Intanto la borsa sprofonda

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Intanto la borsa sprofonda

Messaggio da doddi » 20/11/2011, 11:24

aquamoon ha scritto:
doddi ha scritto: Il cambiamento è di deumidificazione dell'aria irrespirabile e d'ingresso in sala operatoria per la consegna ai luminari della chirurgia.
De Benedetti ha tanti interessi quanti ne ha Berlusca, se le sue società o le sue partecipazioni arretrano del 50% ci rimette, come gli altri "colleghi", qualcosa in più del centesimo che aumenta sulla benzina o l'ici per le persone normali che hanno al massimo 50.000 € di risparmi. Goldman e JPM sono concorrenti 370 giorni l'anno ed alleati 840 per difendere il loro sistema, il 2008 dei giorni post Lehman dovrebbe avercelo insegnato.
Del fatto che corteggiasse Monti non è un segreto, così come del fatto che Monti sia perfettamente neutro agli schieramenti politici, avendo altri interessi di valori di riferimento e gusti associazionistici.


Quelli di plastica, senza allargarsi, sono tutti, in quanto portatori del nulla allo stato attuale. Anche se tu pensi il contrario dei tuoi pizzinatori sedotti ed abbandonati dallo sponsor.

Il fatto che il pollo non accetti il domicilio in batteria gli rende onore, perchè ha contezza del luogo del luogo in cui è relegato, ma non gli consente di cambiare casa non dipendendo da lui l'allocazione a meno che non riesce a distruggere la batteria per trasferirsi sull'aia.
Si chiamerà ancora capitalismo, ma la sua evoluzione non somiglia a nulla di meglio. Con queste non regole e ricatti.

Stamane prima di andare in Parlamento il Prof Pdc si è recato personalmente per porgere i saluti istituzionali al Santo Padre davanti alla scaletta dell'elicottero, intrattenendosi qualche minuto sulla pista.

Mi dispiace vedere che molti moriranno, osservare che le soluzioni non si percorrono con convinzione e tempestività e contento di non morire.

Concludendo mi dispiace che esista un Geroge Soros, mi rincuora il fatto che esista un Warren Buffett. Ci sono ancora speranze.
Non era permalosità, avevo la percezione che qualcosa d'importante stesse accadendo ed avevo temuto che l'occasione svanisse.
Siamo molto più d'accordo di quanto tu possa credere ma differiamo per la terapia.
Tu pensi di poterlo governare sia pure consapevolmente conscio dell'esiguità dello spazio,
io penso di doverlo cambiare.
Le battaglie non si perdono mai.
:salut

P.S. Benvenuto fra gli eterni sconfitti.

Era il 30 gennaio 1975, Giovanni Agnelli, al Corriere della Sera:
"Probabilmente dovremo avere dei governi molto forti, che siano in grado di far rispettare i piani cui avranno contribuito altre forze oltre a quelle rappresentate in parlamento; probabilmente il potere si sposterà dalle forze politiche tradizionali a quelle che gestiranno la macchina economica; probabilmente i regimi tecnocratici di domani ridurranno lo spazio delle libertà personali. Ma non sempre tutto ciò sarà un male."


Ti sembrano attuali dopo 40 anni queste parole?
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.