I politici reggini e i loro presunti rapporti con le ndrine

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

fred2010
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 231
Iscritto il: 25/05/2011, 9:23

Re: I politici reggini e i loro presunti rapporti con le nd

Messaggio da fred2010 » 23/06/2011, 20:36

leggendo superficialmente l'articolo l'ho pensato anch'io, ma soffermandomi su qualche passaggio ho capito che dopo la memoria difensiva si potrebbe arrivare ad una richiesta di rinvio a giudizio. Sui reati ipotizzati non è necessario essere insigni giuristi, il voto di scambio in Italia è reato.
Il fatto che "si potrebbe arrivare", con il condizionale , non rende l'oggetto dell'articolo e del topic in generale aria fritta...nè tantomeno dell'indagine in corso.
Se anche si dovesse accertare che il politco in questione (o ex che dir si voglia) dovesse essere estraneo ai fatti contestati, resta palese che un tizio che intrattiene regolarmente rapporti con esponenti delle ndrine non merita il voto dell'elettore reggino. O no? :scratch[/quote]


Se ne è consapevole non lo merita, se non lo è non vedo il problema, per questo parlo di aria fritta. Flesca non lo conosco proprio, ma sul ruolo di Scopelliti come detto non ci capisco granchè.

Io ho votato Falcomatà e Scopelliti, entrambi hanno avuto esperienze simili, il pranzo in questo caso, frequentazioni dirette anche in casa, nell'altro con tanto di indagini e rinvii a giudizio addirittura, ma se non sanno chi hanno davanti, o meglio se chi hanno davanti risulta essere imprenditore noto e stimato non vedo che tipo di condanna gli si possa affibbiare.

p.s.: con nosacciu ci rinunciu 8-) definitivamente i suoi "quindi" non stanno nè in cielo nè in terra.[/quote]




l'articolo era centrato su Flesca, penso che il ruolo di Scopelliti qui sia marginale.
A meno che chi sta indagando nn si sia inventato le telefonate non penso che Flesca pensasse di parlare con la Canalis[/quote]

Il punto è se Il tizio che li ospitava è un delinquente ed in secondo luogo se Flesca ne fosse a conoscenza. Io ragiono con questa consecutio temporum.
Tutto qua. Che poi di Flesca non frega nulla a nessuno l'oggetto del contendere è l'altro ospite, o meglio è stato l'altro ospite all'epoca dei fatti, sui vari quotidiani nazionali.
O mi sbaglio?[/quote]



Guarda, indipendentemente da quello che dici, sbagli.