Se il Crotone va in A....

Tutto quello che riguarda le altre squadre di calcio e gli altri sport.

Moderatori: Bud, NinoMed, Lixia, Lilleuro, Mave, ManAGeR78

Avatar utente
ago
Forumino Malatissimo
Forumino Malatissimo
Messaggi: 2068
Iscritto il: 11/05/2011, 13:59

Re: Se il Crotone va in A....

Messaggio da ago » 30/04/2016, 13:51

Al di là delle naturali schermaglie tra tifoserie bisogna ammettere che portare in A una squadra che rappresenta una città di 60.000 abitanti è stata un'autentica impresa.
E' da anni che lavorano con grande umiltà e capacità. Hanno un presidente dinamico ed un direttore sportivo ionico di roccella che è un grande conoscitore di calcio. Hanno per anni puntato su prestiti da squadre di prima fascia restituendo sempre calciatori rivalutati, pian piano hanno acquisito sicurezza e proprietà di ottimi calciatori crescendo economicamente e meritando il rispetto degli addetti ai lavori. Il pubblico da sempre abituato a tifare le storiche di serie A non ha mai esercitato una pressione perniciosa e quindi ha sempre saputo aspettare il momento del salto che da un paio di anni avevano nel mirino.
Complimenti davvero!
Avatar utente
Mave
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8418
Iscritto il: 11/05/2011, 15:28

Re: Se il Crotone va in A....

Messaggio da Mave » 12/05/2016, 17:37

Palazzi sta ancora lì a fare danni...restituiti 3 punti al Lanciano per errori nel deferimento e quindi lotta salvezza riaperta per il Lanciano e "falsata"
Avatar utente
Lilleuro
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9196
Iscritto il: 11/05/2011, 14:32
Località: Roma

Re: Se il Crotone va in A....

Messaggio da Lilleuro » 13/05/2016, 11:19

ago ha scritto:Al di là delle naturali schermaglie tra tifoserie bisogna ammettere che portare in A una squadra che rappresenta una città di 60.000 abitanti è stata un'autentica impresa.
E' da anni che lavorano con grande umiltà e capacità. Hanno un presidente dinamico ed un direttore sportivo ionico di roccella che è un grande conoscitore di calcio. Hanno per anni puntato su prestiti da squadre di prima fascia restituendo sempre calciatori rivalutati, pian piano hanno acquisito sicurezza e proprietà di ottimi calciatori crescendo economicamente e meritando il rispetto degli addetti ai lavori. Il pubblico da sempre abituato a tifare le storiche di serie A non ha mai esercitato una pressione perniciosa e quindi ha sempre saputo aspettare il momento del salto che da un paio di anni avevano nel mirino.
Complimenti davvero!
Sassuolo è un comune di 40mila abitanti e l'anno prossimo potrebbe seriamente giocare l'Europa League, una squadra che 8 anni fa giocava in serie C...Frosinone 46mila abitanti, Carpi 70mila, sono esempi recentissimi di squadre che si sono ritrovate in serie A senza particolari sforzi, il Frosinone ha fatto il doppio salto dalla lega pro alla A in due anni, il Carpi in tre...ormai non servono miracoli o chissà quali imprese per passare dall'anonimato alla massima serie. Il Crotone era alla settima stagione consecutiva in B e già l'anno scorso era stato eliminato ai playoff...personalmente non la considero una sorpresa così clamorosa (dati alla mano, di fatto non lo è).

Se il campionato italiano oggi ha un livello medio appena sufficiente, le serie minori sono ormai caratterizzate da una mediocrità disarmante...quest'anno in B alle spalle di Cagliari (unica vera big) e Crotone c'è il vuoto, il Pescara alla lunga è faticosamente risalito perché come rosa ha forse qualcosa in più, ma in generale è stata una stagione di basso livello, come quelle precedenti d'altronde. Sono certo che l'anno prossimo almeno una delle neopromosse dalla C, che so una Spal o un Benevento, si ritroverà a lottare per salire in A.
Come si dorme non è importante, come si è svegli è importante

Cit. Vadinho
Rispondi