e anche la dandini è out!

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Rispondi
suonatore Jones

e anche la dandini è out!

Messaggio da suonatore Jones » 16/09/2011, 14:43

ROMA - «Non so ancora dove, ma andremo in onda». Dopo il no a maggioranza del cda Rai al contratto per Parla con me Serena Dandini assicura che sarà in onda comunque anche se dove (su Sky, su La7, nei cinema) è ancora da vedere.

«Al direttore generale Lorenza Lei avevo creduto, non capisco cosa sia successo. Comunque è molto più brava di Masi, infatti sta facendo tutto quello che Masi non è riuscito a fare», ha detto Dandini durante una conferenza stampa convocata per «toglierci dei sassolini dalle scarpe e sfatare alcune leggende metropolitane».

«Il format di Parla con me l'ho inventato io. E ne ho le prove!», ha continuato la conduttrice del programma, mostrando un piccolissimo divano rosso con una Dandini in miniatura, contesta «la leggenda metropolitana» secondo la quale Via Mazzini ha il 100% dei diritti sul suo programma. «Questo è il format - ha rimarcato - niente altro che questo divano rosso. È un format che io ho inventato e che poi ho regalato alla Rai. Ecco perché ieri ho detto "almeno ridatemi il divano"».

«Cacciarmi dalla Rai non costa nulla - ha proseguito -. Non ho mai voluto un contratto in esclusiva con l'azienda, né cariche dirigenziali, che mi sono state offerte ma che ho sempre rifiutato perché volevo essere libera. Sono pagata bene, ma a progetto. Quindi non ho tredicesime, quattordicesime e quant'altro», ha continuato riferendosi alle accuse di essere "avida". «Esco dalla Rai senza neanche un paio di calze. Anzi, lascio all'azienda un baule con tutti i miei vestiti neri», ha aggiunto.

Dandini, sarcasmo a parte, è fortemente «infastidita per le falsità e le diffamazioni di questi giorni. Dire che sono un'avida perchè ho voluto 14 autori o che non do spazio alla crescita di nuovi talenti è falso. Io ho 14 autori perché voglio tante teste pensanti e per fortuna, allo stesso costo complessivo, ci sono tanti autori che vogliono lavorare con me». Come dire, la cifra che la Rai deve spendere è quella, ma lei sceglie di distribuirla fra 14 autori disposti a dividerla fra loro. Autori che, naturalmente, come Dandini stessa evidenzia, lavorano anche per altri, ma che vogliono scrivere Parla con me. È falso anche dire - prosegue - che ora finalmente la Rai potrà valorizzare tutte le professionalità interne: «Eccetto che autori e artisti, ogni altra risorsa del programma è già interna alla Rai perché la Rai, come noto, non ha né autori, né artisti, quindi...». Poi Dandini poi non rinuncia a un'altra stoccata: «In merito al cast artistico devo dire che ho anche chiesto se ci fosse la 'Saxas Rubras band' ma lavora già con Minzolini».

Alla confrenza stampa di stamani c'erano fra il pubbico anche Michele Santoro e Sandro Ruotolo. Nei giorni scorsi Santoro, anche lui reduce dall'addio alla Rai, ha lanciato l'associazione no profit "Servizio pubblico", che farà da base al suo nuovo programma Comizi d'amore, in onda da fine ottobre su un network di tv locali su digitale e sulla piattaforma Sky, ma anche sul web, sul modello di Raiperunanotte e Tuttiinpiedi.

Non si esclude quindi che il gruppo - divano compreso - possa traslocare, magari proprio su La 7 la rete che Paolo Ruffini, direttore uscente di Rai3, guiderà dal 10 ottobre. Forse per confezionare un prodotto diverso, ma con gli stessi ingredienti: interviste, parodie, satira sull'attualità che da sempre sono la cifra dei programmi targati Dandini, dalla Tv delle ragazze ad Avanzi, da Tunnel all'Ottavo nano, fino al salotto di Parla con me che nell'ultima stagione ha chiuso con una media di 1,3 milioni di spettatori.

Procacci però ieri non si è sbilanciato su un possibile passaggio a La7: «Vedremo le poche alternative che ci sono, le andremo ad esplorare», sottolinea, dicendosi dispiaciuto «perché la Rai è la tv di Stato e questa maggioranza politica la sta facendo a pezzi». Ruffini ha espresso invece «preoccupazione e sconcerto» per una decisione che crea «un inaspettato grave problema per la rete».

«Un'altra perdita grave per Raitre. C'è la sensazione che si smonti a pezzi una rete del servizio pubblico, tra l'altro in condizioni in cui il mercato concorrente si è fatto molto aggressivo», commenta Giovanni Floris. Secondo il conduttore di Ballarò «ha ragione il presidente Garimberti: è una decisione che sembra ispirata da logiche estranee agli interessi della azienda ed alle strategie di mercato».

«A me non interessa se la Dandini farà il programma o non lo farà, è una mia amica e tifo per lei, però oggi ci sono altre priorità. Non si può solo vivere di star system. Lo dico da cittadino», afferma invece Carlo Verdone.

«La furia devastatrice dell'azienda continua: è ora che qualcuno li fermi! Tagliano le trasmissioni migliori perché scomode e intelligenti, impoverendo il servizio pubblico e facendo il gioco della concorrenza privata». È quanto afferma in una nota Manuela Palermi, responsabile Comunicazione del Pdci -Federazione della sinistra. «Ciò che sta avvenendo in Rai - continua - di cui la Dandini è l'ultima vittima da censura, è lo specchio fedele di questi tempi, bui e tristi. Solidarietà ai cittadini italiani, che pur pagando il canone pigiano telecomandi decisi da dirigenti genuflessi ai potenti di turno».


altro programma seguitissimo tolto dai palinsesti rai. anche la cultura ( perché quello trattava parla con me) è argomento di crociate (vinte). evviva.

Avatar utente
pellarorc
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2224
Iscritto il: 11/05/2011, 14:22

Re: e anche la dandini è out!

Messaggio da pellarorc » 16/09/2011, 17:20

Viva la RAI
Ci fa crescere sani…viva la RAI
Viva la RAI
Quanti geni lavorano solo per noi…
Viva la RAI
Con il suo impero
Dice la RAI
Soltanto il vero
Viva la RAI
Dimmi da quale parte stai
Viva la RAI
Se sarai buono il tuo Mazinga vedrai
Oppure no…
Dipende dal funzionario RAI
Viva la RAI
Che cosa giusta
E con la RAI
È sempre festa
Viva la RAI
Coi capoccioni e gli operai
In Viale Mazzini
Ci giocano i bambini
Mentre tu, vivi grazie alla RAI/TV
In fondo è la tua mamma
Ti allatta dall'antenna
Mamma RAI, non ti abbandona mai…se no guai!
Viva la RAI
Quante battaglie nei corridoi…
Poveri noi…
Se non si mettessero d'accordo alla RAI
Paghiamo allora questo abbonamento
Per mantenerli in salute e in sentimento…
Perché oramai
Questo cervello
Avrà un padrone lo sai ?
Viva la RAI
Con il suo impero
Dice la RAI
Soltanto il vero
Viva la RAI
Coi capoccioni e gli operai
(Coro) Viva la RAI


Copyright Renato Zero

Rispondi