Dal Guardiano del Faro

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Regmi » 28/02/2013, 19:48

aquamoon ha scritto:C'era un cielo strano stamattina, le barche, quì dal faro sembravano impazzite.
C'era un po' di mare, il vento soffiava da terra e impediva con le sue onde nervose e implacabili che il bastimento entrasse in porto.
La manovra non era facile ed il capitano ne era consapevole, bisognava virare ma gli scogli aguzzi e minacciosi non consentivano grandi spazi di manovra...
Fermate le macchine!
Avanti adagio!
Indietro tutta, Vira a destra.
Ferma tutto, vira a sinistra...
Gli ordini si sovrapponevano agli ordini e il bastimento più confuso che persuaso, rischiava sempre di più di andare a sbattere.
Marinai fermi in attesa di istruzioni sensate e vento di terra che spinge sempre più lontano.
Bisogna virare a sinistra...
Adesso!
E' l'ufficiale in seconda che dice di avere i mezzi per provare a timonare verso il ridosso della diga foranea...

...

A mio modesto avviso dovremmo sotterrare l'ascia di guerra.
Grillo ha ragione in una cosa: bisogna smettere di guardare alla Politica come complesso di regole. Serve una visione, un sogno in cui credere.
Sono esattamente le identiche ragioni per cui, apppena diciottenne, smisi di cazzeggiare full time e cominciai a dedicare parte del mio tempo affinchè la visione ed il sogno che sentivo di avere,
avessero una possibilità di avverarsi.
E' vero, il Partito non ci fa sognare più, la visione pian piano ha ceduto campo alla realtà. I sogni si sono rarefatti ed i numeri hanno cominciato ad assumere sembianze umane...
La Teoria si è annullata nella Prassi e, complice la pigrizia del Paese, si è preferito lasciare che la polvere si accumulasse.
Volevamo cambiare il Mondo e in vent'anni ci siamo ritrovati cambiati anche noi.
Serve una scossa.
Serve un Big Ben:
Si passi il pallino a Grillo, gli si chieda di formarlo lui il Governo.
Bersani deve dimettersi ed insieme a lui devono dimettersi tutti quelli che in 15 mesi hanno dilapidato una dote acquisita in tre anni per manifesta incapacità del competitore avversario.
Berlusconi, con la sua caterva di processi e lo sputtanamento personale, non aveva nessuna possibilità di andare oltre il 10%, una campagna elettorale condotta in maniera indolente con sfumature d'arroganza malcelata e spocchia diffusa l'ha, probabilmente a sua insaputa, rianimato e come Ercolino sempre in piedi, malgrado le mazzate è rispuntato chiedendo di sedersi anche lui (quello che si era acquattato a Malindi) al tavolo delle trattative.
Ci siamo svenati per salvare la baracca, abbiamo votato e difeso provvedimenti micidiali, abbiamo contribuito con i nostri sacrifici a rimettere in piedi e...
ancora Berlusconi.
No, caro Bersani no, così non va.
Grillo ha detto che sei uno zombie, non è vero sei una persona per bene e la tua storia ne è testimone.
Dice che sei uno stalker... non ne saresti capace.
Fai finta di niente, non ribattere, ricorda che sei il segretario del Partito che ha immolato sull'altare della liberazione dal fascismo e sulla rivendicazione dei diritti dei lavoratori la migliore gioventù che mai l'Italia abbia avuto.
Rassegna le dimissioni dal Partito e passa la mano a Napolitano, potrai sempre dire che sei uscito dalla scena dopo aver vinto e rimarrai nei nostri cuori accanto ai Grandi.
Bisogna far scoppiare le contraddizioni:
l'Italia è spaccata in due, una parte cerca di soccorrerla , l'altra di distruggerla.
Non ti abbiamo votato e sostenuto perchè tu ci accompagnassi verso il risveglio.
La nottata non è evidentemente ancora finita e... vogliamo continuare a sognare.
Presentati dimissionario e adoperati perchè l'ufficio di presidenza nomini un segretario pro tempore e fai trattare lui con Grillo.
Ti si chiede un grosso sacrificio, è vero.
Noi però siamo quelli che veniamo da lontano e andiam lontano, sappiamo di essere ingranaggi e sappiamo pure quando è ora di essere sostituiti.
Il 25 febbraio non può nè deve rimanere una data come tante altre.
Serve una scossa e tu puoi, come testamento per le future generazioni,
darla.
Si può uscire di scena tra applausi o fischi e tu hai finito di recitare la tua parte.
Non ci spelleremo le mani per la felicità, anzi.
Ti applaudiremo, un po' mestamente ma ti renderemo l'onore delle armi.
Serve un grande gesto e solamente il segretario di un Grande Partito può farlo.
E' nella crisi che si cresce, è la crisi che rimette in moto le migliori energie.
Chi nei suoi miti e nei suoi eroi mantiene ancora il ricordo della "meglio gioventù" capirà.
:salut
Oltre che testimoniare la goduria nel leggere la maestria dell'esposizione, non ho nulla da aggiungere.
C'eravamo già sostanzialmente detto tutto, compreso l'incarico al M5S camuffato da assurdità nel topic dedicato.
:salut
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 773
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Lillo sei uno » 28/02/2013, 19:54

Ma era così difficile prevedere che l’appiattimento sulle politiche di austerità tedesche fossero fallimentari, come dimostrano i risultati nei paesi dell’Europa del sud ?

Che l’accettazione del fiscal compact ci lega le mani ed i piedi e ci condanna ad una progressiva recessione ?

Che il pareggio di bilancio in Costituzione è stato un colpo di mano antidemocratico e costituisce un autentico suicidio ?

Tutto ciò difficilmente avrebbe garantito il consenso necessario a vincere sul serio le elezioni, ne è una riprova il voto di massa arrivato a Grillo anche dalle regioni storiche del PD, nonché la fuga da SEL di migliaia di voti che neanche Ingroia è riuscito ad intercettare.

Perché doversi spaccare ogni volta prima la testa ?
Perché :muro:
Perché :muro:
Perché :muro:

Sapete perché ?

Perché il Pd ha smesso di essere un partito di sinistra. Ma come si fa ad avallare la devastazione sociale operata dal tecnocratico governo Monti, cercandone poi i favori per potersi accreditare come partner affidabile nei confronti della Germania? Perpetrando così la precarizzazione del lavoro e lo smantellamento del solidarismo pensionistico ?

Mi dispiace, ma questa miopia che ha ancora una volta accecato l’attuale gruppo dirigente di una sedicente sinistra se l’è proprio cercata questa ennesima sconfitta.

Ogni tanto bisogna anche dire qualcosa di sinistra, almeno per scaldare i cuori e dare qualche speranza al suo popolo.

E’ proprio vero, questi riuscirebbero a perdere anche giocando da soli con la play-station.
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da reggino » 28/02/2013, 20:16

Lillo sei uno ha scritto:Ma era così difficile prevedere che l’appiattimento sulle politiche di austerità tedesche fossero fallimentari, come dimostrano i risultati nei paesi dell’Europa del sud ?

Che l’accettazione del fiscal compact ci lega le mani ed i piedi e ci condanna ad una progressiva recessione ?

Che il pareggio di bilancio in Costituzione è stato un colpo di mano antidemocratico e costituisce un autentico suicidio ?

Tutto ciò difficilmente avrebbe garantito il consenso necessario a vincere sul serio le elezioni, ne è una riprova il voto di massa arrivato a Grillo anche dalle regioni storiche del PD, nonché la fuga da SEL di migliaia di voti che neanche Ingroia è riuscito ad intercettare.

Perché doversi spaccare ogni volta prima la testa ?
Perché :muro:
Perché :muro:
Perché :muro:

Sapete perché ?

Perché il Pd ha smesso di essere un partito di sinistra. Ma come si fa ad avallare la devastazione sociale operata dal tecnocratico governo Monti, cercandone poi i favori per potersi accreditare come partner affidabile nei confronti della Germania? Perpetrando così la precarizzazione del lavoro e lo smantellamento del solidarismo pensionistico ?

Mi dispiace, ma questa miopia che ha ancora una volta accecato l’attuale gruppo dirigente di una sedicente sinistra se l’è proprio cercata questa ennesima sconfitta.

Ogni tanto bisogna anche dire qualcosa di sinistra, almeno per scaldare i cuori e dare qualche speranza al suo popolo.

E’ proprio vero, questi riuscirebbero a perdere anche giocando da soli con la play-station.
finalmente non sono l'unico a dire queste cose.Al fiscal compact(sessanti miliardi di tagli alla spesa pubblica all'anno per vent'anni) e al pareggio in bilancio in costituzione,aggiungerei la votazione del trattato di lisbona e del mes.Sono d'accordissimo che il pd debba dire qualcosa di sinistra,ma come può il pd dire qualcosa di sinistra,nel momento in cui ha sostenuto per quindici mesi un governo di destra,guidato da un uomo di destra,assieme ad alleati di destra,e facendo una scelta di campo,in campagna elettorale,che aprisse e parlasse solo al centro??magari per garantire una continuità con le politiche di austerity realizzate dal governo monti.E poi pretendono il voto dell'elettorato di sinistra??ma poi è logico che le persone ti votano altri partiti che almeno fanno una proposta di sinistra.Il problema del pd è tutta la classe dirigente,è il programma,le politiche che hanno votato in questi quindici mesi,è mancato un progetto convincente(che progetto può essere quello di mettere insieme monti e vendola??),non è che bastano le dimissioni di bersani per risolvere le cose,magari fosse così,per esempio la scelta di sostenere monti,è stata una scelta voluta da tutto il partito,anzi bersani è quello che ha detto che in caso di dimissioni di berlusconi la strada maestra è il voto,poi a causa delle pressioni nel suo interno ha cambiato idea,ed è stata una scelta scellerata che ha penalizzato bersani,il pd,e il paese.Vediamo le nuove leve come saranno,certo se il futuro è renzi,ho dei dubbi che la situazione del pd migliorerà.
Ultima modifica di reggino il 28/02/2013, 20:30, modificato 1 volta in totale.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Regmi » 28/02/2013, 20:26

Lillo sei uno ha scritto:Ma era così difficile prevedere che l’appiattimento sulle politiche di austerità tedesche fossero fallimentari, come dimostrano i risultati nei paesi dell’Europa del sud ?

Che l’accettazione del fiscal compact ci lega le mani ed i piedi e ci condanna ad una progressiva recessione ?

Che il pareggio di bilancio in Costituzione è stato un colpo di mano antidemocratico e costituisce un autentico suicidio ?

Tutto ciò difficilmente avrebbe garantito il consenso necessario a vincere sul serio le elezioni, ne è una riprova il voto di massa arrivato a Grillo anche dalle regioni storiche del PD, nonché la fuga da SEL di migliaia di voti che neanche Ingroia è riuscito ad intercettare.

Perché doversi spaccare ogni volta prima la testa ?
Perché :muro:
Perché :muro:
Perché :muro:

Sapete perché ?

Perché il Pd ha smesso di essere un partito di sinistra. Ma come si fa ad avallare la devastazione sociale operata dal tecnocratico governo Monti, cercandone poi i favori per potersi accreditare come partner affidabile nei confronti della Germania? Perpetrando così la precarizzazione del lavoro e lo smantellamento del solidarismo pensionistico ?

Mi dispiace, ma questa miopia che ha ancora una volta accecato l’attuale gruppo dirigente di una sedicente sinistra se l’è proprio cercata questa ennesima sconfitta.

Ogni tanto bisogna anche dire qualcosa di sinistra, almeno per scaldare i cuori e dare qualche speranza al suo popolo.

E’ proprio vero, questi riuscirebbero a perdere anche giocando da soli con la play-station.
La retorica è ottima, i contenuti un po meno a mio avviso.
Se provi a spostare le tue lancette della storia recente a prima di novembre 2011
credo che qualche elemento appena riassunto possa cambiare in quanto imputabile a altri.
Se, invece, mi dovessi dire che a quella data non si è avuto il coraggio di assumersi in prima persona le enormi responsabilità poltiche
(le elezioni sarebbero state una formalità) che il rispetto di quegli impegni avrebbero comportato, è una teoria che si può anche sposare.
Secondo me fu una scelta responsabile e non egoistica ma, bensì, dettata dall'interesse del Paese che, com'è noto, non paga mai in termini elettorali.
Fossero stati altri al loro posto avrebbero preteso le elezioni subito...e con lo spread a quasi 600 punti, chi si è visto si è visto.
...Anche le presenti e future pensioni benchè ridotte e il tuo stipendio che, nemmeno oggi, sono certo al sicuro nonostante tutto.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 773
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Lillo sei uno » 28/02/2013, 20:40

Regmi ha scritto: La retorica è ottima, i contenuti un po meno a mio avviso.
Se provi a spostare le tue lancette della storia recente a prima di novembre 2011
credo che qualche elemento appena riassunto possa cambiare in quanto imputabile a altri.
Se, invece, mi dovessi dire che a quella data non si è avuto il coraggio di assumersi in prima persona le enormi responsabilità poltiche
(le elezioni sarebbero state una formalità) che il rispetto di quegli impegni avrebbero comportato, è una teoria che si può anche sposare.
Secondo me fu una scelta responsabile e non egoistica ma, bensì, dettata dall'interesse del Paese che, com'è noto, non paga mai in termini elettorali.
Fossero stati altri al loro posto avrebbero preteso le elezioni subito...e con lo spread a quasi 600 punti, chi si è visto si è visto.
...Anche le presenti e future pensioni benchè ridotte e il tuo stipendio che, nemmeno oggi, sono certo al sicuro nonostante tutto.
Ancora con la storia della responsabilità ?

Ma non fingiamo e diciamo tutta la verità, quella che la gente vuole finalmente sentire.

Anche la sinistra a quel tempo era in profonda crisi e non era ancora pronta alle elezioni, vai a rileggerti le cronache del tempo e finiamola con la retorica patriottica e guardiamo in faccia la realtà.
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Regmi » 28/02/2013, 20:47

Lillo sei uno ha scritto:
Regmi ha scritto: La retorica è ottima, i contenuti un po meno a mio avviso.
Se provi a spostare le tue lancette della storia recente a prima di novembre 2011
credo che qualche elemento appena riassunto possa cambiare in quanto imputabile a altri.
Se, invece, mi dovessi dire che a quella data non si è avuto il coraggio di assumersi in prima persona le enormi responsabilità poltiche
(le elezioni sarebbero state una formalità) che il rispetto di quegli impegni avrebbero comportato, è una teoria che si può anche sposare.
Secondo me fu una scelta responsabile e non egoistica ma, bensì, dettata dall'interesse del Paese che, com'è noto, non paga mai in termini elettorali.
Fossero stati altri al loro posto avrebbero preteso le elezioni subito...e con lo spread a quasi 600 punti, chi si è visto si è visto.
...Anche le presenti e future pensioni benchè ridotte e il tuo stipendio che, nemmeno oggi, sono certo al sicuro nonostante tutto.
Ancora con la storia della responsabilità ?

Ma non fingiamo e diciamo tutta la verità, quella che la gente vuole finalmente sentire.

Anche la sinistra a quel tempo era in profonda crisi e non era ancora pronta alle elezioni, vai a rileggerti le cronache del tempo e finiamola con la retorica patriottica e guardiamo in faccia la realtà.
Quella che hai retoricamente sopra descritto, la mia o quella del primo che passa?

Forse è meglio tirare una monetina e poi andare a lezione di sirtaki.
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da onlyamaranto » 28/02/2013, 21:57

aquamoon ha scritto: A mio modesto avviso dovremmo sotterrare l'ascia di guerra.
Grillo ha ragione in una cosa: bisogna smettere di guardare alla Politica come complesso di regole. Serve una visione, un sogno in cui credere.
Sono esattamente le identiche ragioni per cui, apppena diciottenne, smisi di cazzeggiare full time e cominciai a dedicare parte del mio tempo affinchè la visione ed il sogno che sentivo di avere,
avessero una possibilità di avverarsi.
E' vero, il Partito non ci fa sognare più, la visione pian piano ha ceduto campo alla realtà. I sogni si sono rarefatti ed i numeri hanno cominciato ad assumere sembianze umane...
La Teoria si è annullata nella Prassi e, complice la pigrizia del Paese, si è preferito lasciare che la polvere si accumulasse.
Volevamo cambiare il Mondo e in vent'anni ci siamo ritrovati cambiati anche noi.
Serve una scossa.
Serve un Big Ben:
Si passi il pallino a Grillo, gli si chieda di formarlo lui il Governo.
Bersani deve dimettersi ed insieme a lui devono dimettersi tutti quelli che in 15 mesi hanno dilapidato una dote acquisita in tre anni per manifesta incapacità del competitore avversario.
Berlusconi, con la sua caterva di processi e lo sputtanamento personale, non aveva nessuna possibilità di andare oltre il 10%, una campagna elettorale condotta in maniera indolente con sfumature d'arroganza malcelata e spocchia diffusa l'ha, probabilmente a sua insaputa, rianimato e come Ercolino sempre in piedi, malgrado le mazzate è rispuntato chiedendo di sedersi anche lui (quello che si era acquattato a Malindi) al tavolo delle trattative.
Ci siamo svenati per salvare la baracca, abbiamo votato e difeso provvedimenti micidiali, abbiamo contribuito con i nostri sacrifici a rimettere in piedi e...
ancora Berlusconi.
No, caro Bersani no, così non va.
Grillo ha detto che sei uno zombie, non è vero sei una persona per bene e la tua storia ne è testimone.
Dice che sei uno stalker... non ne saresti capace.
Fai finta di niente, non ribattere, ricorda che sei il segretario del Partito che ha immolato sull'altare della liberazione dal fascismo e sulla rivendicazione dei diritti dei lavoratori la migliore gioventù che mai l'Italia abbia avuto.
Rassegna le dimissioni dal Partito e passa la mano a Napolitano, potrai sempre dire che sei uscito dalla scena dopo aver vinto e rimarrai nei nostri cuori accanto ai Grandi.
Bisogna far scoppiare le contraddizioni:
l'Italia è spaccata in due, una parte cerca di soccorrerla , l'altra di distruggerla.
Non ti abbiamo votato e sostenuto perchè tu ci accompagnassi verso il risveglio.
La nottata non è evidentemente ancora finita e... vogliamo continuare a sognare.
Presentati dimissionario e adoperati perchè l'ufficio di presidenza nomini un segretario pro tempore e fai trattare lui con Grillo.
Ti si chiede un grosso sacrificio, è vero.
Noi però siamo quelli che veniamo da lontano e andiam lontano, sappiamo di essere ingranaggi e sappiamo pure quando è ora di essere sostituiti.
Il 25 febbraio non può nè deve rimanere una data come tante altre.
Serve una scossa e tu puoi, come testamento per le future generazioni,
darla.
Si può uscire di scena tra applausi o fischi e tu hai finito di recitare la tua parte.
Non ci spelleremo le mani per la felicità, anzi.
Ti applaudiremo, un po' mestamente ma ti renderemo l'onore delle armi.
Serve un grande gesto e solamente il segretario di un Grande Partito può farlo.
E' nella crisi che si cresce, è la crisi che rimette in moto le migliori energie.
Chi nei suoi miti e nei suoi eroi mantiene ancora il ricordo della "meglio gioventù" capirà.
:salut
Passione, emozioni, e anche senso pratico, intelligente autocritica, proiezione verso il futuro, standing ovation per te aqua :salut

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da reggino » 01/03/2013, 11:01

Lillo sei uno ha scritto:[quote

Ancora con la storia della responsabilità ?

Ma non fingiamo e diciamo tutta la verità, quella che la gente vuole finalmente sentire.

Anche la sinistra a quel tempo era in profonda crisi e non era ancora pronta alle elezioni, vai a rileggerti le cronache del tempo e finiamola con la retorica patriottica e guardiamo in faccia la realtà.
ma che poi non capisco una cosa:se il pd,ritiene(al netto di quello che dicono gli indici economici,l'ue,alcuni premi nobel come krugman,le forze sociali,o lo stesso monti che ha ammesso che con le riforme che lui stesso ha fatto ci ha portato alla recessione,la sinistra europea,e potrei andare avanti all'infinito),di aver agito con senso di responsabilità e di aver votato "lealmente" e "convintamente" le riforme di monti,perchè in campagna elettorale,diceva di voler fare l'imu più progressiva(come vuole l'ue,tra le altre cose,alla faccia del ce lo chiede l'europa,l'europa ne ha bocciato di riforme fatte dal governo monti,come anche quella sul mercato del lavoro),perchè come l'ha fatta monti non andava bene,che la riforma delle pensioni andava rivista,che la riforma del mercato del lavoro non andava bene,che bisogna puntare alla crescita,cioè l'esatto opposto di quello che hanno fatto con monti???e non solo s'è persino messo in coalizione uno come Vendola che ne ha dette di cotte e di crude nei confronti di monti,come del resto anche lo stesso bersani,definendo monti,un berlusconi col loden(che fino a ieri è sostenuto).un partito con queste contraddizioni può essere credibile??deve decidere una buona volta il pd da che parte vuole stare,se vuole essere un partito di sinistra,cosa che ad oggi non è,è inutile che ci prendiamo in giro,il pd ad oggi non è un partito di sinistra,deve incominciare a portare avanti istanze di sinistra,incominciare a proporre il reddito di cittadinanza,difendere i diritti dei lavoratori(che col governo monti ha massacrato,vedi articolo 18),incominciare seriamente a investire nel settore pubblico,combattere per la democrazia nelle fabbriche,il pd ha sempre sostenuto il modello marchionne,che è il più grande negriero che l'italia abbia mai avuto,invece che spendere soldi in opere utili,puntare su un piano di lavoro pubblico per mettere in sicurezza l'assetto idrogeologico del territorio.Se ritengono che fare questo genere di proposte non appartenga alla famosa cultura riformista(incomincio a pensare che quando parlano di riformismo non si riferiscano a roosvelt ma a craxi),che continuino a portare avanti la loro attuale linea,dal 25%,passeranno al 15.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
onlyamaranto
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 3249
Iscritto il: 12/05/2011, 8:43

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da onlyamaranto » 01/03/2013, 11:12

Se permetti ti rispondo io: lungi da me fare l'avvocato difensore del PD, non mi interessa, ma tutto quello che tu scrivi è stato frutto e conseguenza dell'orlo del baratro dove ci aveva portato il clan del centrodestra berlusconiano;
non è la politica che in condizioni di normalità il PD avrebbe voluto attuare, ma sono state misure economiche dettate dall'emergenza, dal cappio al collo che il precedente governo ci aveva sistemato, ancora un pò e ci avrebbe strozzato.

"...e qualcosa rimane
tra le pagine chiare e le pagine scure... "

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da reggino » 01/03/2013, 11:21

onlyamaranto ha scritto:Se permetti ti rispondo io: lungi da me fare l'avvocato difensore del PD, non mi interessa, ma tutto quello che tu scrivi è stato frutto e conseguenza dell'orlo del baratro dove ci aveva portato il clan del centrodestra berlusconiano;
non è la politica che in condizioni di normalità il PD avrebbe voluto attuare, ma sono state misure economiche dettate dall'emergenza, dal cappio al collo che il precedente governo ci aveva sistemato, ancora un pò e ci avrebbe strozzato.
quello che però io mi chiedo,ma siamo sicuri che l'unica strada per uscire dalla crisi,sia quella tracciata da monti??mi sembra normale che se tagli le pensioni,se tagli diritti,se aumenti l'iva,metti l'imu,riduci il potere d'acquisto,la gente non compra,le imprese non vendono e chiudono.Tant'è che imprenditori e lavoratori,insieme,l'unica volta nella storia,forse,hanno votato un movimento che è contrario a questa politica dell'austerity.E mi sembra che anche il pd si è reso conto di aver fatto una cazzata,tant'è che in campagna elettorale pareva un altro poco che in questo anno e mezzo avesse fatto opposizione a monti,come si sarà reso conto anche l'udc e fini.Io mi auguro che nella prossima legislatura,ci sia un rovesciamento delle politiche attuate in questo anno e mezzo da monti.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da doddi » 01/03/2013, 12:11

Commenti lagunari


http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02 ... zi/513648/" onclick="window.open(this.href);return false;

Elezioni, Cacciari commenta i risultati: “Sono teste di cazzo, era meglio Renzi”

L'ex sindaco di Venezia, da sempre critico all'interno del Partito democratico, è arrabbiato per l'esito delle urne: "Un disastro, dovevamo puntare su un rinnovamento radicale, invece siamo rimasti a metà". E la colpa è del "gruppo dirigente che circonda Bersani"
di Redazione Il Fatto Quotidiano | 26 febbraio 2013

Se fossimo stati in televisione sarebbe stato un continuo “bip” “bip” per eliminare parolacce e improperi dalle parole di Massimo Cacciari. Ex sindaco di Venezia, filosofo, da sempre una voce critica all’interno del Partito democratico. È avvelenato. Ci parla con un tono tra l’avvilito di chi lo aveva detto da tempo, e l’arrabbiato di chi non vuole smettere di dirlo. “Senta, è un disastro. Un vero disastro”. Ancora non è definitivo (sono le sei del pomeriggio). “Eccome se lo è. Peggio di così…”

Partiamo dai motivi.
Sono gli stessi da vent’anni, da sempre, da quando perdiamo.

Va bene, mi indichi i principali.
Questa volta dovevamo puntare su un rinnovamento radicale. Dovevamo scegliere dove stare e cosa fare! Non restare a metà.

Nel contesto.
Le cito Kant, quando parlava della somma dell’inerzia…

Nel pratico.
Il Pd è rimasto a metà tra il voler interpretare le spinte arrivate dalla parte di Grillo e quella di strizzare l’occhio al gruppo di Monti e alla sua visione dello Stato e dell’Europa.

Figure politiche antropomorfe.
Come al solito siamo gente affetta da snobismo e da puzza sotto il naso. Come sempre!

Sarebbe stato meglio avere Renzi?
Aspetti. Prima di dire certe cose, legga i risultati locali.

A quali si riferisce, in particolare?
(Qui il tono della voce si alza) Al nord è una catastrofe sia per Pdl che per la Lega! Eppure il centrosinistra non ha fatto un cazzo. Non è cresciuto.
Hanno sottovalutato l’avversario?
Di più, peggio! (il tono cresce ancora, notevolmente) Sono delle teste di cazzo! Loro sanno tutto, loro capiscono tutto. Loro possono insegnare tutto a tutti. Mentre gli altri sono dei cretini.

Quindi?
Le faccio un esempio: è impossibile spiegargli che c’è una questione settentrionale. Eppure continuano a sbatterci la faccia. La loro vita si sviluppa solo tra Botteghe Oscure, il Nazareno e Montecitorio. Del resto non sanno nulla. Gli basta quel triangolo.

Colpa di Bersani?
No. Ma di quel gruppo dirigente che continua a circondarlo. Gente completamente fallita.

A chi si riferisce, in particolare?
Tutti quelli che stanno da sempre lì e che non abbiamo ancora cacciato. Sì, abbiamo sbagliato a non appoggiare Matteo Renzi. È stato un grande errore.

Ora i democratici cosa devono fare?
(Qui cala i toni, diventa quasi più riflessivo) L’unica strategia è mantenere i nervi saldi. E cerchiamo di dialogare in Parlamento con gli eletti nelle liste di Grillo. Se ci riusciamo.

di Alessandro Ferrucci

Da Il Fatto Quotidiano del 26 febbraio 2013
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 18/04/2013, 18:15

E' scoppiata l'estate, via la lana, il cotone è meglio.
Dal faro si vede benissimo, la vaporiera "Montecitorio" è ormeggiata e l'equipaggio è impegnato per l'elezione del Commodoro.
Il paese è praticamente bloccato, non si parla d'altro, punto il binocolo e...

Noto con piacere che le voliere sono state aperte:
idee, teorie, congetture e diagnosi varie,
leggere e inconsistenti,
hanno ripreso a volteggiare.
C'è chi abbaia alla luna e chi la cerca nel pozzo.
Berlusconi stamattina si dichiarava certo dell'elezione dell'appena scongelato esemplare di lupo marsicano e già il mio dentista tentava di non farmi la fattura...
Alla fine, e cioè domani, con 504 voti si eleggerà un nuovo Presidente della Repubblica.
Gli antichi romani, quelli che hanno inventato le tattiche di guerra, la chiamavano manovra a testuggine:
i legionari con gli scudi formano una sorta di casa (il carapace della testuggine) e al riparo d'essa, impediscono alle frecce e a tutto il resto di colpirli.
I Barbari, scagliano addosso alla Legione ormai blindata... di tutto.
Volano insulti, minacce, anatemi, citazioni testamentarie, bidoni di vomito e palate di merda.
Come super eroi, i grillini dell'ultima ora, abbandonano il costume da duro e puro raccattato in saldo e,
splendidi e splendenti,
gonfiando il petto, si ripropongono come difensori della Patria dal pericolo imminente del Comunismo.
Gargamella, buffone, inciucione, comunista,siete morti,... tutto il breviario del vangelo secondo Dell'Utri...
La manovra a testuggine comincia a dare i suoi frutti,
il legionario resiste e gli scudi dei suoi militi noti lo riparano dai colpi che rimbalzando... cominciano a fare breccia in qualcuno dei due muri costruiti dai Barbari.
...
La Storia, raccontando questa vicenda, riserverà a chi la leggerà più di una sorpresa.
Bersani, sabato scorso al Corviale, ha ribadito e ripromesso che mai e poi mai, avrebbe fatto un governo con Berlusconi.
Le cose, per come stanno andando, non mi pare vadano in una direzione diversa da quella prospettata al Corviale, ovvero:
Mai con Berlusconi. (repetita iuvant)
Infine, secondo voi, se per ipotesi venisse eletto Rodotà o Prodi... Bersani avrebbe vinto o avrebbe perso?
...
La sua corsa è finita, può arrivare alla fine lesinando gomme e benzina ma consentendo la vittoria al suo compagno di squadra,
oppure spremersi per vincere per poi rimanere senza benzina e con le gomme sbrindellate a due giri dalla fine.
Il regolamento lo vieta, non si può simulando un guasto o una disattenzione, far vincere il compagno.
Quando succede ed è palese, scoppiano le polemiche e le vittorie cambiano sapore.
A volte succede e se ne accorgono in pochi,
certe volte non se ne accorge nemmeno il pilota.
...
In realtà è primavera, la lana comunque è bene riporla nell'armadio.
Il cotone è meglio.
:salut
Ultima modifica di aquamoon il 18/04/2013, 20:34, modificato 1 volta in totale.
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Regmi » 18/04/2013, 20:17

Immagine
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da rorschach » 18/04/2013, 20:32

aquamoon ha scritto: Infine, secondo voi, se per ipotesi venisse eletto Rodotà o Prodi... Bersani avrebbe vinto o avrebbe perso?
Bersani ha straperso, ha fatto una figuraccia dal quale non si ripiglierà più. Bastava votare scheda bianca i primi tre turni e poi calare Prodi, che tanto mancavano 8 elettori. Invece ci tocca pure dare ragione a Grillo che il PD ha fatto le Berlusconarie (perché è quello che è effettivamente successo), che vergogna. Ma con che faccia si può accettare una cosa del genere, pure se è tattica? :muro:

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 18/04/2013, 20:48

rorschach ha scritto:
Bersani ha straperso, ha fatto una figuraccia dal quale non si ripiglierà più. Bastava votare scheda bianca i primi tre turni e poi calare Prodi, che tanto mancavano 8 elettori. Invece ci tocca pure dare ragione a Grillo che il PD ha fatto le Berlusconarie (perché è quello che è effettivamente successo), che vergogna. Ma con che faccia si può accettare una cosa del genere, pure se è tattica? :muro:
Bersani ha perso quando i risultati elettorali sono stati resi noti,
cioè una cinquantina di giorni fa.
I leaders che perdono, nel Pd, vengono sostituiti, ricordi Occhetto o Veltroni?
In Politica, prescindendo da chi ha realmente ragione, capita di vincere o perdere senza meriti o demeriti e il caso in questione è di questo tipo,
con l'esigua differenza che è il vincitore che deve farsi da parte.
Capisco la difficoltà per uno di destra a comprendere una ormai prassi consolidata,
un po' meno se non lo capisci tu. :wink
A Bersani va reso l'onore delle armi e se le cose avranno il loro corso, come tanti altri, verrà riabilitato.
Magari lo fà a sua insaputa ma sta lavorando bene.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
Lillo sei uno
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 773
Iscritto il: 24/05/2011, 20:52

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Lillo sei uno » 19/04/2013, 11:50

aquamoon ha scritto:
Bersani ha perso quando i risultati elettorali sono stati resi noti,
cioè una cinquantina di giorni fa.
I leaders che perdono, nel Pd, vengono sostituiti, ricordi Occhetto o Veltroni?
In Politica, prescindendo da chi ha realmente ragione, capita di vincere o perdere senza meriti o demeriti e il caso in questione è di questo tipo,
con l'esigua differenza che è il vincitore che deve farsi da parte.
Capisco la difficoltà per uno di destra a comprendere una ormai prassi consolidata,
un po' meno se non lo capisci tu. :wink
A Bersani va reso l'onore delle armi e se le cose avranno il loro corso, come tanti altri, verrà riabilitato.
Magari lo fà a sua insaputa ma sta lavorando bene.
:salut
Sta lavorando bene a sua insaputa :scratch vuoi vedere che scopriremo in lui il nuovo Forrest Gump della politica :mrgreen:
S'a Reggina è na malatia, prima Foti e poi Praticò sunnu i so merici curanti.

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Paolo_Padano » 19/04/2013, 14:11

Il principale errore di Bersani è stato quello di non capire ed ammettere che più che perdere non ha vinto
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 19/04/2013, 14:45

Paolo_Padano ha scritto:Il principale errore di Bersani è stato quello di non capire ed ammettere che più che perdere non ha vinto
Prova ad immaginare un Bersani "consapevole" che il 26 febbraio si dimette da segretario del PD e leader della coalizione.
Cosa sarebbe successo?
E' la vecchia storia di Sliding doors, una porta scorrevole si blocca per un minuto e la tua vita cambia.
Non si blocca e le cose vanno... come sono andate.

In Politica non serve immaginare per poi speculare su qualcosa che poteva... ma non è stato fatto.
La Politica è governare ciò che succede nell'interesse generale
e il suo successo o il suo fallimento non è determinato dalla tattica ma dalla strategia.
...
Infine la vicenda si concluderà,
se il risultato coinciderà con le tue ragionevoli aspettative, vorrà dire che la tattica era quella giusta.
E' come nel gioco degli scacchi, si sacrifica qualche pezzo, se serve anche la regina,
per dare scacco matto.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

rorschach
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 494
Iscritto il: 22/06/2011, 23:54

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da rorschach » 19/04/2013, 20:25

Complimenti a Bersani che ha spaccato il partito. Peggio di così non poteva fare

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 19/04/2013, 20:50

rorschach ha scritto:Complimenti a Bersani che ha spaccato il partito. Peggio di così non poteva fare
Stamattina, alla riunione della segreteria del PD, all'unanimità si è deciso di candidare Prodi, SEL come da accordi ha dichiarato di appoggiarlo.
Se un centinaio di giovanotti e giovanotte decidono di farsi i fatti loro,
qual'è la colpa di Bersani?
Quella di aver fatto fare le primarie per il Parlamento, perdendo così il controllo di almeno metà degli eletti?
Sono cinquecento, più del 60% non avevano mai fatto politica e hanno meno di 45 anni, ragionano da neofiti e non hanno esperienza, è colpa di Bersani?
Giacchetti ai microfoni della 7, era livido, incapace di dare una spiegazione. :oo:

Giuste e sacrosante le critiche al responsabile politico, cerchiamo però di farle
ricordando che al peggio non c'è mai fine e che le camarille ormai sedimentatesi sono dure a morire.
Se nutriamo interesse per la Sinistra e per il suo futuro, piuttosto che sparare sul pianista, cerchiamo di capire se è lui che non sa suonare o se parte dei tasti non funziona.
Se non controlliamo il pianoforte, pur avendo ucciso il pianista, avremmo la stessa musica.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Rispondi