Dal Guardiano del Faro

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 18/09/2011, 11:14

Settembre, andiamo. È tempo di migrare.
Affacciandomi stamane, quì dal faro, guardando il mare quieto e vuoto, senza più barche,barchette, gommoni e moto d'acqua isteriche... senza nemmeno pescatori... cos'altro potevo pensare?
Settembre, andiamo. È tempo di migrare.

...
Eppure, ce ne sarebbero cose da fare, le barche hanno bisogno di cure, i motori di amorevoli unguenti...
ma la mente è da un'altra parte.
Più che un rientro è parsa una fuga. Quando il comandante della guardia costiera era presente, tutti i vacanzieri con le loro imbarcazioni sembravano quasi tarantolati, avanti e indietro tutto il tempo, tutti a quasi danzare, con le loro evoluzioni, in onore e per il piacere del comandante.
Poi, come in quell'altra storia, il comandante, guardandosi allo specchio si vede come ammiraglio e,
sistemati i luogotenenti a guardia della capitaneria, si ingallona e si trasferisce sull'Alemannia... a 120 miglia dall'angiporto che sino ad allora l'aveva amorevolmente ospitato.
Sono ormai due estati che è andato via... ed insieme a lui sono andati via via sparendo tutte quelle barche e barchette che come una guardia scelta, con una sincronia a volte micidiale, sollevavano spruzzi d'acqua a difesa del loro comandante che ostinati "vacanzieri diversamente abili", lasciata la loro isola, attaccavano ogni qual volta ravvisassero, nello svolgersi delle sue funzioni, irregolarità.
Cioè... tutti i giorni.
Adesso che il comandante è lontano, non sanno più cosa fare. Come pugili rintronati cui hanno sequestrato il sacco perchè le cose bisogna pur pagarle, senza guantoni, sequestrati pure quelli, sognando titoli mondiali... pian pianino... lasciano il ring e riguadagnate le loro imbarcazioni, mestamente, si avviano al rimessaggio.
Sembrava amore invece era un calesse.
Settembre, andiamo. È tempo di migrare.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 24/09/2011, 9:28

La settimana, lunedì mattina, si annunciava minacciosa.
Il mare, quì dal faro, sembrava una pentola a pressione con la valvola difettosa, sbuffi sempre più muscolosi, roboanti s'infrangevano contro gli scogli.
Alle 11, come se una mano avesse coperto il Sole, tutto diventa buio.
In un attimo, il mare che già si agitava, fa esplodere la valvola e gli sbuffi si trasformano in onde di un metro e mezzo. Una dopo l'altra rotolano contro la terraferma, la scuotono, ne tirano via qualche pezzo.
La diga foranea, pazientemente costruita giorno dopo giorno, scartando via via i massi non "idonei", trema.
Sotto le bordate incessanti dei marosi sostenuti da nuvoloni scuri come la pece, la massicciata vacilla. Qualche masso rotola via...
Scossa ma non tramortita.
Il vento fischia, e pure la bufera infuria.
...
Un paio d'ore di ammuina e subito dopo, la stessa mano che aveva coperto il Sole, pietosamente,
sistema la valvola della pentola.
Il mare, con qualche onda in mezzo alle gambe, si ritira ed il vento ritorna ad essere il consueto refolo settembrino.
Pericolo passato. I bastioni di Orione hanno respinto l'attacco e la fortezza è salva.
Passata è la tempesta...
:salut

« All'ordine Facite Ammuina: tutti chilli che stanno a prora vann' a poppa
e chilli che stann' a poppa vann' a prora:
chilli che stann' a dritta vann' a sinistra
e chilli che stanno a sinistra vann' a dritta:
tutti chilli che stanno abbascio vann' ncoppa
e chilli che stanno ncoppa vann' bascio
passann' tutti p'o stesso pertuso:
chi nun tene nient' a ffà, s' aremeni a 'cca e a 'll à".


La fortezza è salva.
E' il villaggio che la fortezza domina che è distrutto.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 29/09/2011, 18:54

Affacciandomi oggi, di fronte questo mare straordinariamente mansueto, non ho potuto che sorridere vedendo la barchetta di romano... finalmente assicurata all'ormeggio.
C'era stato qualcuno che sino al pomeriggio di ieri la dava dispersa, forse affondata dal suo stesso peso (romano trasporta con la sua barca parallelepipedi di cemento per conto della nota azienda Mafia s.p.a... ) e già pensava a come organizzare il funerale per il suo armatore.
Poi, mi dicono, la guardia costiera, allarmata personalmente dall'ammiraglio, con 315 marinai scelti e 6 pesci in brodo per allietarli e consolarli, seguito l'odore ( i parallelepipedi, si mormora, contengano rifiuti e scarti di produzione dell'azienda ), sono corsi in soccorso di romano e l'hanno, come da contratto, portato in salvo.
L'azienda, si sussurra, ha un accordo speciale, una sorta di mutuo soccorso con la capitaneria e il contratto parla chiaro "tutti per uno"
(a dirla tutta c'era pure "e uno per tutti" ma su questa parte è cascato un pezzo di fard all'atto della stipula con l'ammiraglio... che l'ha resa illeggibile):
l'ammiraglio chiama e tutti i 315, come pecore richiamate dal latrato del cane, ordinatamente rientrano all'ovile... per la conta.
E' un bravo cane ed è pure bravo il suo padrone.
Certo, ogni tanto qualche vascello si perde, qualche figliolo dimentica di essere prodigo e sceglie altri mari... ma infine, l'ammiraglio, di riffa o di raffa,
galleggia ancora.
Hai voglia a chiamare l'Arpacal, telefonare alla Goletta Azzurra, chiamare Lega Ambiente... basterebbe osservare il mare per vedere cosa vi galleggia...
Basterebbe un depuratore funzionante.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 01/10/2011, 9:59

Nottata insonne:
il bollettino dei naviganti annuncia una perturbazione in arrivo dal nord Italia con venti dal quadrante secessionista e precipitazioni a carattere farsesco.
In effetti, come da copione, malgrado tutti (... quasi) i guardiani dei fari segnalino da tempo un costante cambiamento di clima che nei fatti ha cambiato la configurazione isobarica... tale da generare, per esempio, un'eccezionale pesca di salmoni avvenuta appena il giorno prima: 1.200.000 esemplari catturati con palamiti innescati con carne di maiale...
in effetti, dicevo, al bollettino dei naviganti non gliene frega nulla e ci allerta con queste notizie di venti secessionisti...
...
Stamattina, come immaginavo, il mare sembra fatto di mercurio: luccicante e compatto.
Il bollettino ci spiega che l'anticiclone DelColle (la cui linea isobarica era stata stranamente dimenticata) si è frapposto all'area di bassissima (terra, terra) pressione annunciata facendola declassare a flatulenza di classe 1.
...

E' uno strano settembre, tanto strano che non sembra essere ancora arrivato... ed è già finito.
E' una strana estate, è finita ma tanti non se ne sono ancora accorti. La temperatura è diminuita ma tanti girano ancora in maniche di camicia.
Qualcuno, saggiamente, comincia a mettersi un golfino sulle spalle e... si copre.
E' annunciata una perturbazione in arrivo a partire dalla settimana prossima, il ciclone Ruby e l'uragano Mills stanno già addensandosi e sta avanzando anche un'altra perturbazione dal Salento.
Consiglierei un golfino a tutti quelli che ancora pensano sia estate.
L'estate è finita.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 06/10/2011, 18:29

La vista oggi non è un granchè.
L'azzurro si è ingrigito e il blù, annerito.
Nuvole gravide di pioggia si addensano e il bianco delle case risalta ancora di più sul nero che tutto sta coprendo.
Sarà un brutto fine settimana.
A Barletta non so che tempo fa. Immagino sia orrendo.
Le barche stanno rinforzando gli ormeggi ed i pescatori, in attesa che la buriana passi, sistemano le loro reti.
E' ormai autunno e... non promette nulla di buono.
E' tempo di tirare le somme:
l'estate non è stata fantastica...anzi.
Le cinque donne morte per 3,95 l'ora avranno un bel funerale. I loro figli, i loro mariti, le loro famiglie,
non avranno niente.
Il lavoro nero non prevede risarcimenti o pensioni, i 3,95 l'ora non ci saranno più... e chi si è visto, si è visto.
Bello parlare di allungamento dell'età pensionabile e di articoli 8 o 18.
Mentre si fanno quadrare i bilanci dello Stato e si fanno finanziarie da 100 mila miliardi di lire, a Barletta si muore per 3,95 euro l'ora.................................
rigorosamente in nero.
Le case all'orizzonte già bianche, non si vedono più.
Il nero sta oscurando tutti gli altri colori. Sembra una colata di pece che pian piano copre tutto.
Speriamo copra anche la vergogna che provo.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Mariotta
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1400
Iscritto il: 12/05/2011, 19:24

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Mariotta » 06/10/2011, 19:02

aquamoon ha scritto:La vista oggi non è un granchè.
L'azzurro si è ingrigito e il blù, annerito.
Nuvole gravide di pioggia si addensano e il bianco delle case risalta ancora di più sul nero che tutto sta coprendo.
Sarà un brutto fine settimana.
A Barletta non so che tempo fa. Immagino sia orrendo.
Le barche stanno rinforzando gli ormeggi ed i pescatori, in attesa che la buriana passi, sistemano le loro reti.
E' ormai autunno e... non promette nulla di buono.
E' tempo di tirare le somme:
l'estate non è stata fantastica...anzi.
Le cinque donne morte per 3,95 l'ora avranno un bel funerale. I loro figli, i loro mariti, le loro famiglie,
non avranno niente.
Il lavoro nero non prevede risarcimenti o pensioni, i 3,95 l'ora non ci saranno più... e chi si è visto, si è visto.
Bello parlare di allungamento dell'età pensionabile e di articoli 8 o 18.
Mentre si fanno quadrare i bilanci dello Stato e si fanno finanziarie da 100 mila miliardi di lire, a Barletta si muore per 3,95 euro l'ora.................................
rigorosamente in nero.
Le case all'orizzonte già bianche, non si vedono più.
Il nero sta oscurando tutti gli altri colori. Sembra una colata di pece che pian piano copre tutto.
Speriamo copra anche la vergogna che provo. :salut



...in nero anche questa. :salut
Il dolore ci rimette in mezzo alle cose in modo nuovo.

peas!
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 525
Iscritto il: 12/05/2011, 21:05

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da peas! » 06/10/2011, 23:08

Uno dei rari motivi per cui vale ancora la pena accedere al forum.

Previsti abbassamenti tremontiani delle temperature da questo weekend.

Chi può, non dorma col culo scoperto.

UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da UnVeroTifoso » 06/10/2011, 23:11

peas! ha scritto:Uno dei rari motivi per cui vale ancora la pena accedere al forum.




:salut :salut :salut
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 16/10/2011, 11:42

La pioggia con un po' di grandine infiltrata che ieri ci aveva quasi sommerso... stamane è scomparsa.
Il Sole, impertinente come suo solito, si staglia all'orizzonte incurante di quanto appena successo e saluta... i superstiti.
Raccontano ci sia stata un po' di ammuina ieri a Roma, mentre qualche migliaio di turisti non per caso, sciamavano in via Cavour, a qualche centinaio di metri si svolgeva l'ormai stanco nastro dei caroselli dei gipponi impegnati nell'altrettanto stanca parata di scelbiana memoria.
Una pacificissima passeggiata contro un capitalismo sempre più famelico che raschiato il fondo del barile, vira verso l'autodistruzione...
è stata sostituita da un documentario sulle capacità sterzanti delle autoblindo e sulla incapacità di governare qualsiasi cosa se non il futuro prossimo venturo degli stessi governanti.
Ad occhio e croce staremmo parlando di qualche centinaio di politicanti che sordi alle grida della Piazza, reagiscono soltanto al frusciare delle banconote e alle rassicurazioni pensionistiche della legislatura da completare.
Adesso arriveranno, come da copione, le richieste di chiarimenti. Si interrogherà certamente il ministro degli interni e gli si chiederà per quale motivo 2.000 e passa forze dell'ordine in assetto da guerriglia, con armi di tutti i tipi, cingolati, carri armati e, soprattutto, con Dio dalla loro parte...
non siano riusciti a fermare qualche centinaio di teppistelli armati di bastoni.
Un tempo ormai remoto, quando le parole avevano un senso e gli uomini venivano giudicati per quel che erano e non per ciò che raccontavano... per quanto successo ieri in Piazza san Giovanni ci sarebbero state offerte di dimissioni da parte di chi è pagato per garantire l'ordine pubblico.
Nel tempo che invece ci accompagna il ministro degli interni, occupato com'è a sistemare gli interni di via bellerio... non si occupa degli esterni di via Labicana e quindi brilla... per la sua assenza.
Allo stesso modo brilla il dito che indica la Luna.
La notizia non è che milioni di persone, contemporaneamente, pacificamente e in centinaia di Città distanti tra loro migliaia di chilometri, si siano ritrovate in Piazza a protestare contro la bancocrazia... la notizia è che 300 ragazzacci armati di sampietrini hanno sbaragliato 2000 celerini.
Se questo è il prezzo per il mantenimento della poltrona e cioè l'ammissione pubblica di inefficenza da parte delle fdo al solo scopo di concentrarsi sul dito per non guardare ciò che esso indica...
mi verrebbe da pensare che siamo alla frutta... quando, in realtà, la frutta è già finita da un pezzo e il conto è già sul tavolo.
Un Paese che sorvola su una compravendita di rappresentanti del Popolo, con pagamenti effettuati pronta cassa senza nemmeno un abbozzo di giustificazioni se non l'esclusivo interesse personale e che si "beve" la storiella dei quattro lanzichenecchi che mettono in ginocchio l'esercito della sesta o settima o quel che si vuole potenza mondiale... non ha nessun futuro e parteggiare per gli uni o gli altri a nulla serve se non a confezionare un abitino tranquillizzante su una dittatura sempre più manifestatamente esibita.

La domenica delle salme
gli addetti alla nostalgia
accompagnarono tra i flauti
il cadavere di Utopia
la domenica delle salme
fu una domenica come tante
il giorno dopo c’erano i segni
di una pace terrificante
mentre il cuore d’Italia
da Palermo ad Aosta
si gonfiava in un coro
di vibrante protesta

(FdA... altro che fdo)
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
pab397
Forumino Malato
Forumino Malato
Messaggi: 1153
Iscritto il: 26/05/2011, 22:06

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da pab397 » 16/10/2011, 12:09

UnVeroTifoso ha scritto:
peas! ha scritto:Uno dei rari motivi per cui vale ancora la pena accedere al forum.




:salut :salut :salut


:salut :salut :salut
Immagine

sono talmente comunista che da bambino mi mangiavo da solo

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 22/10/2011, 10:46

Mi affaccio... e la vista è come sempre stupefacente.
L'alta pressione se pur provata da qualche depressione impertinente manifestatasi nel corso della settimana, si è ristabilizzata e, almeno per qualche giorno, ci sarà calma piatta.
Il venticello della calunnia, sussurrante dubbi e bofonchiante denunce,via via era gonfiato e,
improvviso e inaspettato come una cambiale non pagata... si era scatenato con la forza di una tempesta.
La SanGiorgio alla fonda ormai da mesi, squassata dalle raffiche di vento, tendeva sino allo spasimo le catene delle ancore che ostinatamente la tenevano avvinghiata al fondale.
In un batter d'occhio 170 falle si aprono sui fianchi della SanGiorgio, la linea di galleggiamento scompare, l'acqua lambisce la coperta e l'equipaggio comincia a contendersi le poche scialuppe di salvataggio.
Capitan mezzarena contatta il comando centrale ma il commodoro peppeDj non risponde alle chiamate... Il venticello/tempesta è arrivato pure lì.
La SanGiorgio beccheggia forsennatamente, le ancore cominciano ad arare e un ennesimo maroso non più multiservizievole irrompe sulle mura già massacrate dalle 170 falle.
Mezzarena riunisce l'equipaggio e stabilisce la strategia: "Fottiamocene", dice, "Noi non c'entriamo niente, siamo su questa nave a nostra insaputa e la tempesta non ci riguarda..."
L'equipaggio tituba, qualcuno comincia a grattarsi e qualcun altro lancia sguardi bramosi verso la scialuppa di salvataggio. La tempesta intanto vomita addosso alla sventurata SanGiorgio... di tutto e di più.
Delibere incomplete, incarichi fantastici, bilanci psichedelici, dissesti travestiti da arlecchini, revisori afflitti da meningite, portatori di vare con il quadro di scopelliti e suicide metabolizzate... come in un incubo dopo una frittolata, riemergono tutte insieme e come una piaga d'Egitto si abbattono sulla SanGiorgio.
Mezzarena, disperato come un tacchino a Natale, salta sulla scialuppa di salvataggio e grazie alle amorevoli remate dei suoi badanti raggiunge uno scoglio.
"Siamo ancora vivi, colpiti ma non affondati" arringa all'equipaggio, "il popolo ci ha votato e noi restiamo al nostro posto, la Città ha bisogno di noi".
Qualcuno gli ricorda sommessamente che sono su uno scoglio...
in mare aperto.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 29/10/2011, 11:04

"Motore........ e ........ azione!"
sbraita il regista appollaiato in cima alla spadara al centro della rada di Chianalea,
" PeppeDj e i quaranta ladroni, scena 1475, prima"
annuncia il ciakkista...
Gli attori, fino a quel momento inanimati, come i cani di Pavlov, reagiscono immediatamente al ciak e, sia pure un po' basiti, riprendono a recitare.
Quì, dall'alto del faro, la visione d'insieme è stupefacente.
I personaggi della fiction presidiano il set mentre macchinisti, tecnici di ripresa, addetti alle luci, agli effetti speciali... al catering, come api operaie sciamano indaffarate. E' tutto un movimento di barche che trasportano i personaggi da un set all'altro, il regista ordina, suggerisce, minaccia, urla...
gli attori, obbedienti e scodinzolanti, eseguono.
La macchina dei sogni funziona a meraviglia, la fiction dopo dieci anni di programmazione è ancora tra i programmi più visti e il produttore si frega le mani...
Intanto, a riva, spenti i televisori e inutilizzabili gli effetti speciali causa pignoramenti in corso... la fiction cede il posto al reality e lo share... sprofonda.
La realtà supera l'immaginazione, i fatti si manifestano e ingombrano la scena oscurando i fondali di cartapesta.
Qualcuno comincia a grattare la superficie e il colore salta via, le crepe si moltiplicano e il vero sindaco, quello della città reale e non virtuale come quella della fiction, squassato dagli schiaffoni che una minoranza chiassosa ed una magistratura impertinente gli rifilano ormai da mesi...
come una reincarnazione di Piero Battaglia, psicolabilmente si dichiara alieno paventando sommosse e promettendo rimedi omeopatici.
C'è una voragine buia, qualche timida torcia illumina i mostri che si aggirano negli abissi dei bilanci, qualcuno riesuma morti e storie che qualcun'altro voleva seppelliti per sempre ma, la luce non sembra ancora sufficiente... chissà cos'altro occorre?
"Ci vuole più chiarezza" pigola il commercialista del governatore,
"Occorre fare luce su quanto rilevato dagli ispettori, al momento non si individuano reati ma... rilievi",
biascica mentre si sistema meglio le fette di prosciutto sugli occhi.
"Ce la faremo, la gente è con noi"...
geme come un San Sebastiano trafitto.
Altro che Titanic. Lì si era in crociera o in viaggio verso il nuovo mondo.
Quì, al massimo, si galleggia, non c'è nessun ballo e...
soprattutto,
siamo spaventosamente fermi.
...
E' una semplice questione di scelte e quì dall'alto del faro è tutto più chiaro:
o si è nella fiction o se ne è fuori.
Lo zapping è un diritto non negoziabile.
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 08/11/2011, 10:14

Martedì 8 novembre 2011... e se fosse la fatidica data?
E' questa la riflessione di oggi o, come nelle peggiori fictions, stasera saremo ancora quì a ragionare, tra il lusco ed il brusco, sull'ancora imminente apres le deluge?
I segnali non sono un granchè, con lo spezzino martoriato, parte di Genova lagunizzata, l'Elba quasi atlandidizzata e meteoweb che spara cazzate...
c'è poco da stare allegri.
Ieri sera, in televisione, un genovese con stivaloni e k way giallo, si lamentava del fatto che, dopo il nubifragio, nessuno dei governanti si fosse manifestato,
dimentico, evidentemente, che il Governo è una semplice intestazione d'azienda... e niente più.
Le disgrazie si sà, sono come le ciliegie... una tira l'altra.
In quindici giorni se ne sono viste di tutti i colori e dalle risate sbattute in faccia dal duo sarkozy/merkel si è passati all'emergenza finanziaria transitando per quella idrogeologica.
Anche la natura sembra rivoltarsi contro, ci si attrezza di sacchetti di sabbia come fossimo in Bangladesh e si esorcizza la pioggia come se,
piuttosto che essere una delle maggiori potenze industriali... fossimo un paesucolo del terzo mondo.
E' in momenti come questi che i Leaders dovrebbero fare di necessità virtù e indicare con la loro autorevolezza e credibilità la road map ma...
il navigatore satellitare ce l'hanno pure le minicar e il presidente del consiglio INTELLIGENTEMENTE mentre il Fereggiano tracimava... se ne stava ad Arcore
a ragionare sul futuro delle proprie aziende con la famiglia ed il famiglio confalonieri... e i genovesi, gli spezzini, gli elbani, i romani, i napoletani...?
Tutti ad interrogare il navigatore satellitare per sapere come e dove svoltare.
E... il Governo del Fare?
Impegnato con pallottolliere e carnet d'assegni prefirmati ad assicurare la PROPRIA esistenza.
Fare gruppo, fare maggioranza, fare fiducia, fare ridere: tutto nell'ambito dell'autoreferenzialità e strafottendosene di cosa il Paese avrebbe necessità... praticamente:
Fare schifo.
Persino quel mollusco alcolizzato di Bush, all'indomani dell'alluvione di New Orleans, trovò il tempo, tra una partita di golf ed una sbevazzata di whisky,
di recarsi in Louisiana per rassicurare quei poveri disgraziati...
il nostro presidente del consiglio ha preferito confrontarsi con Marina e Fedele inseguendo la Carlucci e sbugiardando quel millantatore H 24 di Ferrara su dimissioni in progress...
sui nubifragi e sullo smottamento della Liguria, a parte un laconico " si è costruito troppo" che il mio nipotino avrebbe meglio articolato...
un silenzio tombale... forse per non disturbare la pace eterna degli scomparsi.
Come non vergognarsi?
Facendo finta che la cosa più importante per me che scrivo e per te che leggi,
sia il futuro di silvio berlusconi e non il nostro.
:salut
Ultima modifica di aquamoon il 08/11/2011, 13:43, modificato 1 volta in totale.
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
Regmi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4236
Iscritto il: 11/05/2011, 16:55

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Regmi » 08/11/2011, 10:35

Se dovessi esprimere un voto sui racconti del nostro sempre godibile guardiano questo merita un 10 pieno.
Chapeau!!
La speranza appartiene ai figli.
Noi adulti abbiamo già sperato e quasi sempre perso.

Demon
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 64
Iscritto il: 31/10/2011, 8:10

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Demon » 08/11/2011, 11:45

Martedì 8 novembre 2011 potrebbe essere la data fatidica!!!

Per il resto come non essere indignati per il "non fare" continuo di questo governucolo?

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 12/11/2011, 10:33

Stamane all'orizzonte si intravedeva un bastimento, non sono ancora riuscito a leggerne il nome, forse è il Britannia, forse è l'arca di berlusconi...
chissà?
:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 13/11/2011, 10:46

Nottataccia quella passata, il bastimento avvistato ieri non era il Britannia ma l'arca di berlusconi e per tutto il pomeriggio è stato un via vai continuo,
i posti a bordo evidentemente non erano illimitati e più di una coppia di animali è rimasta a terra.
Alle 21,40 di ieri sera la sirena, quasi latrando, ha segnato la fine delle operazioni d'imbarco e l'arca, molto stancamente, ha mollato gli ormeggi.
Quello che fino a quel momento era un brusio, via via, si è trasformato in un urlo corale, i sorrisi d'ordinanza sono scomparsi e lo scoramento ha preso il sopravvento... e poi... come in un film già visto tutti ad implorare: " Silvì nun ce lassà, silvì nun ce lassà"... tutta la notte, senza soluzione di continuità... un mantra insopportabile...che palle!
L'arca è ormai piena, le cabine sono state riempite dalle proprietà dell'armatore, televisioni, case editrici, assicurazioni, case cinematografiche, squadre di calcio e tante, tante giovinette... hanno lasciato soltanto qualche strapuntino e per i postulanti una sistemazione, sia pure in coperta è diventata una questione di vita o di morte.
Urlano, sbraitano, inveiscono.
Sold out. Posti esauriti. L'arca è ormai fuori dal porto... Adieu!
Non sappiamo dove andrà, non sappiamo nemmeno se andrà;
gli incubi come tutti sanno non svaniscono d'un tratto e, piaccia o no, dovremo elaborare anche questo lutto... che palle.
Il porto, quì sotto il faro, brulica come un verminaio. Coppie di animali rifiutati, incapaci di darsi un tono, sbraitano contro quel destino che dopo averli miracolati, ineluttabilmente gli si è rivoltato contro restituendoli alla loro condizione abituale: coppie di esemplari ripetuti e quindi non imbarcabili...
Il Sole è ormai sorto, i rifiutati dallo sponsor mogi mogi si avviano verso la loro nemesi,
per la premiata ditta di pulizie Napolitano/Monti sarà un duro lavoro pulire il piazzale...
la nottata è passata.

:salut
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da Paolo_Padano » 13/11/2011, 20:52

e bravo nettuno mattacchione, il titatic sta affondando nell'aurora, le scialuppe sono tutte occupate ed il comandante dice ce ne stanno ancora ...
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

suonatore Jones

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da suonatore Jones » 15/11/2011, 18:42

Paolo_Padano ha scritto:e bravo nettuno mattacchione, il titatic sta affondando nell'aurora, le scialuppe sono tutte occupate ed il comandante dice ce ne stanno ancora ...



questa è una grossa citazione.

Avatar utente
aquamoon
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2320
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Dal Guardiano del Faro

Messaggio da aquamoon » 16/11/2011, 18:19

Brutta bestia il tempo, sembrava volgere al bello e invece nonostante la danza propiziatrice del Gran Capo Napo Lythano... continua a fare un po' schifo.
Quel fastidiosissimo vento da nord, freddo come la lama del bisturi, che soffiava incessantemente e che la danza doveva sedare, si è affievolito quando i tamburi di pace hanno cominciato a ritmare la tecno (molto tecno) danza... qualche passettino e subito dopo ha ripreso a soffiare tagliando, come un bisturi, via via qualche fettina del nostro futuro.
Si chiama Spread e quando soffia sono dolori.
Eppure Napo Lythano è stato bravo.
Ha danzato piano piano per mesi. Mentre la scolaresca, professore assente, impazzava nell'aula incustodita, chi giocando a rubamazzo, chi ai personaggi e chi a un, due, tre, stella!... e il capoclasse allupatissimo a organizzare happy hours con... chiunque ci stesse......
Lui danzava.
Infine, il professore è tornato, il capoclasse sostituito.
Napo Lythano ora potrebbe anche riposarsi, gli anni ci sono e pesano. Le giunture poi, con questo Spread, cigolano che è una pena... che fatica tenere a bada la scuola, si sarà detto insieme ad un "ma chi me lo fa fare?".......
Mentre una squadra di professoroni con due tre lauree a testa, ultracinquantenni e con un à plomb perfetto come un guanto da chirurgo, pochi minuti fa, sfilavano al Suo Cospetto declamando "Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione"......
Ma come, io comunista da sempre. Io che ho sempre pensato che il capitalismo dovesse essere sostituito con il socialismo... oggi, per salvare la baracca,
consegno l'Italia all'intellighenzia del capitalismo?
Come mi sono ridotto... avrà pensato...
Poi, passato lo spleen e richiamato alla realtà da uno spiffero di Spread che da una finestra socchiusa, sibilando come un serpente, si era insinuato lungo le schiene dei convenuti facendo loro stringere le chiappe... Il Gran Capo si è ricordato di essere il Gran Capo, che il comunismo non c'è più se mai c'è stato...
e che anche lui esercita la sua funzione nell'interesse esclusivo della nazione...
"Ho fatto la cosa giusta" giacula... e intanto ricomincia a danzare...
Sventurata la terra che ha bisogno di eroi

Rispondi