Agenzia beni sequestrati: arriva il Prefetto Caruso

Notizie dal mondo e dalla città: curiosità, fatti, cronaca...

Moderatori: NinoMed, Lixia, Bud, Mave, ManAGeR78, Lilleuro

Rispondi
doddi
Non c'è nenti!
Non c'è nenti!
Messaggi: 4823
Iscritto il: 11/05/2011, 12:55
Località: 38°6′41″N 15°39′43″E

Agenzia beni sequestrati: arriva il Prefetto Caruso

Messaggio da doddi » 17/06/2011, 16:01

http://www.strill.it/index.php?option=c ... &Itemid=86

Giuseppe Caruso, il nuovo direttore dell’Agenzia Nazionale dei Beni sequestrati e confiscati alla mafia
Venerdì 17 Giugno 2011 15:37


di Anna Foti - Cambio di guardia alla guida dell’Agenzia Nazionale dei Beni sequestrati e confiscati alla mafia con sede a Reggio Calabria. Il prefetto di Palermo, Giuseppe Caruso, è il nuovo direttore al posto del prefetto Mario Morcone. La decisione è giunta al termine della riunione del Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell'Interno Maroni. Morcone che, uscito al primo turno nella corsa con il PD alla sindacatura di Napoli nell’ambito delle scorse amministrative, era tornato a dirigere l’agenzia, adesso è assegnatario dell'incarico di riorganizzare l'esercizio delle funzioni di rete delle Prefetture. Incarico della cui notizia avrebbe appreso dai giornali senza ricevere alcuna comunicazione ufficiale. Così il vertice del palazzo di Governo del capoluogo siciliano, città capofila per numero di beni confiscati in Italia con oltre 2100 unità nel solo comune e un totale di circa 2500 a livello provinciale, Giuseppe Caruso adesso rivestirà questo delicato ruolo presso l’agenzia con sede nella seconda città su scala nazionale dopo Palermo, e prima in Calabria, Reggio appunto con oltre un migliaio di beni confiscati su tutto il territorio provinciale.
Qualche notizia tratta da un lungo ed eccellente curriculum. Giuseppe Caruso, in Polizia dalla fine del 1974, ha ricoperto prestigiosi e delicati incarichi in numerose e importanti provincie del territorio nazionale. Uno dei principali protagonisti che hanno portato alla sbarra in uno dei primi maxiprocessi nr. 133 appartenenti a movimenti eversivi, tra cui il "gruppo di fuoco" dell'organizzazione terroristica " Prima Linea". Già questore della Provincia di Roma. Prefetto della provincia di Palermo del 2010. Il 18 febbraio 2011, con Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 3294, è stato nominato " Commissario Delegato per l'Emergenza Umanitaria nel Territorio Nazionale".
"Esprimo compiacimento a nome mio e dell'intero governo regionale per la nomina di Giuseppe Caruso a direttore dell'Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalita' organizzata". Lo dichiara il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo che ha aggiunto: "A tutti sono noti la capacita' ed il valore del prefetto che sapra' certamente profondere anche in questo nuovo prestigioso incarico di fondamentale importanza per il nostro Paese. La sottrazione ai boss dei loro patrimoni – ha concluso Lombardo - e' infatti il principale strumento per la lotta alla mafia ed alla criminalita' organizzata".
Dunque atteso ormai a breve l’insediamento del nuovo direttore Giuseppe Caruso di questo organismo, quale l’agenzia nazionale, che col il prefetto Mario Morcone, e dopo la brevissima parentesi di Alberto Di Pace, ha conosciuto, in questo primo anno di vita, un avvio di attività che può definirsi positivo specie per l’opera di riordino della materia messo a punto di concerto anche con il settore del patrimonio edilizio dello stesso comune di Reggio Calabria, per quanto attiene ovviamente ai beni insistenti sul territorio comunale.
Se coloro che vincono le gare hanno certificati antimafia ma sono in strette relazioni con altre imprese sottoposte all'attenzione della mafia,tutte munite di certificazioni delle prefetture,allora è un problema diverso che non compete a me valutare. I.F.

Paolo_Padano
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 1986
Iscritto il: 11/05/2011, 13:02

Re: Agenzia beni sequestrati: arriva il Prefetto Caruso

Messaggio da Paolo_Padano » 17/06/2011, 18:52

è stato prefetto di milano nel periodo che lavoravo nello stesso palazzo della prefetturra, palazzo isimbardi, ed avendo lo stesso cognome ci pervenivano le telefonate scambiate, poi mi ha voluto conoscere ma non siamo parenti, una bravissima persona alla ex ninorc :mrgreen:
Lillu Fotti: "aundi ioca Spread cu cattu si mu rununu a paremetru zeru"
Lillu Foti: "non bogghiu 'nchinari poi mi rinnu chi vonnnu a squatra mi 'ndi sarbamu"

Rispondi