CITTA' DEL VATICANO

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Avatar utente
pompa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/05/2011, 9:34

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da pompa » 16/05/2011, 14:27

reggino ha scritto:che poi in uno Stato serio,è lui che deve occuparsi a prendersi cura della collettività,e non a demandare questa funzione alla Chiesa.



Non capiscia cu ccu l'hai, quindi... :scratch


AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da reggino » 16/05/2011, 14:29

blitz quotidiano è la fonte(non l'unità o il manifesto),e sul sole c'è un articolo simile.

sulla seconda non capisco dove vuoi arrivare...
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da reggino » 16/05/2011, 14:31

pompa ha scritto:
reggino ha scritto:che poi in uno Stato serio,è lui che deve occuparsi a prendersi cura della collettività,e non a demandare questa funzione alla Chiesa.



Non capiscia cu ccu l'hai, quindi... :scratch


AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI



Mi si è stato detto:se lo stato non concedesse quelle agevolazioni,la Chiese farebbe molte in cose in meno sul piano sociale.A parte che non è una buona giustificazione,e poi lo Stato non deve farsi sostituire dalla chiesa,per interessarsi della collettività,lui deve essere il primo a realizzare gli interessi pubblici.
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
pompa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/05/2011, 9:34

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da pompa » 16/05/2011, 14:35

reggino ha scritto:
pompa ha scritto:
reggino ha scritto:che poi in uno Stato serio,è lui che deve occuparsi a prendersi cura della collettività,e non a demandare questa funzione alla Chiesa.



Non capiscia cu ccu l'hai, quindi... :scratch


AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI



Mi si è stato detto:se lo stato non concedesse quelle agevolazioni,la Chiese farebbe molte in cose in meno sul piano sociale.A parte che non è una buona giustificazione,e poi lo Stato non deve farsi sostituire dalla chiesa,per interessarsi dalla collettività,lui deve essere il primo a realizzare gli interessi pubblici.



Sono orientato a darti due risposte:
1. la più affettuosa e, se vuoi, na nticchia polemica: scindi e falla tu! :mrgreen:
2. la seconda, condividendo in parte le tue affermazioni, certo è che se lo Stato garantisse un buon Welfare, tante funzioni della Chiesa sarebbero riorientate, verso per esempio la evangelizzazione, l'annuncio di salvezza e cose così. Sarebbe un bene, se lo Stato si occupasse di Welfare e lo garantisse con efficienza, ma nelle more un ente che lo sostiutisce io non lo disagevolerei affatto, ecco tutto. :salut

AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI

reggino
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4513
Iscritto il: 12/05/2011, 19:30
Località: l'isola che non c'è

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da reggino » 16/05/2011, 14:39

Scusate ma voi i politici per quale motivo li votate,per occuparsi della collettività,o no??se questo compito viene trasferito alla chiesa,loro che ci stanno a fare al governo??
https://www.youtube.com/watch?v=-JQINuybHL4" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
pompa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/05/2011, 9:34

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da pompa » 16/05/2011, 14:42

reggino ha scritto:Scusate ma voi i politici per quale motivo li votate,per occuparsi della collettività,o no??se questo compito viene trasferito alla chiesa,loro che ci stanno a fare al governo??



Reggino, andiamo OT. Mi pare di aver visto altri spazi su cui confrontarci su questo.

Qui mi interessava approfondire perchè, sulla base delle tesi di un libro, ci fosse questo accanimento nei confronti della Chiesa.

Per me l'approfondimento è esaurito qui.

Pa politica ontologica e pratica, u tempu vaci cu nnui. :cheers

AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI

Daryan
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 41
Iscritto il: 11/05/2011, 23:06

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da Daryan » 16/05/2011, 15:39

UnVeroTifoso ha scritto:
Non c'entra il fatto di essere ricchi o meno. Non capisco però come si configura in tutto questo il concetto di equità sociale proposto dalla Chiesa.
E poi qua non si parla di ICI sulle chiese ma sulle attività commerciali che si configurano come cattoliche (ostelli ed alberghi in primis ad esempio). Poi è ovvio che è Cesare a non chiedere in questo contesto. Ed io preferirei che chiedesse ed ottenesse. Anche per non stabilire legami di "riconoscenza" tra Chiesa e politica. Perchè la politica poi chiede il conto. E, spesso, la Chiesa non si è tirata indietro. Libera Chiesa in libero Stato. Così vorrei che fosse. Semplicemente. :salut


SE riesco a trovarlo vorrei incollare un importante articolo apparso su Repubblica qualche anno fa proprio su tutti i privilegi fiscali (e non solo) della Chiesa cattolica in Italia.

La maggiorparte delle attività commerciali della Chiesa cattolica si svolgono in edifici edibiti anche al culto. Perciò "fatta la legge trovato l'inganno", si dice :) Questi, perciò, non pagano tasse.
Parliamo, anche, di tutti gli edifici che producono una rendita...,tipo appartamenti dati in affitto ,non a due soldi per carità cristiana,ma al prezzo - se non oltre- di mercato.

Per rispondere a Pompa: gli ospedali pubblici , i musei...sono tutti immobili (che hanno finalità sociali) riconducibili a determinati Enti pubblici. Sarebbe il colmo: " lo Stato che versa tasse allo Stato e il comune a se stesso".


Per quanto riguarda i consolati...,le ambasciate straniere in territorio nazionale, sono regolamentati dal Diritto Internazionale e non sono sottoposte al diritto interno dello Stato ospite.. . Questi sono territorio straniero. Sarebbe come se chiedessimo alla Repubblica di San Marino e a Al Vaticano di versare all'Italia L'ICI :D

Per me, tutti i luoghi di culto e di proprietà di un'istituzione religiosa dovrebbero pagare tutte le tasse.

IO sono cattolica perchè battezzata. Punto. NOn sono praticante e per quanto riguarda determinate questioni pratiche mi piace definirmi laica. Non mi pare sia scandaloso. Come non trovo scandaloso l'esistenza di alcuni sacerdoti (tipo Dan Gallo) non porpio in linea con la dottrina.
Esistono musulmani che bevono vino... :D
Vorrei essere come il vino buono: invecchiare bene, compagna ideale di ogni genuina e lieta distrazione. - A.V.

Avatar utente
Geronimo
Forumino Praticante
Forumino Praticante
Messaggi: 285
Iscritto il: 11/05/2011, 21:11

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da Geronimo » 16/05/2011, 18:45

Chi è anticlericale può credere in Dio più di chi si proclama ecclesiastico :wink
Forse la gente si è abituata ad avere una grande squadra senza accorgersi che ogni traguardo per la Reggina resta sempre una grande conquista”


http://www.youtube.com/watch?v=ecZ6h7xtadE" onclick="window.open(this.href);return false;

Avatar utente
Falko
Forumino Scelto
Forumino Scelto
Messaggi: 685
Iscritto il: 11/05/2011, 14:57

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da Falko » 16/05/2011, 19:48

attenzione a voler parlare di fini sociali dello stato perchè se così fosse non esisterebbero ne COOP ne ARCI.... pirchì iddi si e a cresia no?
Se il destino mi è avverso, peggio per lui!!!

http://www.youtube.com/watch?v=06hr11IO" onclick="window.open(this.href);return false; ... dded#at=13

"La mia rielezione sarebbe al limite del ridicolo" Giorgio Napolitano 14/4/2013

UnVeroTifoso
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1761
Iscritto il: 11/05/2011, 13:54

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da UnVeroTifoso » 17/05/2011, 9:07

Facciamo un esempio:

8 per mille ai valdesi, senza pregiudizi. E con molte differenze dalla Cei
Continuano ad aumentare i cittadini italiani che scelgono di destinare l'8 per mille ai valdesi (più 11% nell'ultimo anno). La Chiesa Valdese non destina nemmeno un euro a finalità di culto, al contrario della Chiesa cattolica, la quale utilizza più della metà del miliardo di euro che riceve al sostentamento del clero e alle esigenze di culto. Ecco i dati.


di Ingrid Colanicchia, da www.adistaonline.it

«Basta pregiudizi. Siamo tutti fratelli e sorelle d’Italia». È questo lo slogan che la Chiesa valdese-Unione delle Chiese valdesi e metodiste ha scelto per la campagna 8 per mille di quest’anno. Per il secondo anno consecutivo quindi è il tema della lotta al pregiudizio a essere protagonista, in continuità con la campagna 8 per mille 2010 e con la campagna di “comunicazione umana” promossa lo scorso anno dalla Tavola valdese con l’affissione in varie città italiane di manifesti di grande impatto visivo contro le discriminazioni e i razzismi (v. Adista n. 41/10).

E dopo Roma e Milano, a fare da cornice alla presentazione della campagna è stata Palermo, dove la Chiesa valdese ha recentemente celebrato i suoi primi 150 anni di vita – insieme all’Italia unita – e dove è stato aperto il nono sportello, a livello nazionale, per depositare il proprio testamento biologico. Una scelta, quella della città di Palermo, che Maria Bonafede, moderatora della Tavola Valdese, ha spiegato anche con la posizione geografica, prossima «al luogo dove in questi ultimi mesi si sta verificando la tragedia umanitaria che tutti ben conosciamo»: una scelta che «voleva dunque essere anche un segno della nostra vicinanza e del nostro impegno a utilizzare le nostre piccole risorse, anche quelle dell’8 per mille, per dare una testimonianza di accoglienza come cristiani».

D’altronde è proprio nel solco di una cultura dell’accoglienza e del riconoscimento che si inseriscono da sempre le attività finanziate dalla Chiesa valdese con i fondi dell’8 per mille. Basti pensare ad alcune delle iniziative sostenute nel 2010: dai progetti per i migranti, con particolare riguardo alle donne maltrattate o vittime di tratta al recupero di tossicodipendenti; dal lavoro di inserimento dei disabili ai 240mila euro destinati alla ricostruzione dell’Abruzzo. Non un euro è destinato a finalità di culto, una scelta che da sempre paga le campagne 8 per mille dei valdesi: continuano a crescere infatti i contribuenti che firmano il loro 8 per mille per la Chiesa valdese, facendo registrare, rispetto allo scorso anno, un aumento dell’11%, per un totale di 350mila firme.

Un successo che certo non preoccupa la Chiesa cattolica (da sempre principale destinataria dei fondi dell’8 per mille anche grazie al fatto che la legge prevede che le quote non espresse siano ripartite tra lo Stato e le confessioni religiose che ne hanno diritto in misura proporzionale alle percentuali di firme ricevute), ma che forse spiega, almeno in parte, la nuova campagna 8 per mille, lanciata lo scorso aprile dall’economo della Cei, mons. Giampietro Fasani. La novità sta sia nei contenuti degli spot – storie e personaggi reali delle opere assistenziali realizzate con i fondi dell’8 per mille, girati dal regista Stefano Palombi per l’agenzia Saatchi&Saatchi – che nella possibilità di approfondire via internet (sul sito www.chiediloaloro.it) le opere scelte come testimonianza.

«Persone e situazioni vere, di aiuto agli altri, che non abbiamo fatto fatica a trovare», ha spiegato mons. Fasani, il quale ha affermato che è impossibile quantificare il numero preciso di opere finanziate con l’8 per mille, ma ha specificato che, ad esempio, per i beni cultuali, «sono più di 800 progetti l’anno quelli che vengono approvati», per il Terzo mondo «più di 600 l’anno». Per quanto riguarda la gestione del fondi 2010, che fanno riferimento alle dichiarazioni dei redditi del 2007, mons. Fasani ha fornito alcune cifre, fra cui: del miliardo di euro complessivo, 381 milioni sono andati ai 37mila sacerdoti che ricevono l’integrazione del reddito, altri 381 milioni sono andati alle esigenze di culto; 205 i milioni invece destinati alle diocesi italiane per opere di carità e 85 milioni circa ai Paesi del Terzo mondo.

fonte: http://temi.repubblica.it/micromega-onl ... dalla-cei/

PS: Pompa ora non darmi del Valdese... :mrgreen:
"Nani su iddi e vvonnu a tutti nani;
Nci vannu terra terra, peri e mmani;
E pa malignità brutta e superba,
Ccà non crisci chi erba, erba, erba"
(Nicola Giunta)

Avatar utente
pompa
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/05/2011, 9:34

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da pompa » 17/05/2011, 19:07

Daryan ha scritto:IO sono cattolica perchè battezzata. Punto. NOn sono praticante e per quanto riguarda determinate questioni pratiche mi piace definirmi laica. Non mi pare sia scandaloso. Come non trovo scandaloso l'esistenza di alcuni sacerdoti (tipo Dan Gallo) non porpio in linea con la dottrina.
Esistono musulmani che bevono vino... :D



Puru eu si aviva tri palli era nu flipper. Ma siccome ne ho due... :mrgreen:
non su nu flipper, no? :mrgreen:

Cristiana sei col battesimo, non cattolica, Daryuccia. :wink

Io facevo una questione di terminologia appropriata, sulla quale credo ci sia molta leggerezza.

uvt coi valdesi come te io non ci parlo! :mrgreen: :mrgreen: :bash: :lol:

AFFETTUOSI SALUTI POMPIANI

Daryan
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 41
Iscritto il: 11/05/2011, 23:06

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da Daryan » 20/05/2011, 23:41

ok. Sarò cristiana, come dici tu. Però mi fici puru a cresima...perciò...sarei cattolica...criu :scratch :S
Ma preferisco definirmi laica.

:)
Vorrei essere come il vino buono: invecchiare bene, compagna ideale di ogni genuina e lieta distrazione. - A.V.

Avatar utente
tina
Apprendista Forumino
Apprendista Forumino
Messaggi: 145
Iscritto il: 11/05/2011, 15:52

Re: CITTA' DEL VATICANO

Messaggio da tina » 21/05/2011, 11:06

In pratica ero cattolica praticantissima...non mi fuiva nenti. (eventi ecclesiastici)
Alla fine sono rimasta credente, ma non praticante.
Mi suddiaia mi viu così chi non stannu ne in cielo ne in terra...ed ho parenti strettissimi nel clero...quindi..onde per cui poscia, ho visto anche di più.

@pompa
Se non ha gli introiti, la chiesa non può continuare fare ciò che fa? Perdonami ma na risata ma fazzu :rotflmao: :rotflmao: :rotflmao:

Dio era povero ed è morto povero cercando di dare il massimo.
Gli apostoli idem ( ed erunu maritati, Gesù non disse proprio per niente che il matrimonio non era fattibile, questa è una cosa che ha imposto la Chiesa...)

Se ho voglia di pregare lo faccio, ma in Chiesa non ci vado.

Una volta mi è stato detto, che i NON CREDENTI , in pratica non esistono, perchè se bestemmi è solo il modo di dire che un DIO c'è.

Ho cercato di riassumere un po' tutto.

:salut



Il dolore, è il prezzo da pagare per ogni cosa preziosa che riusciamo ad ottenere

Rispondi