre 160 milioni di euro (in realtà sono quasi 170 n.d.r.)”.

Inoltre gli addebiti avanzati dagli ispettori sottolineano ipotesi di irregolare contabilizzazione dell’anticipazione di tesoreria tra i servizi per conto terzi, una non corretta gestione delle entrate a specifica destinazione, un superamento del limite massimo per anticipazione di tesoreria, omesso versamento di ritenute fiscali, elusione del patto di stabilità attraverso la comunicazione di dati non veritieri.

Un altro elemento di forte criticità riscontrato dagli ispettori sta nel fatto che il Comune abbia sempre riscosso pochissimo rispetto alle previsioni, con la grave rilevazione secondo la quale “le somme conservate a residuo non tengono conto della mancata contabilizzazione a bilancio degli oneri derivanti dal contratto in essere con Reges SpA per l’affidamento dei servizi di accertamento, liquidazione e riscossione delle entrate di natura tributaria a patrimoniale dell’ente”.

Sono numerosissimi i casi di elusione contabile riscontrati e indicati nella relazione.

COSA ACCADRA’ ADESSO

Sul piano della procedura adesso, una volta che la relazione sarà notificata al Comune, questo avrà sessanta giorni di tempo per contro dedurre e ribattere, punto su punto, provando a smontarle, alle eccezioni sollevate e queste controdeduzioni finiranno, unitamente alla relazione, sul tavolo della Corte dei conti che valuterà la situazione nel suo complesso. Per quanto riguarda eventuali profili di responsabilità connessi alle attività dell’apparato burocratico (ad esempio quelli connessi al mancato versamento delle ritenute Irpef) queste sono da tempo all’esame della Procura della Repubblica che, verosimilmente, acquisirà formalmente al fascicolo la relazione ministeriale.

Non sfugge a nessuno, tuttavia, come il soggetto sull’attività del quale, per tabulas, si coagulano la maggior parte delle criticità e delle ipotetiche responsabilità penali e si addensano la massima parte delle nubi, il dirigente Orsola Fallara, sia passato a miglior vita portando con sé numerose di quelle risposte che oggi la relazione ministeriale chiede a un’Amministrazione che, pur nella continuità del colore partitico, è diversa nelle sue espressioni politiche e burocratiche.

E, sul piano politico e della credibilità dei sacrifici richiesti alla popolazione rispetto ad una situazione socioeconomica delicatissima, la palla passa ad Arena, sulle cui spalle, adesso ricade il peso di un edificio che scricchiola.
Immagine
"Mister te sarà ti, muso de mona. Mi son el signor Nereo Rocco"
Avatar utente
OronzoPugliese
Collaboratore
Collaboratore
 
Messaggi: 2430
Likes: 1 post
Liked in: 25 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 11:57

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda DoubleD » 18/10/2011, 12:39

fine mese chiudera' yves roCher
sul corso Garibaldi

:see:


tra un pò di teMpo sul corso vedremO solo negozi cinesi :muro:
'' A Reggina Esti Comu U viagra... faci 'nchianari i cazzi "

Immagine
Avatar utente
DoubleD
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2476
Likes: 4 posts
Liked in: 11 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:57
Località: MedazZalaNd

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda Mariotta » 18/10/2011, 13:03

OronzoPugliese ha scritto:Reggio: ispettori rilevano disavanzo di 170 mln e segnalano gravi elusioni contabili. Al Comune, ora, le controdeduzioni
Martedì 18 Ottobre 2011 09:36


di Giusva Branca - Quasi un mese di ispezione ed un resoconto pesante: la relazione degli ispettori inviati presso l’Amministrazione comunale di Reggio dal Ministero delle Finanze indica una serie di irregolarità contabili rilevate dall’esame dei bilanci comunali nel periodo 2006-2010 che muovono, in primis, da uno sbilancio tra bilancio di previsione e bilancio consuntivo, con questo che “ha presentato sempre grosse differenze rispetto alle previsioni iniziali in tutti gli anni esaminati”, per la qual cosa, si legge nel documento “l’ente non ha rispettato il raggiungimento dell’equilibrio di parte corrente negli anni 2007 e 2008, in relazione ai bilanci di previsione inizialmente approvati”.

Il dato contabile è fortemente contestato dagli ispettori Logoteto e Tatò che sottolineano che, con riferimento al bilancio di previsione per il 2010, “sono stati adottati artifici contabili al fine di occultare la reale situazione finanziaria dell’ente…celando in realtà, un disavanzo di amministrazione al 31.12.09 superiore ai 140 milioni di euro, situazione ulteriormente peggiorata nel 2010 con disavanzo di oltre 160 milioni di euro (in realtà sono quasi 170 n.d.r.)”.

Inoltre gli addebiti avanzati dagli ispettori sottolineano ipotesi di irregolare contabilizzazione dell’anticipazione di tesoreria tra i servizi per conto terzi, una non corretta gestione delle entrate a specifica destinazione, un superamento del limite massimo per anticipazione di tesoreria, omesso versamento di ritenute fiscali, elusione del patto di stabilità attraverso la comunicazione di dati non veritieri.

Un altro elemento di forte criticità riscontrato dagli ispettori sta nel fatto che il Comune abbia sempre riscosso pochissimo rispetto alle previsioni, con la grave rilevazione secondo la quale “le somme conservate a residuo non tengono conto della mancata contabilizzazione a bilancio degli oneri derivanti dal contratto in essere con Reges SpA per l’affidamento dei servizi di accertamento, liquidazione e riscossione delle entrate di natura tributaria a patrimoniale dell’ente”.

Sono numerosissimi i casi di elusione contabile riscontrati e indicati nella relazione.

COSA ACCADRA’ ADESSO

Sul piano della procedura adesso, una volta che la relazione sarà notificata al Comune, questo avrà sessanta giorni di tempo per contro dedurre e ribattere, punto su punto, provando a smontarle, alle eccezioni sollevate e queste controdeduzioni finiranno, unitamente alla relazione, sul tavolo della Corte dei conti che valuterà la situazione nel suo complesso. Per quanto riguarda eventuali profili di responsabilità connessi alle attività dell’apparato burocratico (ad esempio quelli connessi al mancato versamento delle ritenute Irpef) queste sono da tempo all’esame della Procura della Repubblica che, verosimilmente, acquisirà formalmente al fascicolo la relazione ministeriale.

Non sfugge a nessuno, tuttavia, come il soggetto sull’attività del quale, per tabulas, si coagulano la maggior parte delle criticità e delle ipotetiche responsabilità penali e si addensano la massima parte delle nubi, il dirigente Orsola Fallara, sia passato a miglior vita portando con sé numerose di quelle risposte che oggi la relazione ministeriale chiede a un’Amministrazione che, pur nella continuità del colore partitico, è diversa nelle sue espressioni politiche e burocratiche.

E, sul piano politico e della credibilità dei sacrifici richiesti alla popolazione rispetto ad una situazione socioeconomica delicatissima, la palla passa ad Arena, sulle cui spalle, adesso ricade il peso di un edificio che scricchiola.




solo perchè è passata a miglior vita o perchè in effetti sarebbe l'unica responsabile??? :fifi:
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.
Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
 
Messaggi: 1400
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 12/05/2011, 18:24

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda ciesse » 04/12/2011, 8:28

Bella passeggiata ieri sera sul Corso tra negozi chiusi per cessata attività, vendite promozionali,e i poveri fiocchetti rossi ( forse ricavati dal red carpet)....
ciesse
Forumino Scelto
Forumino Scelto
 
Messaggi: 389
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 17:02

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda doddi » 04/12/2011, 13:25

Dal primo gennaio ci saranno molti disoccupati in più in città.
Sono molte le attività che cesseranno l'attività, solo sul Corso ci sono 5 negozi in cerca di subentranti con buonuscita davvero risibile rispetto a ciò che era solo lo scorso anno. Fonte una mia cara amica che svolge attività di intermediazione immobiliare.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
 
Messaggi: 4823
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 11:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda aquamoon » 04/12/2011, 14:40

doddi ha scritto:Dal primo gennaio ci saranno molti disoccupati in più in città.
Sono molte le attività che cesseranno l'attività, solo sul Corso ci sono 5 negozi in cerca di subentranti con buonuscita davvero risibile rispetto a ciò che era solo lo scorso anno. Fonte una mia cara amica che svolge attività di intermediazione immobiliare.


Immagino tu riferisca alla crisi mondiale la responsabilità per l'aumento della disoccupazione locale.
Con la stessa motivazione immagino, spieghi la moria delle attività commerciali.
Secondo te, come si innesta l'attacco all'euro con la decadance reggina?
Non è una domanda provocatoria è piuttosto la ricerca di un sentire comune senza il quale, ahinoi, non è nemmeno immaginabile una via di fuga.
Fino a quando, insieme, non si determinerà una coscienza civile e civica condivisa con al centro non l'interesse personale ma quello collettivo (non importa che i gatti siano bianchi o neri, l'importante è che acchiappino i topi), è da matti pensare di poter risolvere qualsivoglia problema. Fino a quando si eleggeranno i propri referenti politici rispondendo a soli e semplici criteri monocromatici, ignorando l'esistenza degli altri colori, saremo condannati al mantenimento dello statu quo che, al momento............................ non credo sia l'ideale, nemeno per i daltonici.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2320
Likes: 5 posts
Liked in: 6 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:59

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda doddi » 04/12/2011, 14:58

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto:Dal primo gennaio ci saranno molti disoccupati in più in città.
Sono molte le attività che cesseranno l'attività, solo sul Corso ci sono 5 negozi in cerca di subentranti con buonuscita davvero risibile rispetto a ciò che era solo lo scorso anno. Fonte una mia cara amica che svolge attività di intermediazione immobiliare.


Immagino tu riferisca alla crisi mondiale la responsabilità per l'aumento della disoccupazione locale.
Con la stessa motivazione immagino, spieghi la moria delle attività commerciali.
Secondo te, come si innesta l'attacco all'euro con la decadance reggina?
Non è una domanda provocatoria è piuttosto la ricerca di un sentire comune senza il quale, ahinoi, non è nemmeno immaginabile una via di fuga.
Fino a quando, insieme, non si determinerà una coscienza civile e civica condivisa con al centro non l'interesse personale ma quello collettivo (non importa che i gatti siano bianchi o neri, l'importante è che acchiappino i topi), è da matti pensare di poter risolvere qualsivoglia problema. Fino a quando si eleggeranno i propri referenti politici rispondendo a soli e semplici criteri monocromatici, ignorando l'esistenza degli altri colori, saremo condannati al mantenimento dello statu quo che, al momento............................ non credo sia l'ideale, nemeno per i daltonici.
:salut


Se riuscirai a trovarmi una camera di commercio italiana con un saldo positivo aperture chiusure nel 2011 sarei lieto di prendere nota di un'isola felice.
Possibile che riesci a fare solo demagogia?

Andando nel nostro territorio, nello specifico. A Reggio, oltre al discorso generale crisi economica, al momento manca l'apporto dei due attori economici più importanti degli ultimi anni: enti locali e 'ndrangheta. Entrambi paralizzati.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
 
Messaggi: 4823
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 11:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda aquamoon » 04/12/2011, 15:09

doddi ha scritto:
Se riuscirai a trovarmi una camera di commercio italiana con un saldo positivo aperture chiusure nel 2011 sarei lieto di prendere nota di un'isola felice.
Possibile che riesci a fare solo demagogia?

Andando nel nostro territorio, nello specifico. A Reggio, oltre al discorso generale crisi economica, al momento manca l'apporto dei due attori economici più importanti degli ultimi anni: enti locali e 'ndrangheta. Entrambi paralizzati.


A te piace guardare i saldi, io preferisco i bilanci, quelli che hanno una data di partenza ed una d'arrivo.
Mi è sembrato di aver letto qualcosa sugli Enti che sarebbero paralizzati come (o insieme?) alla criminalità organizzata.
Questo stop simultaneo è un caso o c'è una logica?
Cioè: siamo sfortunati o siamo collusi?
:scratch
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2320
Likes: 5 posts
Liked in: 6 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:59

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda doddi » 04/12/2011, 15:11

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto:
Se riuscirai a trovarmi una camera di commercio italiana con un saldo positivo aperture chiusure nel 2011 sarei lieto di prendere nota di un'isola felice.
Possibile che riesci a fare solo demagogia?
Andando nel nostro territorio, nello specifico. A Reggio, oltre al discorso generale crisi economica, al momento manca l'apporto dei due attori economici più importanti degli ultimi anni: enti locali e 'ndrangheta. Entrambi paralizzati.


A te piace guardare i saldi, io preferisco i bilanci, quelli che hanno una data di partenza ed una d'arrivo.
Mi è sembrato di aver letto qualcosa sugli Enti che sarebbero paralizzati come (o insieme?) alla criminalità organizzata.
Questo stop simultaneo è un caso o c'è una logica?
Cioè: siamo sfortunati o siamo collusi?
:scratch


Non farmi fare copia incolla... vedi se trovi la risposta da te :okok:
Eppure qualqche spunto di discussione interessante l'avrei pure dato.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
 
Messaggi: 4823
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 11:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda aquamoon » 04/12/2011, 15:32

doddi ha scritto:
Non farmi fare copia incolla... vedi se trovi la risposta da te :okok:
Eppure qualqche spunto di discussione interessante l'avrei pure dato.


:o.o:
Cioè:
mi autorizzi a cantarmela e suonarmela da solo e stabilisci che le cose interessanti sono quelle che dai tu... le altre non sono nemmeno degne di risposta.
Grazie.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2320
Likes: 5 posts
Liked in: 6 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:59

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda doddi » 04/12/2011, 20:30

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto:
Non farmi fare copia incolla... vedi se trovi la risposta da te :okok:
Eppure qualqche spunto di discussione interessante l'avrei pure dato.


:o.o:
Cioè:
mi autorizzi a cantarmela e suonarmela da solo e stabilisci che le cose interessanti sono quelle che dai tu... le altre non sono nemmeno degne di risposta.
Grazie.
:salut


Prego figurati, anche se non è come dici tu, mi riferivo ad un'approccio pragmatico.

Quando incide la presenza della 'ndrangheta nello sviluppo o nel fermo attuale dell'economia della nostra città e provincia?
Non basta dire che siamo depressi, marci, invasi, prova a quantificare quanti soldi di 'ndranghete ogni giorno giravano/girano nelle tasche e nelle banche di Reggio e relativa Provincia.
Era questo lo spunto.
Prova ad immaginare questa massa come se fosse un fondo sovrano che decide di investire in un determinato contesto economico. E di colpo smette di investire.
Rifletti e prova a quantificare. Cause ed effetti.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
 
Messaggi: 4823
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 11:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda aquamoon » 04/12/2011, 22:34

doddi ha scritto:Prego figurati, anche se non è come dici tu, mi riferivo ad un'approccio pragmatico.

Quando incide la presenza della 'ndrangheta nello sviluppo o nel fermo attuale dell'economia della nostra città e provincia?
Non basta dire che siamo depressi, marci, invasi, prova a quantificare quanti soldi di 'ndranghete ogni giorno giravano/girano nelle tasche e nelle banche di Reggio e relativa Provincia.
Era questo lo spunto.
Prova ad immaginare questa massa come se fosse un fondo sovrano che decide di investire in un determinato contesto economico. E di colpo smette di investire.
Rifletti e prova a quantificare. Cause ed effetti.


E tu prova a rispondere ad una semplicissima domanda:
Negli ultimi 10 anni, il PIL della ndrangheta è aumentato o è diminuito?
Noi non siamo depressi, marci e invasi. Siamo male amministrati.
La ndrangheta non ha aumentato il "fatturato" soltanto nella nostra città, lo ha aumentato dappertutto.
La massa di denaro che tu lamenti mancare non poteva che fare questa fine.
Il denaro cattivo può funzionare nel breve periodo, nel medio o lungo... non tanto.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi
Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
 
Messaggi: 2320
Likes: 5 posts
Liked in: 6 posts
Iscritto il: 11/05/2011, 12:59

Re: La Grande Depressione di Reggio

Messaggioda doddi » 05/12/2011, 1:17

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto:Prego figurati, anche se non è come dici tu, mi riferivo ad un'approccio pragmatico.

Quando incide la presenza della 'ndrangheta nello sviluppo o nel fermo attuale dell'economia della nostra città e provincia?
Non basta dire che siamo depressi, marci, invasi, prova a quantificare quanti soldi di 'ndranghete ogni giorno giravano/girano nelle tasche e nelle banche di Reggio e relativa Provincia.
Era questo lo spunto.
Prova ad immaginare questa massa come se fosse un fondo sovrano che decide di investire in un determinato contesto economico. E di colpo smette di investire.
Rifletti e prova a quantificare. Cause ed effetti.


E tu prova a rispondere ad una semplicissima domanda:
Negli ultimi 10 anni, il PIL della ndrangheta è aumentato o è diminuito?
Noi non siamo depressi, marci e invasi. Siamo male amministrati.
La ndrangheta non ha aumentato il "fatturato" soltanto nella nostra città, lo ha aumentato dappertutto.
La massa di denaro che tu lamenti mancare non poteva che fare questa fine.
Il denaro cattivo può funzionare nel breve periodo, nel medio o lungo... non tanto.
:salut


Mi pare ovvio che sia aumentato visto che è aumentato il traffico di stupefacenti, di rifuti, le estorsioni, l'usura, ecc...
Ma tu, ripeto, hai mai provato a quantificare l'impatto sul nostro specifico territorio?
C'è un topic sui sequestri di beni, se verifichi, in dirca tre mesi siamo quasi al miliardo di euro solo nella nostra provincia. Lo aggiorno settimanalmente.
Sai quat'è un miliardo, per un'economia come la nostra, posto sotto sequestro?
Se infine poni come condizione che la nascita di questi potentati economici ed imprenditoriali richiede la morte di quelli sani il danno è triplice: in primo luogo il soffocamento delle attività pulite, la nascita e lo sviluppo di quelle 'ndranghetiste, ed il vuoto totale dopo per la disintegrazione del tessuto economico con duplice drenaggio di risorse; 'ndrangheta imprenditore che chiude - stato che sequestra alla 'ndrangheta avviando alla morte naturale dell'attività, e lavoro che finisce per tanti, anche se alle condizioni dell'imprenditore delinquente che sfrutta con condizioni economiche già decurtate alla fonte e/o lavoro nero, pochi e/o neri ma sempre soldi che girano/giravano. Ed ora, in questa fase, di soldi in loco non ne tirano più fuori per paura di essere beccati, magari rivolgendosi ad altri mercati dove ancora gli è possibile mimetizzarsi.
E questa è solo la cima di uno monti della catena himalayana visto che di contanti non se ne trovano mai e che ogni anno il pil della 'ndrangheta è di circa 25 mld di euro. Per cui se tutto va bene si resce a mettere le mani sul 10 % di ciò che annualmente ed esponezialmente continua a crescere.
Ed i delinquenti comprano auto, vestiti, scarpe, cibo, vanno al ristorante, si fanno casa, ecc... Non possiamo mica solo andare avanti con il 35% di pil degli impiegati della pubblica amministrazione, seppur sovraassistiti ed infilati dentro il sistema in sovrannumero, che di questo passo non avranno neppure i soldi per la pizza una volta al mese.
Sai quanto tempo ci vuole prima che riparta il tutto ai livelli ante cavallette, senza neppure averle ancora lontanamente debellate ?
Quando distruggi un tessuto ( mi riferisco a quello sano) economico ed imprenditoriale già debole come il nostro, è come se fosse appena finita una guerra mondiale. Solo macerie senza risorse per la ricostruzione.
Mi sà che non ti era ben chiaro nelle dimensioni che impattano sulla nostra comunità. Oppure ti eri soffermato su altro... magari le solite tarantelle di piazza italia e via cardinale portanova. Briciole rispetto a tutto questo, briciole invisibili.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
 
Messaggi: 4823
Likes: 0 post
Liked in: 0 post
Iscritto il: 11/05/2011, 11:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

PrecedenteProssimo

Torna a Attualità

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

User Menu