Italia declassata

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 20/09/2011, 21:34

Regmi ha scritto:
Violins&RosesEnough ha scritto:
pellarorc ha scritto:i bund tedeschi nn sono un affare ma di certo è sempre meglio che comprare quelli di altri paesi. interessi minimi per un rischio minimo.
Chi nn la pensava così ha comprato bond argentini e si sa come è finita.
Sono pienamente d'accordo a metà con te (cit.) :thumleft

Io ho comprato bond argentini e ci ho guadagnato un botto (9% di interesse all'anno!) e sono scaduti poco prima del crollo, ma stavo in campana.
L'elemento specifico che caratterizza i bond italiani è che ci sono 11 trilioni di capitalizzazione delle formichine italiane, da cui all'occorrenza spremere, alla Amato, senza considerare poi i beni della chiesa in territorio italiano.

Quindi se io avessi soldi da investire, ma purtroppo adesso non ce li ho disponibili, punterei ad occhi chiusi sui bond italiani senza se e senza ma, già se fossi un tetesko, figuriamoci se da italiano non mi devo porre il problema di autotutelarmi.

Viceversa, se io penso di condurre una battaglia politica offrendo il fianco a speculatori che non aspettano altro che trovare un branco di sardine da spaventare e pescare, farei un pessimo affare, autoflagellandomi e non accorgendomi di essere sardina involontaria anch'io.

In questo post, per esempio, stiamo dando enfasi ad un declassamento che equivale, correggimi se sbaglio, a perdere la restituzione di una quota dell'ordine dell'1 o pochi per mille (usando il metodo di Fitch, ed andando a memoria coi numeri che vagamente ricordo), a fronte di una aumento dei tassi di interesse di qualche per cento di rendimento, circa 10 volte di meno! Quindi stiamo disquisendo dell'importanza della luce della luna, o della classica pagliuzza che ci fa scordare la trave.

Di questi percento stanno approfittando gli speculatori, S.B. compreso, sarebbe ora che ce ne rendessimo conto.
Da quel poco che l''italiano medio capisce è che quell'aumento del tasso d'interesse produce un maggior esborso da parte dello Stato che va coperto.
Ergo nuova manovra di aggiustamento che si aggiunge al buco che si creerà per via della non realistica crescita stimata da commercialista di toro infoiato.
Creazione di tensione (sociale) preterintenzionale, puoi riassumere così.
I cialtroni lanciano la bombetta puzzolente e probabilmente non ci arrivano neppure, nella speranza di giocare il jolly per posare i loro sederini riposati su qualche poltroncina per qualche mesetto, i magnifici 1000 contano i soldini.

Molto bravi, encomio solenne :read:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Italia declassata

Messaggio da aquamoon » 20/09/2011, 21:35

doddi ha scritto: L'importante è scaraventare un topolino, scorreggiante, in mezzo al branco di elefanti. O un pirito, per rimanre in tema, sull'autobus stracolmo,S&P è la fonte della fuoriscita di puzza, al servizio di chi lo possiede, al fine di creare il circolo vizioso per creare ricchezza distruggendone altrove.
Ed in questo le opposizioni italiane, stanno dimostrando quanto tengano al paese pur di buttare fuori dalla porta l'Incubo supremo.
E' un gioco troppo sporco oramai portato ai massimi livelli da chi ha iniziato la partita, e non si tratta dell'incubo, che può e deve, a mio avviso, essere accusato di abuso di difesa, che è pur sempre un reato in questa vicenda nauseabonda.

Stai pur certa che il conto non lo pagherà solo chi ha la possibilità di staddare assegni da mezzo miliardo di euro... sarà molto più salato per gli altri incoscienti.

E quindi, cosa dovremmo fare?
Dichiarare guerra a chi?
Non te la prendere con le opposizioni ( a proposito da quand'è che ci sono?), è il Governo (con la "g" maiuscola) che deve reagire e convincere.
Se questo governo (con la "g" minuscola") non convince più nessuno se non i 316 a libro paga che lo mantengono in vita... cosa c'entrano quelli che tra le altre cose fino ad ieri non esistevano?
Il problema non è Di Pietro o chi vuoi tu, il problema è che il tuo eletto conta nel resto del mondo quanto il due di coppe quando la briscola è a denari.
Se poi vogliamo raccontarla tutta, quando nel 2006 (dopo cinque anni di governo berlusconi) subimmo il primo declassamento, la faccia di tolla chiamato anche berlusconi, lui sì che mostrò attaccamento al Paese:
LE AGENZIE DI RATING DECLASSANO L´ITALIA. PRODI: "GIUDIZIO PREVISTO, MIGLIOREREMO". BERLUSCONI: ´´IRRESPONSABILE, SE NE VADA´´
http://www.positanonews.it/articoli/311 ... _vada.html" onclick="window.open(this.href);return false;
A te piace pensare che berlusconi e il berlusconismo siano un problema per me e per pochi altri.
La realtà è ben diversa e cominciare a tenerla in considerazione, abbandonando i fantastici mondi di OZ, sarebbe un buon viatico per cominciare a ragionare sul dopo.
Chiedo troppo?
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Italia declassata

Messaggio da Regmi » 20/09/2011, 22:02

doddi ha scritto:

L'importante è scaraventare un topolino, scorreggiante, in mezzo al branco di elefanti. O un pirito, per rimanre in tema, sull'autobus stracolmo,S&P è la fonte della fuoriscita di puzza, al servizio di chi lo possiede, al fine di creare il circolo vizioso per creare ricchezza distruggendone altrove.
Ed in questo le opposizioni italiane, stanno dimostrando quanto tengano al paese pur di buttare fuori dalla porta l'Incubo supremo.
E' un gioco troppo sporco oramai portato ai massimi livelli da chi ha iniziato la partita, e non si tratta dell'incubo, che può e deve, a mio avviso, essere accusato di abuso di difesa, che è pur sempre un reato in questa vicenda nauseabonda.

Stai pur certa che il conto non lo pagherà solo chi ha la possibilità di staddare assegni da mezzo miliardo di euro... sarà molto più salato per gli altri incoscienti.
Come se a sapere a quanto ammonti il debito pubblico, che l’economia sia ferma e che le prospettive di crescita sono pari a zero fossimo solo noi due.
E' un ragionamento che non ha ne capo ne coda. Il solito ritornello di chi, come Gasparri, non ha argomenti validi per difendere l’indifendibile globalmente riconosciuto. Il solito ribaltamento della cruda realtà senza limite di coscienza alcuna.

Venendo al dunque le decisioni di politica economica chi le ha prese e li prende? Il governo a suon di fiducia o le opposizioni?
A leggerti qualche dubbio mi assale ma mi sembra che sia il governo
e se cosi fosse perché si guarda e si critica chi non è responsabile di questo sfacelo mi, e chiedo?


PS -Ti sei dimenticato di specificare chi entra, e di diritto, a far parte della categoria.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

Re: Italia declassata

Messaggio da ERIK LARSSON © » 20/09/2011, 22:12

E' una fortuna per me entrare in questo luogo e leggere, con personaggi cosi informati, di economia.Nevvero trattasi di "rating" da parte di struttura privata, un pò come quando uno presenta il "veritiero" bilancio in banca e lo stesso istituto di credito lo valuta, dando, magari, una ottima performace ed accordando il finanziamento/mutuo...

Complimenti a tutti.
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Italia declassata

Messaggio da Regmi » 20/09/2011, 22:21

ERIK LARSSON © ha scritto:E' una fortuna per me entrare in questo luogo e leggere, con personaggi cosi informati, di economia.Nevvero trattasi di "rating" da parte di struttura privata, un pò come quando uno presenta il "veritiero" bilancio in banca e lo stesso istituto di credito lo valuta, dando, magari, una ottima performace ed accordando il finanziamento/mutuo...

Complimenti a tutti.
Più o meno quello che convintamente ci diceva Piergianni. Un nome un mito...Lo seguivo sempre
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

Re: Italia declassata

Messaggio da ERIK LARSSON © » 20/09/2011, 22:24

Regmi ha scritto:
ERIK LARSSON © ha scritto:E' una fortuna per me entrare in questo luogo e leggere, con personaggi cosi informati, di economia.Nevvero trattasi di "rating" da parte di struttura privata, un pò come quando uno presenta il "veritiero" bilancio in banca e lo stesso istituto di credito lo valuta, dando, magari, una ottima performace ed accordando il finanziamento/mutuo...

Complimenti a tutti.
Più o meno quello che convintamente ci diceva Piergianni. Un nome un mito...Lo seguivo sempre
Un pò come segui l'economia oggi, con il quotidiano nazionale Corriere dello Sport.
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 20/09/2011, 22:27

Regmi ha scritto:
ERIK LARSSON © ha scritto:E' una fortuna per me entrare in questo luogo e leggere, con personaggi cosi informati, di economia.Nevvero trattasi di "rating" da parte di struttura privata, un pò come quando uno presenta il "veritiero" bilancio in banca e lo stesso istituto di credito lo valuta, dando, magari, una ottima performace ed accordando il finanziamento/mutuo...

Complimenti a tutti.
Più o meno quello che convintamente ci diceva Piergianni. Un nome un mito...Lo seguivo sempre
Piccolo Ot sull'OT
Perchè ti ostini a provocarlo sempre con la solita tiritera?
Che è lo sport del lancio delle freccette?
Almeno andassi sul contenuto del post e pure pure..., ci sarebbe un minimo di appiglio :scrolleye:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Avatar utente
ERIK LARSSON ©
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 590
Iscritto il: 13/05/2011, 19:32

Re: Italia declassata

Messaggio da ERIK LARSSON © » 20/09/2011, 22:30

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:
ERIK LARSSON © ha scritto:E' una fortuna per me entrare in questo luogo e leggere, con personaggi cosi informati, di economia.Nevvero trattasi di "rating" da parte di struttura privata, un pò come quando uno presenta il "veritiero" bilancio in banca e lo stesso istituto di credito lo valuta, dando, magari, una ottima performace ed accordando il finanziamento/mutuo...

Complimenti a tutti.
Più o meno quello che convintamente ci diceva Piergianni. Un nome un mito...Lo seguivo sempre
Piccolo Ot sull'OT
Perchè ti ostini a provocarlo sempre con la solita tiritera?
Che è lo sport del lancio delle freccette?
Almeno andassi sul contenuto del post e pure pure..., ci sarebbe un minimo di appiglio :scrolleye:
Ma è inutile "scrollarlo" sui contenuti. Il Corriere dello Sport, la Gazzetta sportiva, Tuttosport sono autorevoli quotidiani con i quali si può fare una cultura economica molto più seriamente che quel catinazzo di solfa del "Il Sole 24 ore" (che poi non è consigliabile per chi vota a sinistra, dato che è il giornale di Confindustria).
Immagine


http://www.youtube.com/watch?v=0hUrcGCQV1g" onclick="window.open(this.href);return false;

tito
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 242
Iscritto il: 15/05/2011, 22:51
Località: Casteddu

Re: Italia declassata

Messaggio da tito » 20/09/2011, 22:36

doddi ha scritto:
Sono 10 anni almeno che vado dicendo che secondo me ( e tanti altri ) il mondo è retto da meno di mille famiglie e non dai popoli e dai loro eletti o autorità finanziarie e monetarie :read:
Nell'ipotesi che doddi non sia uno stupido (nell'accezione del prof Cipolla, cioè di una persona nel proprio agire causa un danno agli altri e contemporaneamente anche a stesso - lungi da me qualunque tipo di offesa personale), considerando la tranquillità e la pacificità con cui vive la profonda crisi dell'Italia e del suo debito, bisogna necessariamente concludere che il qui presente doddi fa parte di una delle suddette 1000 famiglie.

Se facciamo il botto...

ricordati degli amici!!!

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 20/09/2011, 22:39

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto: L'importante è scaraventare un topolino, scorreggiante, in mezzo al branco di elefanti. O un pirito, per rimanre in tema, sull'autobus stracolmo,S&P è la fonte della fuoriscita di puzza, al servizio di chi lo possiede, al fine di creare il circolo vizioso per creare ricchezza distruggendone altrove.
Ed in questo le opposizioni italiane, stanno dimostrando quanto tengano al paese pur di buttare fuori dalla porta l'Incubo supremo.
E' un gioco troppo sporco oramai portato ai massimi livelli da chi ha iniziato la partita, e non si tratta dell'incubo, che può e deve, a mio avviso, essere accusato di abuso di difesa, che è pur sempre un reato in questa vicenda nauseabonda.

Stai pur certa che il conto non lo pagherà solo chi ha la possibilità di staddare assegni da mezzo miliardo di euro... sarà molto più salato per gli altri incoscienti.

E quindi, cosa dovremmo fare?
Dichiarare guerra a chi?
Non te la prendere con le opposizioni ( a proposito da quand'è che ci sono?), è il Governo (con la "g" maiuscola) che deve reagire e convincere.
Se questo governo (con la "g" minuscola") non convince più nessuno se non i 316 a libro paga che lo mantengono in vita... cosa c'entrano quelli che tra le altre cose fino ad ieri non esistevano?
Il problema non è Di Pietro o chi vuoi tu, il problema è che il tuo eletto conta nel resto del mondo quanto il due di coppe quando la briscola è a denari.
Se poi vogliamo raccontarla tutta, quando nel 2006 (dopo cinque anni di governo berlusconi) subimmo il primo declassamento, la faccia di tolla chiamato anche berlusconi, lui sì che mostrò attaccamento al Paese:
LE AGENZIE DI RATING DECLASSANO L´ITALIA. PRODI: "GIUDIZIO PREVISTO, MIGLIOREREMO". BERLUSCONI: ´´IRRESPONSABILE, SE NE VADA´´
http://www.positanonews.it/articoli/311 ... _vada.html" onclick="window.open(this.href);return false;
A te piace pensare che berlusconi e il berlusconismo siano un problema per me e per pochi altri.
La realtà è ben diversa e cominciare a tenerla in considerazione, abbandonando i fantastici mondi di OZ, sarebbe un buon viatico per cominciare a ragionare sul dopo.
Chiedo troppo?
:salut

Forse ricordi male...

"La riduzione del rating sull'Italia riflette la risposta inadeguata del nuovo governo alle sfide strutturali dell'economia e del bilancio dell'Italia,- affermava allora in una nota l'analista Moritz Kraemer-. La Finanziaria fa poco per avanzare significativamente sulla strada di riforme sul lato dell'offerta e nei fatti porterà ad un aumento netto della spesa in percentuale del pil invece di ridurre l'alta spesa, che è la causa di fondo degli squilibri di bilancio italiani".

Effeti manovra governo Mortazza, de profundis delle livicedde (scacciate) nel 2008.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Italia declassata

Messaggio da Regmi » 20/09/2011, 22:39

doddi ha scritto:
Piccolo Ot sull'OT
Perchè ti ostini a provocarlo sempre con la solita tiritera?
Che è lo sport del lancio delle freccette?
Almeno andassi sul contenuto del post e pure pure..., ci sarebbe un minimo di appiglio :scrolleye:
Ostinare?
Il buon Erik non ha certo bisogno del soccorso rosso e, entrambi (io e lui), sappiamo benissimo che ci vuole ben altro per provocarci con successo.
Qual'era il nuovo contenuto?
Di che t'impicci?
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Violins&RosesEnough
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 78
Iscritto il: 10/08/2011, 0:10

Re: Italia declassata

Messaggio da Violins&RosesEnough » 20/09/2011, 22:45

doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:Da quel poco che l''italiano medio capisce è che quell'aumento del tasso d'interesse produce un maggior esborso da parte dello Stato che va coperto.
Ergo nuova manovra di aggiustamento che si aggiunge al buco che si creerà per via della non realistica crescita stimata da commercialista di toro infoiato.
Creazione di tensione (sociale) preterintenzionale, puoi riassumere così.
I cialtroni lanciano la bombetta puzzolente e probabilmente non ci arrivano neppure, nella speranza di giocare il jolly per posare i loro sederini riposati su qualche poltroncina per qualche mesetto, i magnifici 1000 contano i soldini.

Molto bravi, encomio solenne :read:
Neppure il 10% di quanto ci costano gli aumenti dei tassi, Reginaldo.
Rating Spread a 10 nni (Fitch)
A+ 0,014584
A 0,017816
A- 0,024789
la differenza tra A+ e A è del 3 per mille, 3 per diecimila all'anno, il bisognino di un moscerino rispetto a qualche per cento di interesse nello stramente

C'è poco da rallegrarsi dell'uno e dell'altro, tanto meno martellarsi addosso una bottiglia piena di vetro Ferrarelle.
Ci possono cascare solo gli allocchi, almeno non facciamo il codazzo ad un ente di rating moooolto discutibile e fallace. :o.o:
Ultima modifica di Violins&RosesEnough il 20/09/2011, 22:53, modificato 1 volta in totale.

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 20/09/2011, 22:48

Regmi ha scritto:
doddi ha scritto:
Piccolo Ot sull'OT
Perchè ti ostini a provocarlo sempre con la solita tiritera?
Che è lo sport del lancio delle freccette?
Almeno andassi sul contenuto del post e pure pure..., ci sarebbe un minimo di appiglio :scrolleye:
Ostinare?
Il buon Erik non ha certo bisogno del soccorso rosso e, entrambi (io e lui), sappiamo benissimo che ci vuole ben altro per provocarci con successo.
Qual'era il nuovo contenuto?
Di che t'impicci?
E' che non mi è mai piaciuto il gioco sporco, dovresti conoscermi.
Poi, in ogni caso, non si tratta di soccorso e men che meno rosso :lol: :lol: :lol:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 20/09/2011, 22:55

Violins&RosesEnough ha scritto:
doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:Da quel poco che l''italiano medio capisce è che quell'aumento del tasso d'interesse produce un maggior esborso da parte dello Stato che va coperto.
Ergo nuova manovra di aggiustamento che si aggiunge al buco che si creerà per via della non realistica crescita stimata da commercialista di toro infoiato.
Creazione di tensione (sociale) preterintenzionale, puoi riassumere così.
I cialtroni lanciano la bombetta puzzolente e probabilmente non ci arrivano neppure, nella speranza di giocare il jolly per posare i loro sederini riposati su qualche poltroncina per qualche mesetto, i magnifici 1000 contano i soldini.

Molto bravi, encomio solenne :read:
Neppure il 10% di quanto ci costano gli aumenti dei tassi, Reginaldo.
C'è poco da rallegrarsi dell'uno e dell'altro, tanto meno martellarsi addosso una bottiglia piena di vetro Ferrarelle.
Ci possono cascare solo gli allocchi, almeno non facciamo il codazzo ad un ente di rating moooolto discutibile e fallace. :o.o:
Ma infatti gli unici a guadagnarci sono gli americani, o meglio ancora i padroni del dollaro (alcuni americani, padroni anche delle 3 inaffidabili agenzie di rating, e sono proprio loro, con straordinario tempismo, ad indicare la strada agli speculatori) che alla fine riescono a far dire, nonostante una situzione di sostenibilità del debito oramai paritetica a quella greca, ma in fondo questi T-Bond, con quello che succede in zona euro non sono poi così malaccio, prendiamoli ancora :p:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Violins&RosesEnough
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 78
Iscritto il: 10/08/2011, 0:10

Re: Italia declassata

Messaggio da Violins&RosesEnough » 20/09/2011, 23:00

L'importante è che giri la patonza, non c'è rating che tenga!

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Italia declassata

Messaggio da Regmi » 20/09/2011, 23:05

Violins&RosesEnough ha scritto:
doddi ha scritto:
Regmi ha scritto:Da quel poco che l''italiano medio capisce è che quell'aumento del tasso d'interesse produce un maggior esborso da parte dello Stato che va coperto.
Ergo nuova manovra di aggiustamento che si aggiunge al buco che si creerà per via della non realistica crescita stimata da commercialista di toro infoiato.
Creazione di tensione (sociale) preterintenzionale, puoi riassumere così.
I cialtroni lanciano la bombetta puzzolente e probabilmente non ci arrivano neppure, nella speranza di giocare il jolly per posare i loro sederini riposati su qualche poltroncina per qualche mesetto, i magnifici 1000 contano i soldini.

Molto bravi, encomio solenne :read:
Neppure il 10% di quanto ci costano gli aumenti dei tassi, Reginaldo.
Rating Spread a 10 nni (Fitch)
A+ 0,014584
A 0,017816
A- 0,024789
la differenza tra A+ e A è del 3 per mille, 3 per diecimila all'anno, il bisognino di un moscerino rispetto a qualche per cento di interesse nello stramente

C'è poco da rallegrarsi dell'uno e dell'altro, tanto meno martellarsi addosso una bottiglia piena di vetro Ferrarelle.
Ci possono cascare solo gli allocchi, almeno non facciamo il codazzo ad un ente di rating moooolto discutibile e fallace. :o.o:
Frank, una delle cose che ritengo poco corrette, e penso che anche per te sia la stessa cosa, è quando qualcuno mi mette in bocca parole che non ho mai detto.
E una sola sillaba a favore di quell'agenzia privata non mi è scappata e sfido chiunque a trovarla.

Tutti i ghirigori sulla loro affidabilità/condizionabilità mi interessano poco. Quello che io pragmaticamente guardo sono gli esiti che tale decisione comporterà alle nostre tasche e il perchè...Almeno ci tento. 8-)
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Violins&RosesEnough
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 78
Iscritto il: 10/08/2011, 0:10

Re: Italia declassata

Messaggio da Violins&RosesEnough » 20/09/2011, 23:15

Regmi ha scritto:
Violins&RosesEnough ha scritto: Creazione di tensione (sociale) preterintenzionale, puoi riassumere così.
I cialtroni lanciano la bombetta puzzolente e probabilmente non ci arrivano neppure, nella speranza di giocare il jolly per posare i loro sederini riposati su qualche poltroncina per qualche mesetto, i magnifici 1000 contano i soldini.

Molto bravi, encomio solenne :read:
Neppure il 10% di quanto ci costano gli aumenti dei tassi, Reginaldo.
Rating Spread a 10 nni (Fitch)
A+ 0,014584
A 0,017816
A- 0,024789
la differenza tra A+ e A è del 3 per mille, 3 per diecimila all'anno, il bisognino di un moscerino rispetto a qualche per cento di interesse nello stramente

C'è poco da rallegrarsi dell'uno e dell'altro, tanto meno martellarsi addosso una bottiglia piena di vetro Ferrarelle.
Ci possono cascare solo gli allocchi, almeno non facciamo il codazzo ad un ente di rating moooolto discutibile e fallace. :o.o:
Frank, una delle cose che ritengo poco corrette, e penso che anche per te sia la stessa cosa, è quando qualcuno mi mette in bocca parole che non ho mai detto.
E una sola sillaba a favore di quell'agenzia privata non mi è scappata e sfido chiunque a trovarla.

Tutti i ghirigori sulla loro affidabilità/condizionabilità mi interessano poco. Quello che io pragmaticamente guardo sono gli esiti che tale decisione comporterà alle nostre tasche e il perchè...Almeno ci tento. 8-)[/quote]

Frank??? Mi hai scambiato x qualcun altro io sono "violine e rose basta"!

L'esito te l'ho scritto in piccolo TRE-PER-DIECIMILA all'anno di rischio maggiore di default, cifra ridicola al confronto di qualche per cento ogni 6 mesi.
Per il resto tranquillizzati, siamo tutti sulla stessa barca, perché perdere fiato per decantare le gesta di questi imbroglioni da 4 soldi (indipendentemente dal fatto che si è coscienti dell'imbroglio)? E' inutile cercare ogni occasione per bastonare SB, a sto giro c'è chi è peggio di lui, gente che ha fatto derubare mezza Italia da Callisto Tanzi, e mezzo mondo da L.B. :salut

Lucianeddux
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 174
Iscritto il: 11/06/2011, 18:19

Re: Italia declassata

Messaggio da Lucianeddux » 21/09/2011, 2:27

Standard&Poor's è comunista...e poi è tutta colpa dei giornali , se ci fosse ancora la pena di morte ... beh chi ha detto ste cazzate non avrebbe dovuto rivedere il sole ! :twisted:

Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2224
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

Re: Italia declassata

Messaggio da pellarorc » 21/09/2011, 10:45

Ieri sera BelPietro ne ha dette di ogni.
La colpa secondo lui è dei sindacati!!!! addirittura!! questi comunisti dei sindacati.

S&P è apolitica.
S&P ha anche sbagliato in passato con Parmalat ma un azienda è una cosa e uno stato è un altra. E poi le azienda nascondono moooolto meglio ciò che succede dietro.
S&P ha declassato l'italia per milla motivi tra cui il governo. L'indecenza, l'immobilità, la fragilità di questo governo.

Ma vogliamo dire che è dal 2003 che l'italia viene declassata? Vogliamo dire che questo governo che ha governato per la maggiorparre di questi anni nn ha fatto nulla di buono?

se siamo al punto AA+ e in 7 anni continuiamo con AA- A+ e ora A- e Berlusconi ha governato per tutto questo tempo di chi deve essere la colpa? Ma fosse anche per altre mille motivi , il governo cmq non è riuscito ad arginare il problema.

Quindi di che stiamo parlando? E poi..una volta per tutte, possiamo dire che Prodi aveva anticipato il tutto cercando di mettere i conti a posto? Gli italiani, cretini, non gli hanon creduto e ora si piange!!!

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Italia declassata

Messaggio da doddi » 21/09/2011, 11:22

pellarorc ha scritto:Ieri sera BelPietro ne ha dette di ogni.
La colpa secondo lui è dei sindacati!!!! addirittura!! questi comunisti dei sindacati.

S&P è apolitica.
S&P ha anche sbagliato in passato con Parmalat ma un azienda è una cosa e uno stato è un altra. E poi le azienda nascondono moooolto meglio ciò che succede dietro.
S&P ha declassato l'italia per milla motivi tra cui il governo. L'indecenza, l'immobilità, la fragilità di questo governo.

Ma vogliamo dire che è dal 2003 che l'italia viene declassata? Vogliamo dire che questo governo che ha governato per la maggiorparre di questi anni nn ha fatto nulla di buono?

se siamo al punto AA+ e in 7 anni continuiamo con AA- A+ e ora A- e Berlusconi ha governato per tutto questo tempo di chi deve essere la colpa? Ma fosse anche per altre mille motivi , il governo cmq non è riuscito ad arginare il problema.

Quindi di che stiamo parlando? E poi..una volta per tutte, possiamo dire che Prodi aveva anticipato il tutto cercando di mettere i conti a posto? Gli italiani, cretini, non gli hanon creduto e ora si piange!!!

Con Parmalat, come con Lehman, S&P non ha sbagliato, ha contribuito a realizzare una truffa per migliaia di risparmiatori, contribuendo a mandare in crisi l'intero sistema economico, ed infatti ci sono cause in corso in Italia e USA.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Rispondi