IL TAGLIO DELLE TASSE

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da rorschach » 16/07/2011, 13:17

doddi ha scritto:
rorschach ha scritto:
reggino ha scritto:Bersani è stato un ottimo ministro(basti pensare al decreto Bersani 2007),come lo è stato Padoa Schioppa,come lo è stato Visco,e come lo è stata la Bindi.Il punto è che nessuno di questi quattro potrebbe fare il leader di un grande partito,non dico che come segretario ci debba essere uno con l'appeal politico,mediatico di Mario Capanna,ma neanche gente con scarse capacità comunicative come:Prodi,Bersani e D'Alema(che anche lui ha tantissimi limiti,però è stato un buon ministro degli esteri).Questo è un grande limite del csx,che può essere superato con la guida di Vendola.

Secondo me il problema è trovare uno capace di governare e tenere unita la coalizione, la parte comunicativa la vedo in secondo piano. Ma secondo te l'arma vincente del centrodestra sono gli insulti di Berlusconi o i rutti e le alzate di dito medio di Bossi?


I voti che ha; e soprattutto che gli altri hanno avuto solo con Prodi che politico non era.

La domanda sorge spontanea: peccchè?


La risposta è semplice: il centrodestra ha avuto i voti degli italiani perché il precedente governo di centrosinistra è stato un fallimento. Infatti adesso, dopo 3 anni di malgoverno, il centrodestra sta perdendo sonoramente alle elezioni. Almeno credo e spero che il motivo sia questo, perché se le sorti della nostra nazione vengono decise dalle pernacchie di Bossi allora non abbiamo speranze.

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da doddi » 16/07/2011, 13:33

reggino ha scritto:
doddi ha scritto:
reggino ha scritto:[quote="doddi]Secondo me il problema è trovare uno capace di governare e tenere unita la coalizione, la parte comunicativa la vedo in secondo piano. Ma secondo te l'arma vincente del centrodestra sono gli insulti di Berlusconi o i rutti e le alzate di dito medio di Bossi?[/quote]

I voti che ha; e soprattutto che gli altri hanno avuto solo con Prodi che politico non era.

La domanda sorge spontanea: peccchè?[/quote]

Dì la verita,se al posto dell'Occhetto,del D'Alema,del Veltroni di turno,ci fosse stato un Vendola,Berlusconi avrebbe governato per vent'anni??[/quote]

Non solo...
ma anche il figlio di Pato e Barbara se e quando nascerà.[/quote]

Cioè tu mi stai dicendo che in passato Berlusconi sarebbe riuscito a battere un avversario come minimo decente,come Vendola??lo hai ricordato pure tu che a batterlo è stato persino uno come Prodi.Certo se poi il csx presenta degli incapaci,è ovvio che il nano ha sempre la meglio,ma se già a guidare una coalizione di csx è uno come Vendola,quantomeno uno se la gioca.[/quote]


Premesso che sei un disastro con i quote, non ne becchi uno manco per sbaglio :mrgreen: , aggiungo che nutri troppe speranze in eventi astrologicamente e tecnicamente impensabili. Sono 50 e passa milioi a votare non 50 milioni di "reggino/milhouse71"
Il mio punto di vista.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da doddi » 16/07/2011, 13:36

rorschach ha scritto:
doddi ha scritto:
rorschach ha scritto:Secondo me il problema è trovare uno capace di governare e tenere unita la coalizione, la parte comunicativa la vedo in secondo piano. Ma secondo te l'arma vincente del centrodestra sono gli insulti di Berlusconi o i rutti e le alzate di dito medio di Bossi?


I voti che ha; e soprattutto che gli altri hanno avuto solo con Prodi che politico non era.

La domanda sorge spontanea: peccchè?


La risposta è semplice: il centrodestra ha avuto i voti degli italiani perché il precedente governo di centrosinistra è stato un fallimento. Infatti adesso, dopo 3 anni di malgoverno, il centrodestra sta perdendo sonoramente alle elezioni. Almeno credo e spero che il motivo sia questo, perché se le sorti della nostra nazione vengono decise dalle pernacchie di Bossi allora non abbiamo speranze.


Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 16/07/2011, 13:40

Doddi scrive:

Premesso che sei un disastro con i quote, non ne becchi uno manco per sbaglio :mrgreen: , aggiungo che nutri troppe speranze in eventi astrologicamente e tecnicamente impensabili. Sono 50 e passa milioi a votare non 50 milioni di "reggino/milhouse71"
Il mio punto di vista.

Su questo ti dò,a malincuore, ragione :mrgreen: .Però sai in Puglia e a Milano a vincere è stato in un caso Vendola,e nell'altro un candidato del partito di Vendola.Non sottovaluterei questi episodi.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da doddi » 16/07/2011, 13:41

reggino ha scritto:Doddi scrive:

Premesso che sei un disastro con i quote, non ne becchi uno manco per sbaglio :mrgreen: , aggiungo che nutri troppe speranze in eventi astrologicamente e tecnicamente impensabili. Sono 50 e passa milioi a votare non 50 milioni di "reggino/milhouse71"
Il mio punto di vista.

Su questo ti dò,a malincuore, ragione :mrgreen: .Però sai in Puglia e a Milano a vincere è stato in un caso Vendola,e nell'altro un candidato del partito di Vendola.Non sottovaluterei questi episodi.


La definizione è corretta: episodi :thumright
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 16/07/2011, 13:42

Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.[/quote]

e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da doddi » 16/07/2011, 13:43

reggino ha scritto:Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.


e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.[/quote]

E Lettieri e Moratti cos'erano? Marmotte? :lol: :lol: :lol:
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 16/07/2011, 13:45

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:Doddi scrive:

Premesso che sei un disastro con i quote, non ne becchi uno manco per sbaglio :mrgreen: , aggiungo che nutri troppe speranze in eventi astrologicamente e tecnicamente impensabili. Sono 50 e passa milioi a votare non 50 milioni di "reggino/milhouse71"
Il mio punto di vista.

Su questo ti dò,a malincuore, ragione :mrgreen: .Però sai in Puglia e a Milano a vincere è stato in un caso Vendola,e nell'altro un candidato del partito di Vendola.Non sottovaluterei questi episodi.


La definizione è corretta: episodi :thumright


Alle elezioni regionali,amministrative,vinci se presenti candidati di sinistra.Alle europee la Serracchiani in Friuli ha preso un botto di voti,più di Berlusconi addirittura.Se presenti candidati o imbecilli o vecchi democristiani perdi,perchè tra la copia e l'orginale,la gente preferisce l'originale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 16/07/2011, 13:46

doddi ha scritto:
reggino ha scritto:Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.


e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.


E Lettieri e Moratti cos'erano? Marmotte? :lol: :lol: :lol:[/quote]


Mi scommetto quello che vuoi che se a Milano e Napoli i candidati del csx fossero stati:Boeri e Cozzolino il cdx avrebbe vinto al primo turno.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da Paolo_Padano » 16/07/2011, 13:50

se si votasse oggi, tutti a casa, però con la pensione da 2.300 euro mensili, che è l'assegno dopo 5 anni
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

Avatar utente
pompa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/05/2011, 9:34

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da pompa » 16/07/2011, 15:44

eddiegraces ha scritto:Tributario?

Che c'entra la patrimoniale con il reddito?

Tassare il patrimonio è precisamente un antidoto a chi ha tanto e dichiara poco.

Non è il massimo, ma a mali estremi.

Ah, adesso sei casiniano e pure convinto,
dopo dieci anni di berlusconi?

Belle notizie



Ad ognuno i suoi difetti, Eddie.
Tu continui a quotare senza leggere e intendere il senso
e continui a non essere aggiornato sugli intendimenti del tuo interlocutore.
Quando vorrò una discussione con te, ti invio un mp, tranquillo. :wink

CHIUSI SALUTI POMPIANI

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da aquamoon » 16/07/2011, 16:39

reggino ha scritto:Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.

e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.


Intanto ha perso un referendum sul quale si era impegnato in prima persona... oltre alle Amministrative.
A proposito:
hai scritto che in fondo erano elezioni da quattro soldi e che il fantastico Pdl ha perso nelle tre città importanti che peraltro (due) erano già della sinistra.
Quali?
Bologna e Napoli?
E Cagliari?
E Novara?
:scratch
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 772
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da Lillo sei uno » 16/07/2011, 17:19

E’ la classica manovra che colpisce sempre i soliti noti.

Le classi medio-basse, quelle che vivono di reddito fisso, insomma i pubblici dipendenti e i pensionati, che costituiscono le maggiori voci della spesa pubblica.

Tralasciando la riduzione delle detrazioni Irpef, già di per sé odiosa, la riduzione delle agevolazioni non farà altro che favorire ancor di più l’evasione fiscale e incentivare il sommerso. Pensate a tutti coloro che prestano servizi a cui la fattura non è più conveniente chiederla perché non la scarichi più, saranno così fedeli nel versare l’IVA ? Io dubito fortemente.

Poi un'ultima domanda. Si parla tanto di incentivare la crescita economica, di far crescere così il PIL, in quanto serve ai mercati per accordarci ancora fiducia e tranquillizzarli sul fatto che riusciremo sempre a pagare gli alti interessi del nostro debito pubblico.

Ebbene come si fa a creare quella ricchezza necessaria quando le nostre grandi, medie e anche piccole imprese, continuano a delocalizzare le loro produzioni ?

Siano purtroppo entrati in una fase di drammatico declino che diventerà sempre più velocemente ed ineluttabilmente irreversibile se tutto l’Occidente non cambia al più presto strategia.
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.

stefano
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 815
Iscritto il: 11/05/2011, 19:25

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da stefano » 16/07/2011, 18:55

E' amaro constatare come la stragrande maggioranza dei fan di questo governo sono spariti dai commenti, esattamente come spariranno le detrazioni, e i soldi dalla tasche dei poveri disgraziati.
Quelli che si beavano delle vittorie in serie di Silvio negli anni passati (politiche, regionali, europee, ruba mazzetto, un trionfo!) godendo come un tifoso del Barcellona delle vittorie in champions, cosa ne pensano ora?
Sono con la calcolatrice a valutare quanto in profondita' e' penetrato anche al loro interno il governo del bunga bunga?

ah gia', lui ha detto che resta fino a che abbassa le tasse.
Aspettiamo ancora un po' , dai, magari stavolta e' vero

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da Paolo_Padano » 16/07/2011, 19:13

aquamoon ha scritto:
reggino ha scritto:Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.

e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.


Intanto ha perso un referendum sul quale si era impegnato in prima persona... oltre alle Amministrative.
A proposito:
hai scritto che in fondo erano elezioni da quattro soldi e che il fantastico Pdl ha perso nelle tre città importanti che peraltro (due) erano già della sinistra.
Quali?
Bologna e Napoli?
E Cagliari?
E Novara?
:scratch


ha perso anche ad Arcore :mrgreen: , comunque in tempi seri certi governi si dimettevano per situazioni che a confronto di oggi erano di normale amministrazione, il bello è che lui non vuole abdicare nenache alla sua destra ed ha fatto fuori fini, ovviamente il capo di govenro non puà essere un leghista, questo è tutto.
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 16/07/2011, 19:41

aquamoon ha scritto:
reggino ha scritto:Doddi scrive:

Ha perso solo una tornata di elezioni amministrative (con tre città importanti di cui due già della sinistra) comunali e provinciali dopo aver stravinto le regionali, sotto i colpi di scandli senzazionalistici e crisi mordente.

Tra due anni si faranno i conti con ben altri attori sulla scena.

e ma se tu in Calabria presenti Loiero,in Piemonte la Bresso,in Campania De Luca,in Lombardia un imbecille,puoi mai vincere??il punto è sempre lì Doddi,i candidati.


Intanto ha perso un referendum sul quale si era impegnato in prima persona... oltre alle Amministrative.
A proposito:
hai scritto che in fondo erano elezioni da quattro soldi e che il fantastico Pdl ha perso nelle tre città importanti che peraltro (due) erano già della sinistra.
Quali?
Bologna e Napoli?
E Cagliari?
E Novara?
:scratch


Anche prima delle regionali dello scorso anno, buona parte delle regioni erano in mano alla sinistra,e se la sinistra le avesse confermate,sarebbe stata lo stesso una sconfitta del nano.Quindi il ragionamento di Doddi non lo condivido minimamente.Certo è anche vero che alle regionali il pdl ha riscosso un grandissimo consenso,conquistando regioni che prima erano in mano al csx,e se Bersani(quando dico io che certa gente non può fare il segretario di un grande partito,lo dico anche perchè per ricoprire quel ruolo devi conoscere bene i tuoi uomini,non puoi piazzare nelle varie regioni,politici che hanno poco consenso sul territorio,come Penati o Loiero -che stava perdendo pure con Bova alle primarie, e che alle ultime elezioni ha preso un altro poco più Callipo-o la Bresso.) avesse fatto scelte più oculate lo scorso anno,molto probabilmente il governo si sarebbe indebolito enormemente con un anno d'anticipo.Tra un anno se non vado errando si vota su alcuni comuni,speriamo che questa volta il csx presenti gente seria...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da Paolo_Padano » 16/07/2011, 22:02

MI sono recato per lavoro presso la regione piemonte, non vedono l'ora di concludere con l'esperienza Cota già a questo punto. Al nord non c'è il voto di scambio, quando è opportuno procedono, vedi milano, e non solo, come hanno liquidato inesorabilmente tra andata e ritorno la moratti come una partita di calcio.
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

Avatar utente
eddiegraces
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 294
Iscritto il: 11/05/2011, 14:16

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da eddiegraces » 17/07/2011, 0:39

pompa ha scritto:
Ad ognuno i suoi difetti, Eddie.
Tu continui a quotare senza leggere e intendere il senso
e continui a non essere aggiornato sugli intendimenti del tuo interlocutore.
Quando vorrò una discussione con te, ti invio un mp, tranquillo. :wink

CHIUSI SALUTI POMPIANI


Puoi anche chiudere i saluti
ma io il senso l'ho inteso chiaramente.

Tu hai scritto
pompa ha scritto:la patrimoniale su quali redditi? In Italia chi si attesta sulla soglia del 43% dell'imposizione fiscale? Non più del 5% reale della popolazione. La partimoniale quindi su quali redditi la metti? Perchè se tocchi anche i redditi (molti) che pagano su aliquote più basse (27 e 38 per esempio), ed escludi solo i redditi che attualmente pagano sulla soglia più bassa (il 23) avrai una ulteriore "corsa al ribasso" del reddito imponibile. La partimoniale è iniqua, da qualunque dato la vedi, razionl-filosofico o pratico-operativo che sia.


dimostrando in modo razional-filosofico e pratico-operativo di non sapere come funziona una imposta patrimoniale
la quale - per definizione e non dovrei certo ribadirlo - prescinde dal reddito prodotto.

Adesso puoi richiudere, grazie
- chi è che ha causato questa mancanza di soldi all'interno del comune?
- La prima giunta Scopelliti aveva ricevuto in lascito dei conti disastrosi dalla precedente gestione Falcomatà Naccari.
- Ah

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 17/07/2011, 12:07

reggino ha scritto:Habemus statistam.

http://www.antoniodipietro.com/2011/07/ ... _al_g.html


Per una volta sono d'accordo con Giuliano Ferrara.




Basta con la Casta, manifestazione a settembre.


Anche la tiritera della Lega è finita e Bossi ha deciso di seguire quel che l’amico Berlusconi gli ha suggerito in aereo: finiti i tempi di “Roma ladrona”, anche la Casta leghista si accinge a disattendere il mandato elettorale e a votare in aula contro la richiesta di arresto dell’imputato Papa.
Questa maggioranza ormai è alla frutta, vive solo per autoalimentare la propria cricca, senza nessuna differenza tra PDL e Lega. Hanno licenziato una manovra tutta sulle spalle dei piú poveri senza intaccare le rendite finanziarie. Hanno aumentato le tasse di quasi 30 miliardi in termini reali senza colpire i veri responsabili di questa situazione: gli speculatori finanziari.
Ma la cosa piú sorprendente e indecente è che si toglie ai cittadini senza toccare gli enorme privilegi della Casta.
Cosa che stanno facendo in Olanda, con la riduzione di un terzo delle dimensioni di entrambe le Camere; in Gran Bretagna, dove Cameron sta riducendo il numero dei parlamentari e ha tagliato i benefit complessivi dei deputati; in Spagna, con il taglio delle buste paga dei membri del Governo, iniziativa a cui hanno poi aderito anche i parlamentari; e in Grecia, dove per limitare i costi hanno eliminato le 57 province sostituendole con 13 macroregioni.
In Italia invece il governo è ormai arroccato nel suo forte varando leggi e manovre che lasciano al loro posto privilegi e sprechi.
E’ arrivato il momento per tutti i cittadini (anche per chi ha votato Lega e PDL) di urlare forte “Basta con la Casta”. Il web si è giá mobilitato (la nostra raccolta di firme per abolire le Province, ad esempio, ha giá superato le 11.000 firme) ma è evidente che senza una grande mobilitazione del Paese che comprenda tutta la societá civile, questi non la capiranno mai. Se continueranno a difendere i loro privilegi ci sarà una ribellione sociale senza precedenti.
Per questo io propongo di scendere in piazza alla fine di settembre in una manifestazione unitaria di dimensioni mai viste. Contro la Casta al potere: eliminazione delle province e dei rimborsi elettorali, fine alle auto blu, dimezzamento dei parlamentari, via i vitalizi, blocco delle consulenze, lotta all’evasione fiscale. Parliamone, discutiamo e organizziamoci: sarà l'inizio di una nuova stagione, finalmente, per l'Italia.

blog di pietro


VAI TONINO!!! :okok:
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: IL TAGLIO DELLE TASSE

Messaggio da reggino » 17/07/2011, 12:41

Fini: “Tagli alla Casta si può
Vedremo chi ci sta”
Il presidente della Camera: condivido l'appello del Fatto. Il Parlamento può fare la sua parte se i partiti lo vogliono
“Condivido l’appello del Fatto Quotidiano affinché il Parlamento faccia tutto quanto è in suo potere per convincere gli italiani che le Camere non sono il luogo dove una casta privilegiata si chiude a difesa dei suoi interessi. Sono certo che entrambe le Camere faranno la loro parte e, per quanto riguarda Montecitorio, assieme al Collegio dei Questori metterò a punto le proposte di riduzione dei costi e di trasparenza, che entro luglio saranno discusse dall’Ufficio di Presidenza e votate in aula prima della pausa estiva.

La politica, e men che meno la democrazia, non può essere definita un costo, ma è certo che a fronte dei tanti sacrifici imposti agli italiani per la precarietà dei nostri conti pubblici, un esempio in tal senso deve venire soprattutto da chi ha il dovere di rappresentare per davvero la volontà popolare, quale che sia il modo con cui è stato eletto. Le possibilità di farlo ci sono. C’è materiale per tagli significativi. Va verificato se c’è la volontà di farlo.

Per una elementare regola di correttezza nei confronti dell’Ufficio di Presidenza e dei colleghi, ritengo di non poter anticipare le misure concrete di riduzione della spesa che proporrò. Entro qualche giorno gli italiani avranno comunque gli elementi per giudicare, e mi auguro che nessun gruppo politico voglia sottrarsi al dovere civile di non allargare ulteriormente la distanza che separa il cosiddetto Palazzo dai cittadini. Dovere che riguarda ovviamente, e ancor più, il rispetto del principio costituzionale per cui la legge è uguale per tutti.

di Gianfranco Fini

da Il Fatto Quotidiano del 17 luglio 2011
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Rispondi